RKC Forum
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]



                                     


Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 RADIO KRISHNA CENTRALE
 DOMANDE E RISPOSTE N. 05
 Regole e gusto superiore
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c':
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

RKC Mayapur
Amministratore

RKC

Estero


1956 Messaggi

Inserito il - 11/05/2005 : 00:43:14  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
DALLA CORRISPONDENZA DI RKC PISA (via E-Mail)

Caro .........., Hare Krishna, grazie della lettera e delle domande. Non preoccuparti, non disturbi mai, anzi e' lo scopo della nostra vita quello di aiutare chiunque desideri impegnarsi sinceramente nel servizio devozionale al Signore.
Scrivi pure e chiama quando vuoi, siamo sempre a tua disposizione, sia personalmente che con la radio, il sito, il forum e tutto il resto.
All'inizio e' normale fare domande a chi e' gia' impegnato nel servizio devozionale, per poter agire correttamente. Non c'e' niente di strano, anzi, e' indice che stiamo seguendo la giusta via.
-------------------------------
Come ormai ti starai immaginando io sto cercando, con l'aiuto della lettura dei sacri testi vedici tradotti da Srila Prabhupada e la compagnia di sadhu, di elevarmi spiritualmente ed ovvio che cerchi di fare del mio meglio per seguire i principi regolatori e non lasciarmi attrarre da maya.
-------------------------------------
Benissimo, questo e' il secondo stadio di avanzamento nel servizio devozionale.
Il primo stadio e' sraddha, la fede nel fatto di poter ottenere la massima felicita' con il compimento del servizio devozionale al Signore. Cio' rappresenta l'inizio, e con questa fede, cerchiamo la compagnia di altre persone impegnate nella stessa via, che anche noi vogliamo seguire.
Questo secondo stadio e' chiamato sadhu-sanga, la compagnia dei sadhu, i devoti del Signore, gia' impegnati nel Suo servizio.

Bisogna capire bene cos'e' il vero sadhu-sanga, per poter associarci con tutti in modo favorevole.
La lettura dei libri di Srila Prabhupada, che tu stesso citi, E' un perfetto ed elevatissimo sadhu-sanga, tanto perfetto che teoricamente non ci sarebbe bisogno di nient'altro per avanzare spiritualmente, da zero al piu' alto stadio di amore per Dio.
Leggere i libri di Srila Prabhupada significa stare in sua compagnia, in quanto gli insegnamenti di una persona cosi' avanzata, a livello dell'assoluto, non sono diversi dalla sua persona. In questi casi si parla di Persona Bhagavata e di Libro Bhagavata: tra loro non c'e' alcuna differenza sostanziale, sono entrambi a livello della verita' assoluta, che proviene direttamente da Krishna, attraverso la catena disciplica.

I libri di Srila Prabhupada, in particolare, comprendono insegnamenti ed istruzioni che saranno validi almeno per i prossimi 10.000 anni, o giu' di li' (in realta' saranno validi per sempre, essendo eterni, ma e' predetto che saranno manifestati particolarmente nei prossimi 10.000 anni di questo kali-yuga).
Se tu prendi rifugio in lui e leggi regolarmente i suoi libri, vi troverai ogni indicazione necessaria a raggiungere il piu' alto livello di coscienza di Krishna.

Naturalmente, la maggior parte di noi ha bisogno anche di relazionare con persone che vivono praticamente la coscienza di Krishna, percio' Srila Prabhupada ha istituito i templi e i centri della I.S.K.CON., affinche' chiunque lo desideri possa trovare un riferimento ed un valido aiuto nel suo cammino spirituale.
Bisogna pero' distinguere MOLTO bene chi e' ancora sulla strada, e a che punto e', altrimenti corriamo il rischio di essere deviati ed ostacolati nel nostro avanzamento.

La discriminante, ancora una volta, sono le istruzioni contenute nei libri di Srila Prabhupada. Chi si attiene strettamente ad esse, le segue al massimo delle sue possibilita', e le riporta ad altri cosi' come sono, senza alterazioni di alcun genere, puo' essere considerato un rappresentante di Srila Prabhupada e della catena disciplica, altrimenti non puo'.
Ed ovviamente, seguire l'uno o l'altro dei casi, porta risultati diversi, che possono essere addirittura opposti.
Quindi il mio suggerimento e' di formarti un'ottima cultura spirituale studiando molto bene i libri di Srila Prabhupada, e confrontando sempre, sulla loro base, ogni affermazione che senti dire da qualunque altra persona, che sia apparentemente avanzata, oppure no.
Se trovi qualcuno che ripete esattamente gli insegnamenti di Srila Prabhupada, e' segno di grande fortuna.
Tuttavia non e' indispensabile, puoi avanzare con la sola compagnia di Srila Prabhupada, sebbene a volte sia piu' rapido integrare la nostra conoscenza con le realizzazioni di altri devoti, piu' avanzati di noi. A patto pero', che essi ripetano esattamente gli stessi insegnamenti di Srila Prabhupada, altrimenti l'avanzamento e' ostacolato.
In altre parole, tieni sempre dacconto le istruzioni di Srila Prabhupada sopra alle altre, e non puoi sbagliare.
---------------------------------------------------------
Ho gi da tempo deciso di non mangiare uova, carne e pesce e, per ora sto limitando l'assunzione di caff.
---------------------------------------------------------
Molto bene, mi fa piacere.
Piu' importante pero', dello sforzo di seguire le regole, e' il canto del mantra Hare Krishna, con il quale e' piu' facile, poi, per non dire che e' (quasi) automatico, il fatto di seguire tutte queste ed altre regole.
Posso chiederti quanti giri di japa al giorno stai cantando ?
-----------------------------------------------------
Ho una domanda da farti. Ultimamente ho notato che, nel formaggio grattugiato, che io uso regolarmente per il condimento dei miei primi piatti a base di pasta, viene utilizzato del caglio durante la preparazione. Il caglio di origine animale, nel senso che viene ottenuto dal budello di vitello. Non essendone informato in precedenza, ho fin qui sempre continuato (in totale ignoranza) ad aggiungerlo sulla pasta. Che cosa mi suggeriresti di fare a tale proposito?
-------------------------------------------------------
Si, e' risaputo dai devoti, che hanno anche fatto ricerche accurate in tal senso, come la maggior parte dei latticini in commercio contenga caglio animale, percio' dovrebbero essere evitati con cura. Ci sono alcune marche di formaggi che usano il caglio vegetale, chimico, o non ne usano affatto (specialmente nei prodotti freschi con fermenti lattici), ma in effetti sono poche, e spesso il caglio e' comunque misto, pur non essendo indicato nella confezione.
Allora che si puo' fare ?
La cosa migliore sarebbe di prepararci da soli il panir (sul nostro forum si spiega come), ma talvolta la situazione non lo permette. Allora andrebbero evitati.
Oppure informarci presso un negoziante di fiducia quali prodotti contengono caglio vegetale o ne sono privi.
Potresti telefonare al Govinda (il ristorante) di Roma o di Milano, per sapere che marche comprano loro ed agire di conseguenza.
Cerca di fare del tuo meglio per evitare il caglio animale, tutto qui.
---------------------------------------------
Inoltre, ho letto sul sito di Prabhupada Desh queste citazioni di Srila Prabhupada:
"Tempo fa ho spiegato nella mia lettera a Kris, e ho elencato gli ingredienti per la preparazione del prasada; ma i vari tipi di ingredienti possono essere cucinati o con le mie ricette o se gradite potete inventare nuove gradevoli pietanze da offrire. La cosa importante che le vostre preparazioni siano gradevoli al palato per il Signore Krishna e che gli ingredienti siano nella lista degli ingredienti che vi ho elencato. Mi avete chiesto della sassafrassa e s, pu essere offerta. I funghi non sono offerti generalmente, ma non c' proibizione; non danneggiano nessuno"
.........
Lettera di Srila Prabhupada a Harer Nama del 1 dicembre 1968

"Poich i funghi si sviluppano in luoghi sporchi non sono offerti solitamente al Signore Krishna"
.........
Lettera di Srila Prabhupada a Himavati il 17 novembre 1971

"Alcuni ingredienti, come i funghi, pur non essendo considerati adatti per l'offerta al Signore Krishna non sono nocivi e quindi non c' proibizione ad offrirli. Se abbiamo delle personali preferenze per la preparazione degli alimenti, purch gli ingredienti vengano dal gruppo elencato sopra, possiamo offrirli al Signore Krishna. Ma facendo esperienza, possiamo diventare pi desiderosi di cucinare preparazioni gradevoli al palato per il Signore Krishna piuttosto che preparare i nostri piatti preferiti"
................
Quindi, i funghi possono essere mangiati ma, anche se non un'offesa, preferibile non offrirli al Signore Krishna?
------------------------------------
Manca il riferimento all'ultima parte da te citata, cosi' non posso controllarne l'esattezza sul folio (la raccolta di tutti i lasciti di Srila Prabhupada). Le prime due sembrano corrette, tuttavia la consuetudine in uso tra i devoti e' di non mangiarli, perche' sono parassiti, crescono in luoghi umidi e sporchi, e sono cibi sotto l'influsso dell'ignoranza. Non e' una bella offerta da fare a Krishna, e quindi non si possono neanche mangiare.

Prabhupada rifiuto' nettamente di accettare funghi. E' un'episodio riportato nella Lilamrita, e si riferisce al periodo in cui egli dimorava nella residenza di John Lennon in Inghilterra.
Durante una passeggiata, il giardiniere del luogo gli mostro' dei funghi che lui coltivava, e Srila Prabhupada rispose molto decisamente: "Oh, we don't eat these" (Oh, noi questi non li mangiamo).

Comunque, anche questo e' un'aspetto secondario rispetto al canto del mantra e allo studio dei libri di Srila Prabhupada.
Avanzando gradualmente, anche i nostri gusti si modificano, passando dall'ignoranza alla passione e poi alla virtu' in modo che diventa facilissimo, anzi naturale, lasciare le vecchie abitudini. Nel dubbio (come sui funghi) e' sempre meglio evitare, se non e' assolutamente necessario mangiarne.

Ma e' meglio parlarne dopo un po' di tempo che seguiamo il metodo di sravanam e kirtanam, altrimenti, se vogliamo fare il passo piu' lungo della gamba (solo lo sforzo di evitare qualcosa che ci piace, senza aver maturato un reale gusto superiore, proveniente dalle nostre pratiche spirituali), rischiamo di essere scoraggiati inutilmente e di abbandonare tutto, pensando erroneamente che il bhakti yoga sia una strada troppo dificcile o non adatta a noi.

Alla prossima, Haribol !

Gokula Tulasi das
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
RKC Forum © RKC - tutti i diritti riservati Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina stata generata in 0,12 secondi. radiokrishna | TRKN | Snitz Forum