RKC Forum
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]



                                     


Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 RADIO KRISHNA CENTRALE
 DOMANDE E RISPOSTE N. 07
 Primi passi nella realizzazione spirituale
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'Ŕ:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

RKC Mayapur
Amministratore

RKC

Estero


1961 Messaggi

Inserito il - 26/11/2005 : 09:33:33  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
ESTRATTO DALLA CORRISPONDENZA DI RKC PISA

Cara...,
grazie della chiacchierata di ieri sera.

Riguardo alla lettera che alleghi (spiegazione delle
dinamiche di interrelazione tra persone in generale,
N.D.R.), gli ho dato una scorsa veloce, grazie.
E' abbastanza valida, ma sempre sul piano materiale.
Come ti dico spesso, chi non riceve le informazioni
da qualcuno che sia gia' sul piano spirituale, non
puo' accedervi, perche' tutto quello che potra' dire
sara' sempre e soltanto relegato al livello mentale
o al massimo intellettuale, che sono entrambi derivanti
da elementi materiali (la mente e l'intelligenza, 2
degli 8 elementi materiali costituenti il corpo, li
trovi descritti nella Bhagavad-Gita, verso 7.4).

Percio' questo tipo di educazione rientra nei comuni
canoni accademici, ed e' incapace di offrire un reale
aiuto spirituale.
L'unico aiuto che puo' dare e' di elevare (forse)
qualcuno dall'ignoranza alla passione, o alla virtu',
ma i risultati di tale elevazione sono sempre temporanei,
oltre che molto incerti: dipendono infatti dal karma di
chi insegna e di chi impara, e nessuno degli interlocutori
puo' uscire dai propri limiti, stabiliti da autorita'
superiori (karmana daiva netrena).

Finche' non ci si pone sul piano spirituale, trascendentale
a tutte e tre le influenze della natura materiale, non c'e'
alcuna possibilita' di fare un reale progresso nel nostro
vero interesse di anime spirituali in forma umana, e
per far questo bisogna accettare la conoscenza che
proviene da una autorita' in materia, il maestro
spirituale, appunto.

Ci sono molti parametri per poter valutare l'autorita' di
chi si presenta come maestro spirituale autentico, ma la
prima e la piu' importante in assoluto, e' che deve riportare
la conoscenza trascendentale cosi' com'e', la stessa che
egli ha appreso dal proprio maestro spirituale, in una catena
disciplica autorizzata. Solo cosi' abbiamo la garanzia di
poter ottenere un reale beneficio, altrimenti, senza questo
collegamento, tutto cio' che ascolteremo sara' sempre e
soltanto frutto della speculazione mentale o intellettuale
dell'ultimo arrivato, e come tale soggetto ad errori ed
imperfezioni, essendo situato all'interno delle tre influenze
materiali (virtu', passione e ignoranza), nelle varie
combinazioni possibili.

Concludendo, poiche' lo scopo dell'esistenza umana e'
quello di giungere a conoscere e a praticare una via di
realizzazione spirituale, che appaghi pienamente l'anima
(cioe' noi), e' naturale che, una volta scoperta questa
conoscenza, tutte le altre saranno automaticamente
relegate ad un piano secondario, e saranno di scarso
o nullo interesse per noi (se non meramente per
dovere, lavoro, servizio eccetera).
Poi ne riparliamo, se vuoi.

------------------------------------------------

Prima di addormentarmi ho letto con attenzione parte del capitolo 17 (della Bhaghavad-Gita, N.D.R.), poi sono caduta nel sonno, ma stamattina ho ripreso in mano il tutto e, ricominciando dall'inizio l'ho terminato. La gran parte delle questioni che ho trovato, tu me le avevi giÓ ben introdotte. Spero per me possa essere un inizio vero perchŔ in effetti ho probabilmente spesso sbagliato via, inforcando vicoli pi¨ o meno bui, a sfondo cieco, troppo tortuosi o troppo rumorosi. Che dire, ne riparleremo presto.

-------------------------------------------------

Molto bene, si', certo, questo e' un inizio a tutti gli
effetti. Il tuo primo contatto con la realta' spirituale,
almeno in questa vita, e' molto importante, perche' da
come tu ti poni verso di esso, dipende la possibilita'
di avanzamento che potrai fare. L'attitudine che hai
dimostrato, per ora, mi sembra molto corretta, ed e'
ormai solo questione di tempo e di quantita' di
informazioni che assimilerai, perche' tu possa
percepire la realta' spirituale.

C'e' un metodo di purificazione da seguire, chiamato
sadhana, per qualificarci a raggiungere il piano
spirituale, al di la' delle tre influenze materiali.

Spero di potertene parlare presto, comunque la lettura di
testi sacri come la Bhagavad-Gita e lo Srimad Bhagavatam
e' gia' una parte importante di questo metodo, e porta
effettivamente una grande purificazione, se la si accetta
come autorita' (cosa che in effetti e').
Come prossima mossa ti posso suggerire la lettura del
capitolo 2, che spiega le caratteristiche dell'anima
spirituale. Questo e' il punto fondamentale da capire,
la base di tutta la comprensione spirituale, praticamente,
senza la quale non si puo' uscire dalle morsa delle tre
influenze. Buono studio !

Riguardo al nostro incontro, certamente non e' stato
casuale, perche' il caso e' riservato agli oggetti
inanimati. Per gli esseri viventi, gli incontri
possono avvenire secondo due modalita':
1) per la legge del karma (destino materiale).
2) per volonta' del Signore (intervento spirituale).

Quando si ha a che fare con informazioni spirituali,
non c'e' alcun dubbio che ci sia di mezzo la volonta'
di Dio, e le Scritture ci spiegano anche perche' e
come avvengono questi incontri:

brahmanda bhramite kona bhagyavan jiva
guru-krishna-prasade paya bhakti-lata-bija

"In accordo al loro karma [il destino], tutte le entita'
viventi stanno vagabondando in differenti tipi di corpo
sui vari pianeti dell'universo. Tra molti Milioni di queste
entita' viventi, una che e' molto fortunata, avra' l'opportunita'
di venire in contatto con un maestro spirituale autentico,
per la grazia di Krishna. Per la misericordia incondizionata
di Krishna e del maestro spirituale, tale persona riceve il
seme della pianticella del servizio devozionale".

Quindi la motivazione non e' altro che la misericordia senza
causa del Signore (infatti come ti dicevo, nessuno ha modo
di uscire dall'imprigionamento delle tre influenze materiali con
i propri sforzi, in nessun momento del suo peregrinare nei
vari corpi, su e giu' per l'universo: occorre l'intervento di
qualcuno che e' GIA' al livello spirituale, Dio stesso o uno
dei Suoi rappresentanti, di solito).

Per la grazia di Dio, tu hai ricevuto il seme del servizio
devozionale, la possibilita' di tornare nel mondo spirituale
in questa stessa vita. Ora sta a te, con il tuo libero arbitrio,
decidere se coltivare questo seme, con il metodo prescritto,
oppure no. Esso rimarra' comunque nel cuore, a tua
disposizione, se vorrai coltivarlo solo in vite future, ma
si suggerisce sempre almeno di cominciare, in questa vita,
per evitare di dover trascorrere ancora molto, molto tempo
nell'universo materiale, dove non possiamo essere felici
completamente.

Forse ti sorprendera' saperlo, ma un maestro spirituale autentico
come Srila Prabhupada, essendo sul piano dell'assoluto, non e'
diverso da tutto cio' che lo circonda, per esempio dai suoi
insegnamenti scritti, ma anche dalle sue foto, dai suoi video,
eccetera, e puo' guidare perfettamente chiunque lo accetti
come maestro, anche direttamente. Ci sono molti esempi
del genere, spero che anche tu ne faccia presto l'esperienza.

Anche di questo ne parleremo appena possibile, ti saluto con
affetto, a presto, Hare Krishna !

Gualberto
(Gokula Tulasi das)
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
RKC Forum © RKC - tutti i diritti riservati Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina Ŕ stata generata in 0,19 secondi. radiokrishna | TRKN | Snitz Forum