RKC Forum
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]



                                     


Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 RADIO KRISHNA CENTRALE
 DOMANDE E RISPOSTE N. 19
 purusha-avatara
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Hara.das
Utente Medio


Lombardia


31 Messaggi

Inserito il - 22/01/2010 : 15:23:48  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Hare Krishna Gokula !

Perchè Sri Krishna tramite le Sue emanazioni plenarie di Sri Vishnu , i 3 purusha-avatara , pervadendo tutto l'universo fenomenico fin anche nei più piccoli atomi dà origine a questa pseudo realtà in cui ora ci troviamo ?
Egli non ne avrebbe bisogno eppure ospita tantissimi jiva in varie realtà Karmiche ... perchè ?

Gloria eterna a Sri Krishna e a tutti i suoi grandi servitori

RKC Mayapur
Amministratore

RKC


Estero


1978 Messaggi

Inserito il - 23/01/2010 : 05:50:32  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Caro Hara das, Hare Krishna, il Signore crea questa manifestazione materiale per soddisfare i desideri delle anime individuali che ne vogliono godere, e allo stesso tempo da' loro l'opportunita' di tornare nel mondo spirituale, in Sua compagnia.

Srila Prabhupada spiega questo punto in molti suoi commenti, per esempio al verso della Bhagavad Gita 3.10:

saha-yajnah prajah sristva
purovaca prajapatih
anena prasavisyadhvam
esa vo 'stv ista-kama-dhuk

TRADUZIONE

"All'inizio della creazione il Signore di tutte le creature generò uomini ed esseri celesti, insieme con i sacrifici a Visnu, e li benedisse dicendo: "Siate felici con questi yajna [sacrifici] perché il loro compimento vi procurerà tutto ciò che desiderate per vivere felici e ottenere la liberazione."

SPIEGAZIONE di Bhaktivedanta Svami Prabhupada:

"L'universo materiale, creato da Visnu, il Signore di tutte le creature, offre alle anime condizionate la possibilità di tornare a Dio, nella loro dimora originale. Tutti gli esseri, nella creazione materiale, sono condizionati dalla natura materiale perché hanno dimenticato l'eterna relazione che li lega a Visnu, o Krishna, Dio, la Persona Suprema. Gli insegnamenti vedici hanno lo scopo di aiutarci a capire questa relazione, come spiega la Bhagavad-gita: vedais ca sarvair aham eva vedyah. Il Signore afferma che il fine dei Veda è quello di conoscerLo. E negli inni vedici si proclama che il Signore di tutti gli esseri viventi è Visnu, Dio, la Persona Suprema: patim visvasyamesvaram. Nello Srimad Bhagavatam (2.4.20), Srila Sukadeva Govami definisce il Signore, "pati", in molti modi:

sriyah patir yajna-patih praja-patir
dhiyam patir loka-patir dhara-patih
patir gatis cadhaka-vrisni-satvatam
prasidatam me bhagavan satam patih

Il praja-pati è Visnu; Egli è il Signore di tutte le creature, di tutti gli universi e di tutti gli splendori, ed è il protettore supremo. Visnu ha creato questo mondo materiale affinché le anime condizionate imparassero a compiere gli yajna (sacrifici) per la Sua soddisfazione. Così, non dovendosi preoccupare troppo delle necessità materiali durante la loro permanenza in questo mondo, gli esseri possono vivere tranquillamente ed entrare nel regno di Dio dopo aver lasciato il corpo materiale. Questo è il piano del Signore per aiutare le anime condizionate. Compiendo gli yajna le anime condizionate diventano gradualmente coscienti di Krishna e si situano nella virtù. Le Scritture vediche raccomandano per l'età di Kali il sankirtana-yajna, il canto dei santi nomi di Dio, sacrificio spirituale stabilito da Sri Caitanya Mahaprabhu, che è Krishna stesso, per liberare tutti gli uomini di quest'epoca. Il sankirtana-yajna e la coscienza di Krishna vanno di pari passo. L'apparizione del Signore nella forma di un puro devoto, Sri Caitanya Mahaprabhu, venuto per propagare il Movimento del sankirtana, è menzionata nello Srimad Bhagavatam così:

krishna-varnam tvisakrishnam
sangopangastra-parsadam
yajnaih sankirtana-prayair
yajanti hi su-medhasah

"Nell'età di Kali le persone provviste di sufficiente intelligenza adoreranno il Signore e i Suoi compagni compiendo il sankirtana-yajna." (S.B. 11.5.32) Gli altri yajna menzionati nelle Scritture vediche non sono facili da eseguire nell'età di Kali, ma il sankirtana-yajna, facile e sublime, serve a tutti gli scopi ed è raccomandato anche nella Bhagavad-gita (9.14).
---------------------

Anche il commento al verso 3.27, sempre della Bhagavad-Gita, ci spiega lo stesso fatto:

"[...] Il Signore ha creato il mondo materiale per dare alle anime condizionate la possibilità di soddisfare i loro desideri lascivi, ma dopo una serie interminabile di tentativi vani e frustranti, l'uomo comincia a interrogarsi sulla sua vera natura". [...]
----------------------

In conclusione, quando una persona si rende conto che tutti i suoi tentativi di trovare la felicita' in questo mondo di materia sono inutili, comincia ad interessarsi del proprio ritorno a Dio, nel mondo spirituale. Questo e' lo scopo finale della manifestazione cosmica materiale.

E questo scopo si puo' raggiungere praticando il bhakti yoga: www.radiokrishna.com/bhaktiyoga


Haribol !

Gokula Tulasi das




Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
RKC Forum © RKC - tutti i diritti riservati Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,14 secondi. radiokrishna | TRKN | Snitz Forum