RKC Forum
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 CORSI DI STUDIO
 La Bhagavad-Gita cosi' com'e'
 CAPITOLO 8 - Svolgimento Dialettico
 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

RKC Mayapur
Amministratore

RKC

Estero


1982 Messaggi

Inserito il - 28/02/2005 : 23:01:20  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Hare Krishna, studiamo adesso il capitolo 8 con una chiave di lettura dialettica.

1) Lo scambio tra il perfetto discepolo e il maestro spirituale autentico. (Versi 1-4)
Qui abbiamo un perfetto esempio del modo corretto di acquisire la conoscenza trascendentale: fare domande intelligenti e significative, con tono inquisitivo (ma non di sfida), ad un'autentico maestro spirituale. L'ascolto attento delle sue risposte ci permettera' di ottenere la conoscenza spirituale.

2) "ante kalevaram". (Versi 5-8)
Cio' che ricorderemo al momento della morte sara' il frutto delle attivita' compiute durante tutta la nostra vita.
Un albero ben curato (il servizio devozionale) portera' il frutto "anta kale ca Mam eva smaram", il ricordo di Krishna al momento della morte.

3) Dio in due versi dice tutto. (Versi 8-9)

4) Versi 10-14:
a) "yoga-balena": senza aver praticato lo yoga (il servizio devozionale) per tutta la vita, non ci si puo' aspettare di ricordare Krishna al momento della morte.

b) "manasa-yantra": il veicolo sottile (la mente) puo' trasportarci nel mondo spirituale, grazie al ricordo (smaranam, anusmaranam eccetera).

5) I due mondi. (Versi 15-22)
a) spirituale: sanatana - avyakta - sat - param gati - aksara
b) materiale: mrityu loka - asat - dukhalayam - asasvatam

6) Altre ragioni valide per cui conviene praticare il bhakti-yoga. (Versi 23-28)
a) "tama ma jyotir va": via dal buio, verso la luce.
b) Servendo Krishna, pensera' Lui a noi (al momento della morte).
c) Impegnarsi nel servizio devozionale e' sempre la migliore scelta, ed inoltre niente e' perduto. (Verso 28)


Inutile dire che anche questo capitolo e' molto importante, anzi fondamentale da comprendere per aumentare e rinsaldare la nostra fede nei risultati ottenibili mediante il compimento del servizio devozionale al Signore.

A breve vi faro' avere il questionario, nel frattempo potreste fare uno schema delle 10 qualita' di Krishna elencate nel verso 9.

Inoltre i piu' fortunati, che sono in possesso dell'"Upadesamrita", l'opera di Srila Rupa Gosvami, tradotta e commentata da Srila Prabhupada con il nome di "Nettare dell'Istruzione", possono studiarvi le fasi del ricordo, accennate in questo capitolo, nella spiegazione del verso 8 (pagine 78 e 79 dell'edizione 1988, con la copertina arancione).

Buono studio, alla prossima.

Haribol !

Gokula Tulasi das
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Nuovo Sondaggio Nuovo Sondaggio
 Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
RKC Forum © RKC - tutti i diritti riservati Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,09 secondi. radiokrishna | TRKN | Snitz Forum