RKC Forum
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 RADIO KRISHNA CENTRALE
 DOMANDE E RISPOSTE N. 07
 Validita' eterna dell'iniziazione
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

RKC Mayapur
Amministratore

RKC

Estero


1982 Messaggi

Inserito il - 26/11/2005 : 10:06:12  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
ESTRATTO DALLA CORRISPONDENZA DI RKC PISA

(Riguardo all'iniziazione formale, diksha, N.D.R.)
... E' la cerimonia che toglie il karma oppure chi la presiede?
Mi spiego meglio: se il maestro che inizia il discepolo non
dice quello che insegna Srila Prabhupada, il karma mi viene
tolto ugualmente ?

--------------------------------------------------------

E' il fatto di sottoporsi ad una cerimonia sacrificale,
con la mediazione di una persona qualificata, che toglie
il karma di una persona. In realta' questa cerimonia
soddisfa Krishna, che vede l'atto di sottomissione del
discepolo, e percio' lo libera dal suo karma precedente.
Tutto il processo di sottomissione viene preso in seria
considerazione da Krishna: la cerimonia formale non e'
una semplice "scarica elettrica" UNA TANTUM, piuttosto
rappresenta l'atto finale di un'abbandono completo alla
volonta' del Signore, da parte di un aspirante devoto.

Ricordiamoci che ogni avanzamento si basa sulla
soddisfazione di Krishna (bhakti-yoga).
Ci dev'essere l'intenzione seria e sincera di
avanzare spiritualmente, di seguire ogni regola e
principio, e di non commettere piu' attivita'
peccaminose.

Se le persone che partecipano al sacrificio, sia il maestro
che il discepolo, sono in buono standard e fanno tutto
sinceramente, secondo le loro migliori intenzioni, seguendo
tutte le regole prescritte, Krishna che e' nel cuore di ognuno
agira' di conseguenza, e togliera' il karma del discepolo
fino a quel momento.

Non c'e' una differenza sostanziale, che sia uno o un'altro
maestro spirituale, a togliere il karma del discepolo. La
funzione e' sempre quella. E' come se andiamo da un
benzinaio oppure da un'altro, a fare il pieno. E' sempre
la solita benzina.
La scelta del maestro spirituale iniziatore viene fatta in base
ad altri parametri, di natura soprattutto personale: un maestro
puo' entusiasmarci piu' di un'altro per il proprio servizio, per
il tipo di predica o per la sottomissione che dimostra a Srila
Prabhupada, ma cio' non modifica la sua capacita' di dare una
iniziazione (diksha) valida al discepolo.

La differenza che puo' eventualmente essere considerata,
tra i diversi maestri spirituali, e' il siksha, le istruzioni
che essi danno, ma fortunatamente nella I.S.K.CON.
(l'Assoziazione Internazionale per la coscienza di Krishna,
N.D.R.) Srila Prabhupada ha stabilito che tutti si devono
basare sulle sue istruzioni, quindi non c'e' molto margine
di differenza.

E comunque il diksha guru di solito non ha la possibilita'
pratica di dare molte istruzioni (a causa della lontananza
fisica), percio' demanda tutto a Prabhupada, che ha scritto
appositamente 82 libri di 400 pagine ciascuno.

E' importante sapere che una volta tolto, il karma della
persona iniziata rimane tolto: non e' che se poi, un giorno,
il maestro spirituale iniziatore (diksha) dovesse purtroppo
cadere, a causa del suo libero arbitrio (anch'egli e' un'anima
individuale, e come tale soggetta ad essere coperta dalla
materia, se non si attiene alle stesse regole e agli stessi
principi prescritti per tutti gli altri), l'iniziazione non valga
piu': l'iniziazione vale per sempre, perche' al momento
in cui e' stata fatta, le condizioni di soddisfazione di Krishna
erano presenti, e percio' hanno gia' avuto effetto.
Finche' il discepolo continua a seguire fedelmente i propri
voti, l'iniziazione rimane valida.

Non e' che Krishna dica: "Bene, adesso il tuo maestro iniziatore
e' caduto, e quindi la tua iniziazione non vale piu', ti restituisco
il tuo karma". No, questo sarebbe ridicolo.

E' come se io vincessi una causa in tribunale, e mi fosse dato
del denaro dalla parte avversa. Ammettiamo che dopo 10 anni, per
esempio, il giudice che si occupo' della mia causa venga rimosso
dal suo incarico per qualche ragione: non e' che la parte avversa
puo' tornare da me e reclamare la restituzione della somma pagata,
perche' ormai io la causa l'ho vinta, e quando l'ho vinta, tutte
le condizioni necessarie per rendere legale l'operazione, erano
presenti.

Similmente, anche l'accettazione di un maestro spirituale, sia
diksha che siksha, segue questa regola.


Alla prossima, Hare Krishna !


Gokula Tulasi das
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
RKC Forum © RKC - tutti i diritti riservati Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,11 secondi. radiokrishna | TRKN | Snitz Forum