RKC Forum
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]



                                     


Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 RADIO KRISHNA CENTRALE
 DOMANDE E RISPOSTE N. 13
 domande (Nome di Dio, Non uccidere... N.D.R.)
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

mario
Utente Normale



7 Messaggi

Inserito il - 19/09/2008 : 14:44:28  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Nel salutarVi con cordialità, dopo aver visto alcuni filmati su questo sito, Vi chiedo. Insistete molto sul nome di Dio.
ChiamarLo Signore o altro - dite Voi - sarebbe un errore. Ma forse noi tutti chiamiamo il papà o la mamma, un esempio a caso, Franco o Teresa? No, diciamo papà, mamma. Non ci sarebbe nulla di male se qualcuno, in segno di riverenza, Lo chiamasse Signore, oppure Meraviglioso, oppure Perfetto, ecc.
Capisco comunque quello che vogliate dire e perchè...
Una seconda cosa tra le tante da chiedere.
Insistete molto sul comandamento "Non uccidere", ma bisogna anche vederne il contesto. Si tratta di antichi scritti di popoli che sacrificavano animali: questo sembra certo.
Si presume allora che il "Non uccidere" fosse rivolto a salvaguardia degli uomini.
Non si può alzare alcuna barriera verso l'immenso messaggio del Cristianesimo solo per quel "Non uccidere" che probabilmente non riguarda i mattatoi degli animali. Comunque capisco...
Che poi sarebbe bello non uccidere nessuna creatura, né mangiare carne, questo è un altro discorso: infatti bisognerebbe educarsi al rispetto di tutte le creature, senza andare prima a vederle al pascolo e accarezzarle e un minuto dopo averle cotte sul piatto. Per una crescita bisognerebbe certo cambiare atteggiamento...
Un'ultima, prima di salutarVi.
Siete molto sospinti dalle letture. Bene.
Ma fino a che punto pensate possibile avere novità meravigliose a noi impreviste? Non è possibile che arrivino fantastiche cose e grazie immense di cui nemmeno avere la minima idea qui in terra?
Un saluto affettuoso, una buona esistenza e l'augurio di essere felici
Mario

RKC Mayapur
Amministratore

RKC


Estero


1958 Messaggi

Inserito il - 22/09/2008 : 00:50:15  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Caro Mario, Hare Krishna, benvenuto sul forum di RKC e grazie per le domande, a cui cerchero' di rispondere una per una:
Citazione:
Insistete molto sul nome di Dio.
ChiamarLo Signore o altro - dite Voi - sarebbe un errore. Ma forse noi tutti chiamiamo il papà o la mamma, un esempio a caso, Franco o Teresa? No, diciamo papà, mamma.
Si, ma questo non e' il caso della maggior parte delle persone, di qualunque fede religiosa si parli.
Chi non conosce veramente il nome proprio del Signore, Lo chiama Padre, Onnipotente, Allah (che significa grande), o con nomi piu' generici.

Quando invece noi chiamiamo nostro padre o nostra madre, lo facciamo per confidenza. E' piu' intimo dire mamma o papa' piuttosto che il nome proprio dei genitori, per le nostre abitudini sociali, ma quando chiamiamo Dio non e' per lo stesso motivo: se usiamo appellativi generici e' solo perche' non conosciamo il Suo nome proprio, con il quale ad Egli (invece) piace essere chiamato da parte nostra.

Ed il Suo nome principale, l'origine di tutti gli altri, da cui essi emanano, e' Krishna. Noi presentiamo questo aspetto confidenziale di Dio, il suo fascino infinito, che in sanscrito e' detto Krishna, e comprende tutti gli altri aspetti di Dio, anche "Padre", "Onnipotente" e cosi' via. Non viceversa.
Citazione:
Non ci sarebbe nulla di male se qualcuno, in segno di riverenza, Lo chiamasse Signore, oppure Meraviglioso, oppure Perfetto, ecc.
Certamente, pero' secondo le scritture vediche, dove il Signore Stesso Si rivela, Egli preferisce le relazioni confidenziali alla riverenza.
Citazione:
Insistete molto sul comandamento "Non uccidere", ma bisogna anche vederne il contesto. Si tratta di antichi scritti di popoli che sacrificavano animali: questo sembra certo.
Si presume allora che il "Non uccidere" fosse rivolto a salvaguardia degli uomini.
Non si può alzare alcuna barriera verso l'immenso messaggio del Cristianesimo solo per quel "Non uccidere" che probabilmente non riguarda i mattatoi degli animali. Comunque capisco...
Che poi sarebbe bello non uccidere nessuna creatura, né mangiare carne, questo è un altro discorso: infatti bisognerebbe educarsi al rispetto di tutte le creature, senza andare prima a vederle al pascolo e accarezzarle e un minuto dopo averle cotte sul piatto. Per una crescita bisognerebbe certo cambiare atteggiamento...
Veramente non alziamo alcuna barriera, dato che il Cristianesimo (vero) persegue lo stesso scopo del Bhagavad-dharma, la religione della Persona suprema che noi diffondiamo: lo scopo della vita umana e' amare e servire Dio.

Tuttavia ci avvaliamo di informazioni piu' complete sulla vera volonta' di Dio (presenti nei Veda), che ovviamente non e' soddisfatto quando si uccidono esseri viventi senza alcuna ragione valida, anzi, provocando gravissimi danni di vario genere: medici, ecologici, ambientali e, sempre secondo la conoscenza vedica, karmici, senza contare l'etica e la moralita'.

L'apparato digerente dell'essere umano e' completamente erbivoro, e se siamo daccordo che Dio lo ha creato, ovviamente conveniamo anche che lo abbia creato con l'intento che l'uomo si nutra di cibi adatti. Qui c'e' una tabella di comparazione (di fonte scientifica ufficiale) dei sistemi digerenti di animali erbivori, carnivori e dell'uomo: http://www.radiokrishna.com/vegetariani.php

Quindi se 2.000 anni fa gli uomini erano cosi' selvaggi da doversi cibare di carne, e Gesu' Cristo ha permesso cio' (ammesso, e non concesso che sia stato cosi'), questo non significa che oggi si possano uccidere sistematicamente 400 Milioni di capi di bestiame al giorno in mattatoi organizzati, con la scusa della nutrizione, perche' non solo tale cibo e' inadatto all'uomo (come abbiamo visto), ma provoca anche enormi problemi ad egli stesso e all'ambiente in cui vive.

Il punto e' che non si puo' far finta di niente, mangiare carne come se fosse giusto, e pensare di poter soddisfare Dio con una vita religiosa. Non ci sara' un'effettivo avanzamento spirituale, o se ci sara', sara' fortemente ostacolato.
Per prima cosa dobbiamo sapere COME soddisfare Dio, se vogliamo servirLo e amarLo. Ed evitare ogni violenza inutile (e pure dannosa, in questo caso), e' una condizione basilare per ogni reale progresso spirituale.
Citazione:
Siete molto sospinti dalle letture. Bene.
Ma fino a che punto pensate possibile avere novità meravigliose a noi impreviste? Non è possibile che arrivino fantastiche cose e grazie immense di cui nemmeno avere la minima idea qui in terra?
Non capisco esattamente a cosa ti riferisci con "fantastiche cose" o "grazie immense", comunque per quanto ci riguarda la piu' grande grazia del Signore e' gia' arrivata, con il canto del mantra

Hare Krishna, Hare Krishna,
Krishna Krishna, Hare Hare,
Hare Rama, Hare Rama,
Rama Rama, Hare Hare,

che proviene proprio dal mondo spirituale, direttamente, e puo' subito purificarci da ogni errata concezione materiale e farci avanzare con passo sicuro sulla via del servizio a Dio, la persona suprema, il bhakti yoga: www.radiokrishna.com/bhaktiyoga

Tanti auguri per il tuo cammino spirituale, Haribol ! (Il nostro saluto).

Gualberto Berti
Gokula Tulasi das
(RKC Pisa)



Torna all'inizio della Pagina

mario
Utente Normale



7 Messaggi

Inserito il - 22/09/2008 : 21:58:11  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Intanto Vi rinnovo la mia simpatia e aggiungo: per "grazie immense" intendo dire che non possiamo escludere che Dio sia libero di fare ciò che più ritiene giusto per esaltare il Suo Cuore Generoso.
Potrebbe anche, perchè no?, donarci nuove Sacre Scritture. Potrebbe aggiungere qualcosa al Creato che al momento sia da noi neppure pensabile.
Sì, siamo parte di Dio, ma Dio è il Creatore.
Potrebbe ritoccare l'universo come un pittore che voglia modificare un quadro;
come un calciatore che va in gol con un nuovo modo di fare dribbling: potrebbe darci nuovi profeti, nuove direttive.
Potrebbe anche dire: da qui in avanti regalo la felicità. Eccomi!
All'improvviso apriamo la finestra e Lo vediamo. Cielo fantastico, angeli, gioia nei cuori, umani non più tristi. Tutto il sapere vecchio è annullato. Questo intendo dire per "grazie immense". Un regalo. Un per-dono. Sì un dono...
Comunque, sia chiaro che la vita è già bella. E' già un dono. E' già un miracolo.
Grazie per avermi risposto. Di nuovo un saluto affettuoso e l'augurio di una vita santa, alla quale, almeno guardando i Vostri filmati, penso aspiriate pur tra i mille problemi che attanagliano ogni uomo.
Mario
Torna all'inizio della Pagina

RKC Mayapur
Amministratore

RKC


Estero


1958 Messaggi

Inserito il - 23/09/2008 : 00:07:44  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Hare Krishna, grazie della precisazione.

Dividendo il tuo messaggio in alcuni argomenti principali, si puo' dire che:

1) Le sacre scritture sono gia' presenti in modo completo e dettagliato, senza alterazioni, tramite la successione disciplica di maestri spirituali autentici, cosi' come furono date da Dio stesso al demiurgo di questo universo (Brahma), al momento della creazione.
Non e' richiesta nessuna aggiunta per comprendere perfettamente il piano di Dio per tutta la manifestazione cosmica materiale, e anche per il mondo spirituale, data la sua completezza: per esempio lo Srimad Bhagavatam, uno dei testi sacri che noi diffondiamo, contiene 18.000 versi sanscriti e fu compilato per iscritto 5.000 anni fa, ma era tramandato oralmente da moltissimo tempo prima.
Esso descrive, tra le altre cose, la struttura dell'universo in cui viviamo con estrema attenzione per il dettaglio.

Ti invito a leggerlo per acquisire una visione globale dell'argomento: www.radiokrishna.com/books_online.php


2) L'universo materiale e' gia' stabilito da tempo immemorabile, con il suo ciclo periodico di creazione, mantenimento e distruzione.


3) La felicita' e' gia' stata regalata a chiunque la desideri, in particolare dal Signore Caitanya Mahaprabhu, apparso 500 anni fa per distribuire la piu' grande misericordia: il canto dei santi nomi del Signore, il metodo di realizzazione spirituale per la nostra epoca moderna (bhakti yoga).


4) Questo metodo serve proprio anche ad eliminare la sofferenza che deriva dai tanti problemi a cui l'uomo e' sottoposto, vedi qui: www.radiokrishna.com/bhaktiyoga

Di nuovo, saluti, Haribol !

Gokula Tulasi das
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
RKC Forum © RKC - tutti i diritti riservati Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,22 secondi. radiokrishna | TRKN | Snitz Forum