RKC Forum
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]



                                     


Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 RADIO KRISHNA CENTRALE
 DOMANDE E RISPOSTE N. 20
 Domanda (sui sacrifici animali, n.d.r.)
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

pietra
Nuovo Utente


Toscana


4 Messaggi

Inserito il - 05/02/2010 : 00:48:36  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Vorrei sapere riguardo ai sacrifici degli animali per quale motivo venivano fatti e in quale modo e soprattutto perché era proprio necessario sopprimerli?

RKC Mayapur
Amministratore

RKC


Estero


1966 Messaggi

Inserito il - 06/02/2010 : 07:44:13  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Hare Krishna, in realta' non si trattava di "soppressione", perche' l'animale era elevato ad una forma di vita superiore o anche direttamente a quella umana, grazie al potere dei mantra vedici. In altre parole, anche se veniva ucciso, resuscitava immediatamente in un altro corpo, migliore del precedente.

I sacerdoti e i responsabili del sacrificio erano ben consapevoli che, in caso di fallimento, essi avrebbero dovuto pagare a caro prezzo l'uccisione di quell'animale, percio' si guardavano bene dal compiere anche il minimo errore (venivano effettuati continui controlli sulla pronuncia dei mantra, sulla metrica, sugli oggetti e il luogo inerenti al sacrificio, ecc. ecc.).

In ognuna delle 4 ere che si succedono ciclicamente durante la creazione materiale, esiste un preciso metodo di realizzazione spirituale, e il compimento di sacrifici era quello prescritto per il Treta yuga, un'epoca molto remota (stiamo parlando di Milioni di anni fa): con queste cerimonie estremamente complesse, descritte nei Veda, si poteva soddisfare Dio, che in cambio appagava ogni desiderio espresso dall'officiante, materiale o spirituale che fosse (a patto che il sacrificio andasse a buon fine).

Descrivere qui un sacrificio vedico richiederebbe un lavoro enorme, che esula dagli scopi e dalle possibilita' di questo forum, ma puoi trovarne degli accenni nella Bhagavad-Gita (anche on line qui: www.harekrsna.it/libri_on_line/la_bhagavad_gita/la_bhagavadgita.asp ) e nello Srimad Bhagavatam, di Bhaktivedanta Svami Prabhupada.

Ad ogni modo questo metodo, oltre ad essere quasi incomprensibile per noi, oggigiorno e' del tutto irrealizzabile per mancanza di risorse e di sacerdoti qualificati a pronunciare correttamente i mantra vedici, e comunque non e' raccomandato in un'epoca degradata come la nostra, il Kali yuga: la gente vive pochi anni, ha una scarsa intelligenza e difficilmente e' predisposta a capire la scienza di Dio, percio' adesso l'unico sacrificio veramente efficace e' il "sankirtana", il canto del santo nome del Signore, che porta gli stessi risultati (o anche piu' elevati) dei metodi prescritti per le ere precedenti ma con uno sforzo molto minore e, soprattutto, fattibile da chiunque, senza discriminazioni di sorta dovute alla posizione sociale, alla razza, alla condizione di vita o a quant'altro. Ne trovi una descrizione e una guida pratica qui: www.radiokrishna.com/bhaktiyoga


Haribol !

Gokula Tulasi das


Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
RKC Forum © RKC - tutti i diritti riservati Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,11 secondi. radiokrishna | TRKN | Snitz Forum