RKC Forum
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]



                                     


Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 RADIO KRISHNA CENTRALE
 DOMANDE E RISPOSTE N. 06
 Religioni: reincarnazione, rispetto per la vita
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c':
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

RKC Mayapur
Amministratore

RKC

Estero


1979 Messaggi

Inserito il - 24/09/2005 : 12:38:17  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
ESTRATTO DALLA CORRISPONDENZA DI RKC PISA

----------------------------------------------

mi ha sempre attratto il buddismo...
Innanzitutto il rispetto per la natura e gli animali, che NESSUNA religione ha...
... e poi la reincarnazione, che io ho sempre ritenuto una cosa molto pi "logica" che non dover aspettare il giorno "della resurrezione dei morti" (zombie?) come nella religione cattolica.
-------------------------------------------------------

Cara .....,
hai toccato due punti importantissimi, anzi basilari.
In origine, se per religione intendiamo l'ordine cosmico
dato da Dio all'inizio della creazione, TUTTE le forme
religiose contemplavano, fino a circa 5000 anni fa, sia
il totale rispetto della vita in ogni sua forma, che il logico
concetto di reincarnazione (le scritture vediche, compilate
in sanscrito e risalenti a quell'epoca, ce lo rivelano
chiaramente).

Il punto fondamentale da comprendere e' che tutti gli esseri
viventi sono anime individuali eterne, al momento rivestite da
un certo tipo di corpo, che sia umano, animale, vegetale, o
altro. Quando il corpo che le riveste non e' piu' adatto ad
ospitare la vita, muore, e l'anima (cioe' noi), essendo eterna,
si trasferisce in un'altro corpo, per viverci un certo periodo
di tempo.

Questo concetto e' chiamato "samsara", o "trasmigrazione
dell'anima". Non e' solo il buddhismo ma praticamente tutte
le religioni di origine orientale, a riconoscere come normale
questo processo. E forse ti sorprendera', ma perfino la
religione cattolica aveva presente questo concetto, fino
all'editto di Giustiniano del 543, che condanno' all'eresia
il piu' grande dottore della chiesa, fino a quel momento
santo, tale Origene, perche' parlava regolarmente di
reincarnazione. Non ricordo l'anno esatto, ma fu in uno
dei famosi concili "riformatori" di Costantinopoli che tale
concetto venne bandito, perche' "poteva causa lassismo nei
contadini" che, secondo la moglie del re, avrebbero pensato
di potersela prendere comoda, sapendo di avere piu' vite a
disposizione (ma guarda che fine intelligenza :-).

E naturalmente l'editto, emanato dal re, doveva essere per
forza seguito dalla chiesa (non era ancora il "sacro romano
impero"...)
Pensa un po' in che che mani sono passati gli insegnamenti
di Gesu' che, invece, confrontati con le piu' antiche
scritture vediche, sono perfettamente compatibili.
Cristo aveva perfino detto che Giovanni il Battista era la
reincarnazione di Elia (e su alcune vecchie edizioni della
Bibbia tale passaggio si trova ancora).

Quindi e' normale che non si trovi quasi piu' niente di
veritiero nella religione cattolica ufficiale, perche' i veri
insegnamenti di Gesu' Cristo sono stati alterati nel corso
del tempo. Idem per quelli originali di Maometto, che non
era per niente incline alla guerra, e certo non a quella
cosiddetta "di religione": figurati che la parola "jihad",
tanto tristemente famosa oggi, significa in realta' "difesa".

Neanche Buddha e' stato risparmiato dalle infiltrazioni
devianti: egli venne con la missione particolare di far cessare
ogni violenza sugli animali, e per questo dovette perfino
rinnegare le scritture vediche (che venivano a quel tempo
usate come pretesto per compiere sacrifici animali), e
insegnare principi morali elevati, come la non violenza, per
poter ricondurre gradualmente la gente alla ragione: ma i
cosiddetti buddhisti (all'acqua di rose) di oggi, specialmente
nel mondo occidentale, dove essere buddhisti e' diventato
per molti una specie di moda, non sono nemmeno vegetariani:
ma se il Signore Buddha e' venuto per far cessare ogni
violenza sugli animali, come si puo' far finta di niente e
continuare ad incoraggiare l'uccisione sistematica di oltre
400 Milioni di capi di bestiame AL GIORNO in tutto il pianeta,
con gravissime conseguenze ecologiche (deforestazione,
rifiuti impossibile da smaltire, come il sangue), mediche
(cancro, malattie varie), nutrizionistiche (fame nel mondo,
infatti le proteine presenti in 1 Kg di bistecca
corrispondono a quelle presenti in ben 45 Kg di cereali,
mangiati dalle mucche prima di essere uccise), e karmiche
(le piu' sconosciute ma le piu' gravi, infatti le continue
guerre che devastano l'umanita' sono le reazioni della
natura materiale alle nostre attivita' violente), e allo
stesso tempo dichiararsi seguaci di Buddha ? Questo e'
uno dei molteplici comportamenti ipocriti a cui assistiamo
nella nostra societa'.

Quindi cara......., il rispetto per ogni forma di vita e'
fondamentale per tutti, indipendemente dalla "religione"
professata. L'ordine di Dio e' quello di vivere con la
minore violenza possibile, in ogni caso.

Per quanto riguarda la reincarnazione, non e' tanto una
questione di credo, quanto di scienza.
La differenza tra un corpo vivo ed uno morto e' semplicemente
dovuta alla presenza o meno dell'anima individuale eterna.

Altrimenti, perche' si muore ? Perche' un corpo muore, e non
rimane vivo ? Nessuno vuole morire, perche' si deve morire
per forza ? Perche' l'anima ha diverse destinazioni, secondo le
sue attivita' (karma). Ci sono diverse forme di vita gia' pronte
(precisamente sono 8.400.000), che l'anima puo' occupare, in
base al suo karma. Ogni forma di vita ha una certa durata,
dopodiche' termina la sua possibilita' di ospitare l'anima (cioe'
noi, gli esseri viventi) che pero' essendo eterna, va ad occupare
un'altro corpo, tra le 8.400.000 possibili, secondo i suoi meriti
e demeriti.

-------------------------------------------------------------

Tra l'altro, un medico che ha lavorato in India, che si chiama Stevenson, ha studiato da vicino diversi casi di reincarnazione nei bambini, veramente impressionanti, perch si ricordavano ancora tutto della vita precedente, compreso il fatto che avessero una moglie e una famiglia...

----------------------------------------

Si, ci sono molte prove valide a riguardo della reincarnazione, come
quella del bambino con il foro nel cranio (si ricordava di essere
stato ucciso, nella vita precedente, con un colpo di pistola alla
testa, e dalle radiografie risultava davvero presente un buco,
all'altezza della tempia, mi sembra), e persone che ricordano
nomi e situazioni esistite veramente, senza esserne mai state
informate in questa vita.

Comunque sia il principio del "samsara" e' scientifico. C'e' una
corrispondenza anche tra l'evoluzione e l'anima, ma non come
ha spiegato Darwin: la vera evoluzione non e' corporea, bensi'
spirituale, cioe', e' l'anima che passa da una specie di vita
inferiore ad una superiore, fino a giungere alla forma umana,
nella quale puo' scegliere se elevarsi o degradarsi di nuovo.

Se poi leggi l'inglese, ti posso indicare due link molto forniti
di informazioni su tutto il sistema universale:

http://www.veda.harekrsna.cz/planetarium/index.htm e

http://www.veda.harekrsna.cz/planetarium/human.htm

Mi fa piacere che tu parta da questi reali presupposti, cosi' puoi
arrivare veramente molto lontano nel campo della realizzazione
spirituale.

Come prima cosa ti posso suggerire di leggere un libro che ti
dara' tantissime informazioni su questi e molti altri argomenti
importanti, libro che proviene dalla catena disciplica di maestri
spirituali brahma-gaudiya-sampradaya, di cui l'autore, Bhaktivedanta
Svami, rappresenta il 32 anello. La caratteristica della conoscenza
tramandata da tale successione e' quella di non poter essere
minimamente alterata nel corso del tempo, pena l'espulsione
dalla catena. Cosi' abbiamo la sicurezza di avere a disposizione
gli stessi insegnamenti dei grandi saggi e maestri di 5000 anni
fa (periodo in cui le scritture vediche furono compilate).

Questo libro si chiama "La Bhagavad-Gita cosi' com'e'", lo trovi
anche on-line sul sito (http://www.radiokrishna.com/bg_online.php)
insieme alla versione recitata, ad un corso di sintesi vocale,
e ad un corso di studio on-line su questo stesso forum (qui: http://padasevanam.mediarama.com/rkcforum/forum/forum.asp?FORUM_ID=27 )

Vedrai che andando avanti nella lettura, molte cose ti saranno piu'
chiare, specialmente a partire dal secondo capitolo, che descrive
le caratteristiche dell'anima individuale eterna (il primo capitolo e'
una presentazione generale).

Poi ci sono altri libri, anche on-line, e per provare veramente
l'esperienza spirituale, come troverai spiegato nella Bhagavad
Gita, c'e' un metodo pratico di meditazione con il mantra Hare
Krishna, una vibrazione spirituale che proviene direttamente
dal piano trascendentale, e una serie di principi da seguire
per facilitare e velocizzare l'ottenimento del risultato,
cioe' l'elevazione di coscienza necessaria per poter accedere
al livello spirituale.

Ti faccio tanti auguri per la tua nuova esperienza, se la
vorrai fare (lo spero vivamente), a presto, ciao !

Gualberto
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
RKC Forum © RKC - tutti i diritti riservati Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina stata generata in 0,19 secondi. radiokrishna | TRKN | Snitz Forum