RKC Forum
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 RADIO KRISHNA CENTRALE
 DOMANDE E RISPOSTE N. 19
 illuminazione Brahman ?? [Sull'idolatria, n.d.r.]
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Hara.das
Utente Medio


Lombardia


31 Messaggi

Inserito il - 30/10/2009 : 15:01:25  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
" non ti farai idolo , nè immagine alcuna di ciò che è lassù in cielo , ne di ciò che è quaggiù sulla terra "

Questo è un verso della bibbia ma non riesco a far coincidere ciò , con la coscienza di Krishna ....

Ti prego di delucidarmi Gokula ....

Grazie in anticipo

Hare Krishna !!

RKC Mayapur
Amministratore

RKC


Estero


1938 Messaggi

Inserito il - 31/10/2009 : 05:57:47  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Caro Hara das, Hare Krishna,

la Bibbia dice giustamente di non adorare gli idoli, cioe' rappresentazioni di persone, animali od oggetti che non sono Dio (come il vitello adorato dagli Ebrei al tempo di Mose'), ma le immagini che adorano i devoti di Krishna non rappresentano vitelli o altri corpi materiali: sono forme autentiche di Dio, perfettamente descritte nei Veda, da parte dei grandi saggi e maestri spirituali che Le hanno viste di persona quando sono apparse o per aver visitato il mondo spirituale, dove queste forme risiedono eternamente.

Le differenti forme di Dio sono tutte adorabili perche' possiedono le stesse Sue potenze e qualita' (Vishnu-tattva).

Qui puoi trovare uno schema delle tante diverse categorie di emanazioni del Signore:
http://www.radiokrishna.com/images/manifestations.gif

Tutte quelle dirette sono adorabili, in quanto non differenti da Dio: possono avere una forma diversa, ma hanno le Sue stesse qualita' trascendentali. Sull'altare dei templi del Movimento Hare Krishna (I.S.K.CON.) si adorano di solito Gaura-Nitai, le manifestazioni di Krishna e di Balarama apparse come devoti 500 anni fa (come Sri Caitanya Mahaprabhu e Sri Nityananda Prabhu), poi Radha-Krishna, e a volte Jagannath, Subhadra e Baladeva, altre Sue manifestazioni plenarie. O altre ancora (Sita-Rama, Lakshmi-Narayana, Rukmini-Dvarakadhisa ecc. ecc.): tutte forme autentiche, descritte nei Veda come emanazioni dirette del Signore.

Questo tipo di adorazione e' detto "arcanam" (pronuncia "arcianam") e risale ad una tradizione antichissima, del tutto autorevole e chiaramente presentata nelle scritture vediche.

La conoscenza che ci e' arrivata tramite la Bibbia e' invece molto limitata, incompleta (e' adatta a persone meno acculturate), ed ha subito grandi distorsioni nel corso del tempo (vedi qui: http://padasevanam.mediarama.com/rkcforum/forum/topic.asp?TOPIC_ID=1314 ).

Infatti i religiosi che si basano sulla Bibbia non conoscono la vera forma di Dio: sanno solo che e' onnipotente, che e' il creatore di ogni cosa e poco altro, e se chiedi a qualunque cristiano com'e' Dio, al massimo ti dira' che e' molto vecchio, e forse che ha la barba bianca.

Al contrario, i Veda contengono molte, molte piu' informazioni, dalle quali possiamo capire quali siano le vere forme di Dio, adorabili, e quali no, in maniera molto precisa.

Per esempio la forma originale di Dio e' quella di Krishna, Govinda, che suona il flauto ed e' eternamente giovane (nava-youvana). Da quella forma ne emanano infinite altre, tutte ugualmente perfette e complete, a partire da Balarama, poi Narayana, Vasudeva, Sankarsana, Aniruddha, Pradyumna e cosi' via.

Tutte queste forme di Dio Si equivalgono, e sono allo stesso modo degne di adorazione, non essendoci una vera differenza tra Loro. Tuttavia la forma originale e' quella di Krishna.

Per spiegare questa apparente contraddizione, si fa l'esempio di una candela, con la quale si accendono molte altre candele, una dopo l'altra: sono tutte ugualmente potenti e fanno la stessa luce, ma una candela e' la prima, un'altra e' la seconda e cosi' via. Si dice che siano simultaneamente uguali e differenti.

Cosi', se vogliamo conoscere le forme di Dio, degne di adorazione, e' sufficiente consultare i Veda, e ve Le troveremo descritte in modo dettagliato. Adorare tali forme autentiche non e' idolatria, ma una forma di servizio devozionale: poiche' Dio non puo' essere visto con occhi materiali dagli uomini comuni, accetta di manifestarSi in una certa forma (autorizzata, descritta dai Veda), per ricevere il servizio e le preghiere di coloro che sono imprigionati in un corpo materiale, a loro beneficio.

La Bibbia non contiene tali informazioni perche' e' intesa per dare soltanto direttive di massima, e l'arcanam (l'adorazione delle Divinita') non e' quindi praticata dai suoi seguaci, ma cio' non toglie che, quando eseguita secondo le descrizioni autentiche dei Veda, l'adorazione delle Divinita' sia del tutto efficace ed autorevole.


Haribol

Gokula Tulasi das
Torna all'inizio della Pagina

RKC Mayapur
Amministratore

RKC


Estero


1938 Messaggi

Inserito il - 01/12/2009 : 06:01:22  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Hare Krishna a tutti, abbiamo tradotto in Italiano lo schema delle emanazioni dirette ed indirette di Krishna, Dio, la persona suprema, comprensivo di tutte le categorie dei Suoi avatara, con didascalie che ne spiegano la rispettiva posizione:

www.radiokrishna.com/images/manifestations_ita.gif


Inoltre aggiungiamo a questa discussione un verso dello Srimad Bhagavatam che definisce l'autorevolezza della adorazione delle Divinita', cosi' come e' praticata nei templi dell'Associazione Internazionale per la coscienza di Krishna:

bhavanam brahmanah sthanam
dharanam sad-visesanam
sarva-sattva-gunodbhedah
prithivi-vritti-laksanam

TRADUZIONE

"Le caratteristiche relative alle funzioni della terra possono essere percepite nel modellare forme del Brahman supremo, nell'erigere luoghi di residenza, nel preparare vasi destinati a contenere acqua, e cosi' via. In altre parole, la terra serve da sostegno a tutti gli elementi".

SPIEGAZIONE di Sua Divina Grazia Bhaktivedanta Svami Prabhupada:

"[...] Un'altra caratteristica particolare della terra citata in questo verso e' quella di permettere la manifestazione di differenti forme del Signore supremo. Questa affermazione di Kapila [una manifestazione di Krishna, n.d.r.] conferma che il Signore supremo, il brahman, ha innumerevoli forme, che sono descritte nelle Scritture. Con la semplice manipolazione della terra e dei suoi prodotti, come la pietra, il legno e le pietre preziose, queste forme diventano visibili ai nostri occhi. Quando una forma di Sri Krishna o di Sri Vishnu si manifesta in una statua fatta di terra, non si tratta di una rappresentazione immaginaria del Signore: la terra permette soltanto di riprodurre la forma del Signore, cosi' come essa e' descritta nelle Scritture.
[Per esempio, n.d.r.] la Brahma-Samhita ci offre una descrizione del regno di Krishna, della varieta' del mondo spirituale, e delle forme spirituali del Signore quando suona il flauto: tutte queste forme sono descritte nelle Scritture, e se sono modellate secondo queste descrizioni, diventano degne di adorazione.

Contrariamente a quanto afferma la filosofia Mayavada, queste forme non sono affatto immaginarie. Talvolta la parola "bhavana" e' tradotta erroneamente con "immaginazione", ma "bhavana" non ha questo significato: significa invece, offrire una forma tangibile alle descrizioni dei Testi vedici. [...]

[Dallo Srimad Bhagavatam 3.26.46]



Haribol !

Gokula Tulasi das
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
RKC Forum © RKC - tutti i diritti riservati Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,12 secondi. radiokrishna | TRKN | Snitz Forum