RKC Forum
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 RADIO KRISHNA CENTRALE
 DOMANDE E RISPOSTE N. 07
 Domande: falsi devoti e finalita' dei Veda
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

RKC Mayapur
Amministratore

RKC

Estero


1939 Messaggi

Inserito il - 07/12/2005 : 00:19:48  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
ESTRATTO DALLA CORRISPONDENZA DI RKC PISA


Se uno è un simulatore, si presuppone che non gliene importi niente del servizio di devozione, e che trovi ogni pretesto per fare sempre di testa sua, così non penso che sia possibile che Krishna sia intenzionato a dargli l’intelligenza per raggiungerlo, e quindi non potrà comprendere gli insegnamenti di Svami Prabhupada. O no?

----------------------------------------------

Piu' o meno. Ognuno e' al proprio livello di devozione,
anche i simulatori possono parlare correttamente, in
una certa percentuale: alcuni concetti li prendono
cosi' come sono dalla Scritture, e sono percio'
corretti, altri invece li inseriscono di propria
iniziativa, speculando o immaginando delle
conclusioni mentali o intellettuali, a causa di
inesperienza, desiderio di riconoscimento,
interesse personale, eccetera.

Per questo dobbiamo avere ben chiari i concetti
filosofici, per poter sempre valutare attentamente
quello che ascoltiamo, e catalogare di conseguenza
la persona che parla.

Non e' tutto bianco o nero, si puo' essere simulatori
al 100%, al 50%, all'1% o anche allo 0,0001%, e i
devoti esperti ed avanzati sanno riconoscere
anche quella piccola percentuale di inesattezza,
sempre sulla base delle scritture autentiche, i
libri di Srila Prabhupada.

--------------------------------------------------------

Se il fine dei Veda è che Dio è Krishna e che bisogna abbandonare tutti i riti e sottomettersi a Lui soltanto, perché ci sono persone che si fermano alle varie sezioni delle attività interessate?

--------------------------------------------

bahunam janmanam ante
jnanavan mam prapadyate
vasudevah sarvam iti
sa mahatma su-durlabhah

"Dopo molte nascite e morti chi è situato nella vera
conoscenza si sottomette a Me sapendo che Io sono
la causa di tutte le cause e sono tutto ciò che esiste.
Un’anima così grande è molto rara". (B.G. 7.19)

Lo scopo dell'istituzione del varnashrama-dharma e'
quello di portare gradualmente l'anima che vive in un
corpo umano a capire Krishna, ma prima di quella
meta, ci sono altre mete intermedie, desiderate
dall'anima condizionata.
Principalmente l'essere individuale desidera godere
dei sensi, quando viene in questo mondo.
Ci viene apposta per quello, per godere dei sensi
materiali, separatamente da Krishna.

Percio' Krishna crea il mondo materiale affinche'
questa tendenza dell'anima individuale possa essere
soddisfatta. Poi emana i Veda, che contengono le
direttive per poter soddisfare tale tendenza in modo
lecito, secondo il dharma.

Eseguendo i sacrifici, in modo religioso (dharma), si
otterra' l'opulenza materiale (artha), che permettera'
una gratificazione dei sensi lecita e regolata (kama).

Infine, dopo aver goduto di tale gratificazione dei
sensi materiali per molti, molti Milioni di vite, l'essere
individuale in un corpo umano, desiderera' la liberazione
(moksa), ed intraprendera' una via di realizzazione
spirituale.

Tra molti Milioni di questi ricercatori, uno solo, FORSE,
diventera' devoto di Krishna (se ricevera' la misericodia
di un puro devoto), come dice la B.G. 7.3 :

manusyanam sahasresu
kascid yatati siddhaye
yatatam api siddhanam
kascin mam vetti tattvatah

"Tra migliaia di uomini forse uno cercherà la
perfezione, e tra coloro che la raggiungono,
raro è colui che Mi conosce veramente.

Non dovremmo quindi meravigliarci di coloro che
non hanno raggiunto una tale maturita'.
Piuttosto aiutiamoli ad avanzare, informandoli
adeguatamente, se lo desiderano.

Il fatto che i Veda prescrivano sacrifici per risultati
intermedi, rappresenta solo un'altro aspetto della
misericordia di Krishna, che ha creato l'universo
materiale per permettere alle anime individuali
ribelli di goderne, separatamente da Lui.
Egli sta dando loro cio' che desiderano.

Nel suo insieme, l'intera creazione materiale ha
comunque una sua funzione devozionale, che e'
appunto quella di permettere il ritorno nel mondo
spirituale a coloro che lo desiderano.

Dal punto di vista di Dio (e quindi dei Suoi devoti),
niente e' veramente materiale, ma ha sempre una
valenza spirituale.
E i puri devoti sanno mettere ogni situazione al
servizio del Signore, favorendo il Suo piano.

Haribol !

Gokula Tulasi das
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
RKC Forum © RKC - tutti i diritti riservati Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,12 secondi. radiokrishna | TRKN | Snitz Forum