RKC Forum
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]



                                     


Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 RADIO KRISHNA CENTRALE
 DOMANDE E RISPOSTE N. 05
 Avanzando sulla via della Bhakti
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

RKC Mayapur
Amministratore

RKC

Estero


1978 Messaggi

Inserito il - 05/04/2005 : 01:55:02  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
ESTRATTO DALLA CORRISPONDENZA DI RKC (via e-mail)

ciao, grazie delle risposte,
attualmente sto cantando 16 giri ormai da una settimana, e sono molto contento, anzi lo voglio proprio fare, e quando ci sono giorni in cui non riesco a recitare tutti i 16 giri sono particolarmente nervoso perchè so che se fosse per me lo farei sempre ma spesso ciò che succede è dettato dalla società che ci impone alcuni standard che purtroppo si devono rispettare.
comunque se ad esempio ne recito meno cerco di rimpiazzarli con l'ascolto dei file scaricabili da rkc. (li trovo molto interessanti) attualmente sto ascoltando la "perfezione dello yoga" e sono al file 9.
----------------------------------
Caro ............., Hare Krishna e grazie della lettera.
Sono molto contento che tu stia cantando 16 giri
al giorno, questo e' lo standard, stabilito da Srila
Prabhupada, per ottenere la piu' alta perfezione
dell'esistenza, il ritorno a Dio, nel mondo spirituale.

E' normale che ci siano degli ostacoli al nostro impegno
nel cantare tutti i giri, ma il nostro servizio e' appunto quello
di trovare il tempo di svolgere le attivita' spirituali, che
dovrebbero essere il centro intorno a cui far gravitare tutta
la nostra giornata. Con l'esperienza e l'intelligenza puo'
essere fatto, organizzandoci per bene.

L'ascolto dei file di RKC e' molto buono, tuttavia non
puo' sostituire, ovviamente, la recita personale del mantra.
Almeno un certo tempo al giorno, dovrebbe essere dedicato
al canto del mantra e allo studio. L'ascolto della radio e le altre
attivita' spirituali possono essere fatte o meno in altri momenti
della giornata, e sono un buon aiuto, ma non posso sostituire il nostro sadhana personale, cosi' com'e' stato stabilito da Srila Prabhupada, e che e' indispensabile per un significativo avanzamento spirituale.

Cerca di ritagliarti il tempo per dedicarti almeno a queste
due pratiche, il mantra e lo studio, durante il giorno, e
cerca di far ruotare tutte le altre attivita', anche quelle
familiari, scolastiche eccetera, intorno alle prime due.
Questo e' il modo per arrivare gradualmente a mettere
Krishna al centro della nostra vita.
-------------------------------------------
una delle domande che mi sono scordato di farti è: i 16 giri devono essere recitati tutti di seguito o anche a più riprese?
-------------------------------------------
Teoricamente si possono cantare in qualunque modo,
anche uno alla volta, ma dalla mia esperienza pratica
e' meglio cantarne il piu' possibile insieme, per non
perdere concentrazione. Altri possono avere esperienze
diverse, dipende molto dal tuo rapporto personale con
Krishna, dalla tua attitudine a cantare e a concentrarti,
eccetera.
Tuttavia il programma stabilito da Srila Prabhupada
prevede la recita di tutti i 16 giri insieme, dalle 5.15 alle 7.15
del mattino, ed infatti e' in quell'ora che si prende la massima
forza spirituale, che ci da' la "carica spirituale" per tutto il giorno.
Comunque, come sempre ti dico, devi tener conto della
tua situazione, e senza sconvolgere troppo le tue abitudini
e soprattutto quelle degli altri (familiari, ecc.), decidere il
tuo standard di pratica. Va bene anche cantarne meta' la
mattina e meta' la sera, nel caso non si possa fare diversamente.
Oppure almeno 12 la mattina e il resto appena possibile.
Vedi tu, agisci usando al massimo la tua intelligenza, sempre
tenendo presente che la perfezione e' quella di raggiungere
lo standard fissato da Srila Prabhupada, anche se non sai
ancora quanto tempo ci metterai.
Non importa essere ansiosi o innervosirsi se non riusciamo
ancora a raggiungere lo standard, per cause esterne o per
mancanza di concentrazione o di tempo, l'importante e'
conoscere la meta e desiderare sinceramente di raggiungerla: Krishna
vedra' il nostro desiderio e ci mettera' in condizioni di poterlo
fare, al piu' presto. Non ti preoccupare.
---------------------------------------------------------
è ormai 2 mesi che ho eliminato carne uova e intossicanti, a questo proposito, controllare la lingua significa controllarla dal mangiare cibi che non siano prasadam?
----------------------------------------------------
Molto bene, anche questi sono principi importantissimi.
Senza mantenersi puri, l'avanzamento e' rallentato o
anche bloccato. Anche il pesce andrebbe evitato,
insieme a cipolla, aglio e funghi. Questi sono i principali
alimenti da evitare, poi ce ne sono altri qui:
http://www.radiokrishna.com/listacons.php
Comunque, sempre secondo la tua reale situazione, senza
sconvolgere troppo la vita, tua e degli altri.

Per controllare la lingua sono necessarie due pratiche, il canto
regolare del mantra Hare Krishna e l'assunzione solo di
Prasadam. In altre parole bisogna mangiare solo cibo che possa
essere (prima) offerto a Krishna, e Krishna dice che desidera
mangiare solo verdura, frutta, ecc.
A Krishna non piace ne' la carne ne' i cibi di cui stavamo
parlando, e' per questo che quegli alimenti non Gli possono essere offerti, e percio' non possono diventare prasadam.
-------------------------------------------
per quanto riguarda i libri di swami prabhupada li trovo molto interessanti perchè danno una risposta su tutto lo scibile umano come politica, pace, psicoanalisi, ecc..
mi sono accorto che molto spesso le domande e i dubbi spariscono man mano che si prosegue nelle letture o nell'ascolto dei file di rkc.
----------------------------------------
Esattamente, questo e' il processo di acquisizione della conoscenza
trascendentale, tramite l'ascolto del maestro spirituale autentico con
spirito inquisitivo, ma senza tono di sfida.
Queste realizzazioni denotano che tu stai seguendo correttamente
il processo del bhakti-yoga. Complimenti e grazie molte per il tuo
impegno nel servizio devozionale, che e' per noi fonte di grande gioia. Haribol !
------------------------------------------
comunque in generale li trovo di facile comprensione, soprattutto grazie ai fantastici esempi e paragoni che propongono.
------------------------------------------
Infatti, Srila Prabhupada e' stato potenziato da Krishna per
diffondere la conoscenza trascendentale a persone come noi,
degradate e prive di cultura spirituale, percio' usa dei paragoni
che siano facilmente comprensibili alla gente della nostra
epoca.

Grazie ancora e buon proseguimento, a presto, Hare Krishna !

Tuo servitore in coscienza di Krishna

Gualberto
(Gokula Tulasi das)

RKC Mayapur
Amministratore

RKC


Estero


1978 Messaggi

Inserito il - 14/04/2005 : 00:05:06  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Caro ......., Hare Krishna, grazie della lettera,
che come al solito mi fa molto piacere.
--------------------------------------------------
sono molto contento di quello che sto facendo in coscienza di krsna, adesso sono proprio 2 settimane che recito 16 giri e ormai è diventata una cosa di primaria importanza, spesso la mattina metto la sveglia un ora prima per fare almeno 10 giri o più, e quando riesco a farli la mattina mi sento di affrontare la giornata con più serenità.
--------------------------------------------
Benissimo, stai seguendo correttamente il metodo,
infatti il miglior scorrere della giornata, dopo aver
cantato tutti i 16 giri, e' un risultato tipico della
pratica del coscienza di Krishna. Continua cosi' !
----------------------------------------------
tempo fa, visitando il forum, mi sono imbattuto in una tabella dove si indicavano tutte le sostanze nocive all'elevazione spirituale, ma non ci ho capito molto, anzi mi sono sorti alcuni dubbi.
le arance si possono mangiare?
le cipolle?
il peperoncino?
le caramelle e le cicche?
il caffè d'orzo?
ti chiedo se gentilmente mi puoi fare un elenco di tutti i cibi che non mangi a parte carne e uova e pesce dividendomeli per: spezie verdura bevande frutta.
--------------------------------------
I cibi da evitare sono relativamente pochi:
carne
pesce
uova
cipolla
aglio
funghi
e tutto cio' che contiene questi elementi
(per esempio i formaggi con caglio animale).
Normalmente basta far attenzione all'etichetta
apposta sui cibi, prima di comprarli.

Inoltre, anche questi altri cibi, considerati
intossicanti, vanno evitati:
the'
caffe'
cioccolata,
coca-cola
ecc.

Le arance, il peperoncino e il caffe' d'orzo non
hanno nessuna controindicazione e possono
essere offerti a Krishna tranquillamente.

Le caramelle quasi sempre contengono coloranti e/o
conservanti, sarebbe meglio evitarle. Le chewin-gum
idem, ed inoltre sono cancerogene e fortemente
dannose per i denti e lo stomaco, percio' anche
senza obbligo sarebbe meglio evitarle per principio.

Comunque questi sono argomenti facilmente affrontabili
con il solo buon senso: pensa a cio' che piacerebbe
mangiare a Krishna (ce Lo vedi con la chewin-gum
in bocca ? Io no ! ...patram puspam phalam toyam... :-)
---------------------------------------
per quanto riguarda il resto non ho particolari domande, adesso sono al 14 capitolo del libro di krsna e lo trovo molto molto interessante, a questo proposito ho letto che krsna rappresenta la virtù siva l'ignoranza e brama la passione, ma se krsna trascende tutti e tre i guna perchè dovrebbe rappresentare la virtù?
cosa si intende per virtù?
---------------------------------------------
Una domanda intelligente, grazie.
La virtu' e' una delle tre influenze materiali, una divisione
dell'energia esterna del Signore. Per gestirla, Krishna
emana una Sua manifestazione plenaria chiamata Vishnu,
detta guna-avatara. Non e' esattamente Krishna che
gestisce (o rappresenta) la virtu', ma questa emanazione
detta Vishnu, che e' comunque subordinata a Krishna,
quindi non e' un errore riferirsi a quel Vishnu come a
Krishna, cosa che viene fatta regolarmente nel libro
di Krishna per motivi di scorrevolezza narrativa.
Tutte le potenze di Krishna (gli innumerevoli Vishnu)
sono contenute in Lui, percio' quando si parla di Krishna
si intendono anche tutte le Sue potenze, e cioe' i Vishnu.
Non e' vero il contrario, perche' e' Krishna l'origine di
tutti i Vishnu-tattva, e non viceversa.

Comunque tutti gli avatara del Signore trascendono i guna,
anche Vishnu, che pero' si prende carico, per il beneficio
dell'universo materiale, di gestire la parte dell'energia
materiale chiamata virtu'.
In questo senso, Vishnu rappresenta la virtu', ma ne e'
sempre ben al di sopra. Egli ha solo la funzione di
gestirla, ma non e' mai toccato.
----------------------------------------
sempre navigando nel forum mi è parso di capire che molte persone non sono disposte a rinunciare a qualcosa o anche solo a farla limitatamente, per me invece è molto importante il movimento per la coscienza di krsna, se prabhupada ha dato delle regole da seguire io le voglio seguire senza nessun rimpianto.
inoltre sembra che le persone non siano disposte a fidarsi di quello che le viene detto e che cerchino sempre capire con il ragionamento senza usare la fede.
non dico che ci sia da fidarsi di tutti e di tutto ma senza la fede è difficile credere a molte cose.
-------------------------------------------
Esatto, la tua realizzazione e' giusta.
Sraddha (la fede) e' la base di tutto il nostro
avanzamento spirituale.
Significa essere convinti che seguendo questo
metodo, raggiungeremo la piu' alta pefezione.
Mentre avanziamo, abbiamo sempre piu' conferma di
cio', ma all'inizio e' richiesta un'accettazione, almeno
per ipotesi (come del resto per qualsiasi ramo dello
scibile). Questa convinzione e' detta fede, o sraddha.

Dopo questo stadio, ce ne sono molti altri che
incontriamo gradualmente, sulla via del Bhakti-yoga.
Ma senza fede, non si puo' fare nemmeno il primo
passo.
Quelli che discutono molto, che non accettano, che
sono dubbiosi, che non credono a priori, che hanno
pregiudizi, che non provano nemmeno, non hanno
ancora fatto il primo passo.

Il fatto che tu abbia gia' una fede cosi' profonda ti
deriva probabilmente dalle vite precedenti, ma non
e' una cosa comune. Anzi, cio' e' molto raro
(vasudeva sarvam iti sa mahatma sudurlabha, vedi
anche B.G. 7.3).

Un'altra spiegazione e' che tu sia molto sincero, ma
questo e' ancora piu' raro. Tuttavia, per un motivo
o per l'altro, l'importante e' che tu sia impegnato
nel giusto metodo, che ti puo' portare il piu' alto
risultato.

La maggior parte delle persone non e' ancora al
livello di sraddha, di fede nel servizio devozionale.
Vogliono prima provare altre soluzioni, personali,
speculative, altruistiche ecc., per vedere se riescono
ad essere felici senza Dio (anzi, cercando di essere
loro stessi, Dio).

Questo e' il motivo per cui le anime individuali si
sottopongono al condizionamento della natura
materiale, quindi non e' molto sorprendente che
la maggior parte delle persone non abbia fede
nel servizio devozionale. Esse sono in questo mondo
praticamente apposta, per provare un'esperienza
priva di servizio devozionale.

Si possono suddividere generalmente in 4 categorie,
che trovi descritte nel verso 7.15 della Bhagavad-Gita:
mudha, naradhama, mayaya-parhita-jnana ed asura, i
4 tipi di persone che non si avvicinano a Dio. Una breve
descrizione la trovi anche nel corso di B.G. del nostro
forum, qui:
http://padasevanam.mediarama.com/rkcforum/forum/topic.asp?TOPIC_ID=647

Tu invece, come a maggior parte di noi, che cerchiamo
di impegnarci nel servizio devozionale, fai parte delle 4
categorie di persone che si avvicinano a Dio, descritte
nel verso 7.16.

La presentazione della filosofia che Prabhupada fa
nei suoi scritti, serve anche per far sviluppare fede
alle persone che vogliono usare la loro logica.
Anche logicamente parlando, senza alcuna fede
a priori, e' possibile impegnarsi nella coscienza
di Krishna, a condizione di volere almeno provare.

E' valido il solito esempio di una persona che viva in
una stanza buia, e che non abbia mai visto la luce.
Possiamo cercare di convincerla, ma finche' non
aprira' la porta della sua stanza, non potra' vedere
la luce.

Similmente, chi non crede e non ha fede puo' impegnarsi
ugualmente nel bhakti-yoga, a condizione di fare il primo
passo: fidarsi del metodo stabilito da Srila Prabhupada,
almeno per ipotesi. In seguito, potra' sempre decidere,
in ogni momento, di continuare o di abbandonare la strada.
Ovviamente, chi sperimenta la validita' di questo metodo
con realizzazioni e cambiamenti, interiori ed esteriori,
comprensione migliore, attenuazione della sofferenza
ed espansione della felicita', continuera' ad avere
fede e si impegnera' sempre di piu', raggiungendo
i successivi livelli di avanzamento.

La prova pero' dev'essere fatta con sincero abbandono,
e non con spirito di sfida, altrimenti non e' detto che
Krishna si manifesti all'aspirante bhakti-yogi. A volte
si, altre volte no. Krishna si riserva il diritto di non
mostrarsi a chi non Lo desidera veramente.

Ma per la Sua grande misericordia, specialmente in
quest'epoca degradata, la mia esperienza personale e'
che Egli Si rivela a tutti coloro che semplicemente
provano, anche senza tanta fiducia iniziale. Solo un
minimo sforzo e' richiesto: dobbiamo almeno aprire
la porta della nostra stanza buia.
-----------------------------------------
con sommo dispiacere mi sono reso conto come questo movimento sia considerato da molte persone una setta o soltanto un gruppo di gente che canta allegramente.
----------------------------------------
Fanno sempre parte delle 4 categorie di persone che
non accettano Krishna come Dio, perche' ancora
pensano di poter diventare felici senza di Lui.

Non preoccuparti troppo di convincere gli altri, perche'
ognuno ha il suo libero arbitrio e puo' disporne come
desidera. Nemmeno Krishna interviene su questo
punto, sebbene lo possa fare tecnicamente parlando,
con il suo isita-siddhi, il potere assoluto di controllo
sugli altri. Ma non lo fa, perche' l'amore, che Krishna
desidera scambiare con l'anima individuale, presuppone
la liberta' di scelta, non puo' essere una forzatura.

Il nostro dovere e' semplicemente quello di presentare
la coscienza di Krishna correttamente, a piu' persone
possibile, spiegargli tutto cio' che possiamo, secondo
il tempo, il luogo e le circostanze, e lasciarle poi libere
di fare la loro scelta. Anche Krishna si comporta cosi'
con Arjuna, dopo avergli spiegato la Bhagavad-Gita
(vedi versi 18.72 e 18.73).

Non preoccuparti, con l'avanzamento spirituale ti sara'
data anche l'esperienza per poter aiutare coloro che ancora
non sanno cos'e' la scienza di Dio.

Il devoto situato al livello intermedio di avanzamento spirituale,
detto madhyama (livello che Srila Prabhupada esorta tutti noi
a raggiungere), distingue 4 tipi di persone e si comporta con
loro in modo differente:

1) Riconosce Krishna come Dio, la persona suprema, e lo
adora con sincerita'.
2) Riconosce i devoti del Signore, impegnati nel bhakti-yoga,
e stabilisce con loro delle relazioni di amicizia e di servizio
(come stiamo facendo noi, per esempio).
3) Riconosce le persone innocenti, che non hanno informazioni
sul servizio devozionale ma che ascoltano volentieri parlare di
esso, e cerca di istruirle ad avanzare, per quanto possibile.
4) Riconosce gli atei e i materialisti, che offendono il Signore
e i Suoi devoti, e li ignora semplicemente.

Con questo comportamento, soddisferai il Signore e potrai
avanzare tranquillamente nel servizo devozionale.

Grazie ancora del tuo interesse e buon proseguimento,
a presto, Haribol !

Tuo servitore in coscienza di Krishna
Gualberto
(Gokula Tulasi das)
Torna all'inizio della Pagina

RKC Mayapur
Amministratore

RKC


Estero


1978 Messaggi

Inserito il - 30/04/2005 : 00:24:06  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
riguardando una vecchia mail dove ti chiedevo spiegazioni a proposito di Visnu, mi sono chiesto se Brama e Siva fossero anime individuali e se invece Visnu fosse un’emanazione dell’anima supreme.
-----------------------------------
Generalmente Brahma e' un'anima individuale (jiva tattva) come noi, pero' molto, molto pura. Il posto di Brahma e' riservato all'anima piu' pura dell'universo, che manifesta il massimo delle qualita' del Signore che sono presenti anche nell'anima condizionata (il 78 % circa). Se un'anima cosi' elevata non e' presente, Krishna Stesso prende talvolta il posto di Brahma, con una Sua emanazione.

Siva invece e' una categoria particolare, in una posizione intermedia tra Vishnu (tattva) e l'anima individuale. Si chiama Siva tattva. In realta' e' Dio Stesso, ma e' a contatto con l'energia materiale, percio' manifesta le qualita' di Dio solo parzialmente (all' 84%).
Per spiegare la sua posizione si fa l'esempio del latte e dello yogurt. Se paragoniamo Vishnu al latte, Siva puo' essere paragonato allo yogurt, perche' dal latte proviene lo yogurt, che pero' non puo' piu' tornare ad essere latte. Tuttavia e' una speciale forma di latte.
------------------------------------------------
Ti dispiacerebbe chiarirmi il concetto di “emanazione”?
------------------------------------------------
Significa che Krishna emana tutto cio' che esiste, materiale o spirituale che sia. Il sostegno di ogni energia, anche di quella materiale, e' dato comunque sempre da Krishna.
La materia in realta' e' composta dagli otto elementi, grossolani e sottili, che provengono da Dio, continuamente.
Non e' che una volta prodotti, esistano e basta. Vengono continuamente emanati: che siano in uno stato o nell'altro (solido, liquido o gassoso), e' richiesta una certa energia per mantenere in coesione gli atomi tra di loro, in modo che formino gli elementi che vediamo ad occhio nudo. Quell'energia e' fornita da Krishna in modo continuo.

Similmente, anche gli esseri individuali (jiva-tattva o vibhinnansa) e le emanazioni plenarie (Vishnu-tattva o svamsa) sono continuamente mantenute da Krishna, attimo dopo attimo.

Emanazione significa che ogni cosa sta emanando dal Signore Supremo.
----------------------------------------------------
Si dice che ogni volta che Krsna scende sulla terra sia accompagnato anche dalle emanazioni delle sue qualità (o sbaglio?) Balarama è la personificazione della forza? Differisce da krsna? (no)
Mi è difficile comprendere come krsna sia Dio ma allo stesso tempo sia Dio anche Balarama, non dovrebbe essergli subordinato.
Oppure semplicemente Krsna compare con le sue emanazioni ed è lui che le controlla perché è lui stesso che personifica anche le sue opulenze.
-----------------------------------------------------
In un certo modo, Balarama e' subordinato a Krishna, nel senso che Egli Si considera un servitore di Krishna.

Si fa l'esempio di una candela, che viene accesa, ed usata successivamente per accendere molte altre candele.
Tutte le candele hanno la stessa luce, lo stesso calore, la stessa durata, ecc., ma resta il fatto che una certa candela e' quella originale, usata per accendere le altre. Quella candela originale e' Krishna.

Da Krishna emanano molte altre forme di Dio, per diversi scopi. Alcune servono ad espandere i Suoi divertimenti eterni, come Balarama (lila-avatara).
Altre servono a mantenere la creazione, come Vishnu (guna avatara).

Tutte le emanazioni Vishnu-tattva possiedono la stessa potenza di Dio (come ogni candela e' uguale ad un'altra), ma resta il fatto che Krishna e' l'origine di ogni altra.

Quando Krishna Si manifesta, tutte le Sue potenze si manifestano con Lui, forse e' questo che hai letto sul libro di Krishna e che ancora non ti e' chiaro.
Comunque tutto sara' chiarito dalla completa lettura dello Srimad-Bhagavatam, non devi fare altro che procurarti quest'opera e studiarla attentamente. Tutti i dubbi saranno perfettamente chiariti dalle spiegazioni di Bhaktivedanta Svami Prabhupada, quello che possiamo dire noi, specialmente via e-mail, e' sempre ridutttivo.
-------------------------------------------
Se così fosse la personificazione dell’energia esterna (durga?) avrebbe anche le stesse caratteristiche di Balarama (ammesso che sia la personificazione della forza).
----------------------------------------------
Non necessariamente. Durga e' un'anima individuale, al servizio di Dio (e quindi anche di Balarama), che svolge una determinata missione nell'ambito di un universo materiale. Balarama invece e' Dio Stesso, non limitato da tempo e spazio.
-------------------------------------------
Quando Sri Caitanya apparve, lo seguirono anche le sue emanazioni, dato che egli stesso è Dio, esse hanno istituito qualcosa? Di loro non ho sentito niente. Come mai?

Siccome Sri Caitanya era un maestro, non è logico che fossero dei maestri anche le sue emanazioni?
-------------------------------------------
La loro apparizione, insegnamenti ed attivita' sono descritte nella Caitanya Caritamrita, che e' uno studio superiore, consigliato di intraprendere dopo aver compreso molto bene la filosofia vaisnava, grazie alla Bhagavad-Gita e allo Srimad-Bhagavatam.

C'e' un ordine cronologico di studio delle sue opere, stabilito da Srila Prabhupada stesso per la nostra migliore comprensione spirituale:

1) Bhagavad-gita
2) Nettare della devozione
3) Libro di Krishna
4) Srimad Bhagavatam
5) Caitanya Caritamrita

Specialmente la Caitanya Caritamrita dovrebbe essere studiata, con molta attenzione, solo dopo aver compreso perfettamente la filosofia attraverso le opere precedenti.
---------------------------------
Secondo te è importante allontanare le persone atee o che fanno cose che un devoto non farebbe mai?

Mi sono reso conto che mi da fastidio anche solo guardarle, vogliono farmi credere di aver ragione e io non posso neanche controbattere e mi devo limitare ad ignorarle perché non sono abbastanza informato.
-----------------------------------
Si', e' importante allontanarle per mantenersi in equilibrio e poter avanzare in coscienza di Krishna.
Ma sempre secondo il tempo, il luogo, le circostanze e le persone coinvolte.

Ci sono 6 principi fondamentali da seguire per porsi nella condizione ottimale di progresso in coscienza di Krishna:

1) Accettare tutto cio' che e' favorevole al servizio devozionale
2) Rifiutare tutto cio' che e' sfavorevole al servizio devozionale
3) Confidare fermamente nella protezione di Krishna
4) Considerare Krishna come il proprio unico sostegno e padrone
5) Dipendere completamente da Krishna per la soddisfazione dei propri desideri
6) Rimanere umili nonostante la propria capacita', abilita' o cultura materiale

Percio', per il 2° principio, bisogna rifiutare di parlare di Krishna con persone che non condividono il nostro interesse per il Suo servizio devozionale, altrimenti saremo scoraggiati ed impediti nel nostro progresso (e' un'offesa al santo nome, parlare delle sue glorie a chi si rifiuta di comprenderle).

Spesso la cosa migliore da fare in casi come il tuo, che e' un caso tipico tra i devoti occidentali, e' semplicemente evitare di fare questo tipo di discorsi alle persone non interessate, cioe' non parlare loro di qualcosa che non possono e/o non vogliono capire.

La nostra felicita' la dovremmo ricercare nella compagnia dei devoti, che possono capire e che ci illuminano con la loro
conoscenza e fiducia in Krishna, alla quale anche noi aspiriamo.

Comunque, anche quando sarai informato e illuminato, probabilmente non potrai controbattere piu' di tanto, perche' la gente si rifiuta di ascoltare. Loro sono in questo mondo proprio perche' si sono rifiutati di ascoltare: non ci possiamo aspettare che siano interessati, se non molto raramente.

Siamo noi che dobbiamo cambiare associazione ed essere soddisfatti di relazionare con altri devoti.
Con gli altri, i non-devoti, avremo una relazione diversa. A volte formale, a volte di amicizia o di parentela, per quanto possibile di aiuto, di comprensione, di avvicinamento alla coscienza di Krishna (per chi lo desidera e non si oppone, naturalmente), ognuno al
proprio livello.
Con l'esperienza si impara ad interagire facilmente con tutti loro, perche' riprendiamo la nostra originale posizione di servitori di Krishna, anche se loro non lo sanno. Non preoccuparti troppo, adesso, di dover soddisfare tutti o di dover controbattere. Cerca solo di trovare un buon equilibrio che ti permetta di continuare
le tue pratiche, lo studio, ecc., senza disturbare nessuno e senza essere disturbato da nessuno.
-----------------------------------------
Mi sono accorto che è quasi tutto a sfavore di questo movimento, ma non importa, adesso così come sono riuscito a smettere di fare tante cose voglio smettere di guardare la tv, è peggio della droga, e in più ti riempie di dubbi, mentre bisognerebbe avere solo la certezza e la fermezza di rimanere in coscienza di krsna 24h su 24.

Personalmente la prima cosa da cui mi sono liberato fin da subito è stata la musica, era peggio di un vizio, il tempo che sprecavo a quella maniera adesso lo impiego per pensare a krsna e rifugiarmi in lui.
-----------------------------------------
Va bene, questo desiderio e' molto buono. Comunque non dovrebbe essere una forzatura. Il distacco da queste cose dovrebbe venire
automaticamente con il graduale aumento di interesse per Krishna.
Cerca di aggiungere Krishna alla tua vita, piuttosto che togliere le altre cose. Prima metti Krishna al centro della tua vita, poi le altre cose se ne andranno da sole, gradualmente. Non viceversa.
----------------------------------
Secondo un mio amico si diventa drogati o alcolizzati quando la prima cosa che si fa appena alzati è pensare all’alcool o alla droga secondo me è vero, ma il mio punto fisso è krsna, io mi alzo cantando il mantra, è come se ne sentissi il bisogno, ma non solo i 16 giri, bisogna cantarlo 24h su 24 perché si stà meglio, sento che qualsiasi cosa succeda, a me non interessa perché sto cantando hare krsna.

Ogni volta che mi viene un dubbio o un cattivo pensiero o tutte le volte che sono per la strada mormoro hare ksna senza farmi sentire e trovo la tranquillità.
-------------------------------------
Va bene, continua cosi'.
-------------------------------------
Secondo me non è strumentalizzazione chiedo solo a Krsna di avere misericordia e di proteggermi.
-------------------------------------
Che significa strumentalizzazione ?
Da parte di chi, e per quale motivo ?
Krishna e' una persona, e noi tutti abbiamo una relazione personale con Lui. Alcuni lo sanno (i devoti) ed altri no (i non-devoti), questa e' la sola differenza.

Strumentalizzazione, ipnosi, lavaggio del cervello ed altre simili false accuse sono invenzioni di persone sciocche e male informate, incapaci di capire Krishna a causa dei loro atti peccaminosi e della loro invidia verso di Lui. Tutto qui.

E' tutto molto chiaro, alla luce del sole.
Il metodo della coscienza di Krishna e' scientifico, logico, razionale, dimostrabile e praticabile da chiunque.
Noi invitiamo chiunque lo desideri a provarlo e a fare l'esperienza spirituale genuina di essere un'anima individuale eterna, in relazione con Krishna.

Ma loro non vogliono farlo, ed accusano chi lo fa di essere strumentalizzati, senza avere la minima cognizione di causa.
E' come se i matti di un manicomio, abituati a vivere segregati, incontrassero una persona che vuole uscire perche' e' guarito dalla pazzia: lo prenderebbero per matto. Ma non sanno che in realta' i matti sono loro.
------------------------------------------------
L’unica cosa di cui mi rendo conto è che questo avviene prevalentemente quando sono solo, infatti quando sono con altre persone non penso a krsna, almeno non consciamente.

Secondo tè e solo una questione di tempo?

Secondo me si, tempo e concentrazione. E determinazione.
-------------------------------------------
Si, e' una questione di coscienza. Gradualmente, seguendo il metodo, la tua coscienza sara' sempre piu' fissa in Krishna, indipendentemente dalla presenza di altri. Adesso non e' fissa a causa della tua identificazione con il corpo materiale, che e' ancora presente.
----------------------------------------------------
Con lo srimad bhagavatam mi sarà chiarito tutto ciò che riguarda la gestione dell’universo?
---------------------------------------
Certamente. E ti sara' chiarito anche tutto cio' che di altro ti potra' interessare.
Krishna e' completa conoscenza, e lo Srimad Bhagavatam e' la Sua forma scritta.
----------------------------------------------
È possibile che con il dolore fisico si comprometta anche l’anima (la risposta è no, ma voglio dire: se sto male e non ho voglia di cantare il mantra magari perché ho il raffreddore o mal di pancia non è una bella cosa.)

Personalmente è successo che una settimana fa mi venisse il raffreddore che se vogliamo è una cosa banale ma molto fastidiosa e non avevo molta voglia di cantare perché mi dovevo soffiare il naso ogni minuto, però non ero contento al fatto di dover interrompere la recita del mantra solo per questo, così con pazienza ci sono riuscito, ma in caso di impossibilità vera e propria?
-------------------------------------------------
Il dolore non puo' compromettere l'anima, ma puo' compromettere il corpo. Noi usiamo il corpo come strumento per avanzare in coscienza di Krishna, percio' dobbiamo curarlo attentamente e mantenerlo in perfetta efficienza, proprio perche' e' uno strumento cosi' importante per il nostro avanzamento.
Dobbiamo usare la nostra intelligenza al massimo grado per utilizzare questo strumento in modo corretto, il che significa controlli e cure mediche se necessarie, condizioni ottimali di lavoro (non troppo caldo ne' freddo, non troppo sforzo ne' troppo riposo, non troppo cibo ne' troppo poco, ecc.) e tutto il resto.

In caso di malattia, usa semplicemente il tuo buon senso. Se non puoi cantare perche' non hai voce o non respiri bene, metti un cd di Srila Prabhupada che recita e sforzati di seguirlo mentalmente il piu' possibile.
Appena sei guarito, ricomincia a fare tutto normalmente.
Usa il buon senso in ogni situazione, tutto qui (Krishna e' una persona, ed apprezza lo sforzo).
----------------------------------------------------
Quando è che un maestro cade dalla strada del ba…..yoga?
Appunto nel caso detto prima? (cioè se non osserva la regola dei 16 giri?)
----------------------------------------------
Si puo' cadere da qualsiasi posizione in qualsiasi momento, perche' il libero arbitrio dell'anima individuale e' eterno come l'anima stessa, anzi e' proprio la sua natura intrinseca.

Il libero arbitrio, quando usato male, puo' portare l'anima individuale a cadere nel mondo materiale, da qualunque posizione. Non e' questione di maestro o non maestro. Ogni essere individuale e' intimamente legato a Krishna, ma puo' decidere di abusare del suo
libero arbitrio per tentare di godere separatamente da Lui, cercando di imitarLo in qualche modo.

Ecco che viene percio' inviato nell'ambiente materiale, dove potra' dar libero sfogo al suo desiderio anomalo.

La perfezione dell'anima individuale, cio' per cui e' emanata da Krishna Stesso, e' invece quella di usare volontariamente il proprio libero arbitrio per servirLo, e godere quindi della felicita' eterna, in Sua compagnia, nel mondo spirituale.

Questo metodo della coscienza di Krishna porta l'essere individuale a risvegliare la propria relazione con Krishna e a poter usare il libero arbitrio come desidera.

A volte, l'anima individuale, anche se molto elevata spiritualmente (come i maestri di cui parli), mantiene qualche desiderio materiale nel cuore, e percio' lascia, volontariamente, la via spirituale, perche' desidera soddisfare qualche suo desiderio materiale, prima di tornare a Dio. Comunque questo e' raro.

Piu' spesso si commettono errori ed offese nell'ambito del servizio devozionale, per cui puo' capitare di passare un periodo di tempo senza praticare, anche tutta una vita.
Tuttavia niente e' perso, si riprende nella vita successiva dal punto in cui abbiamo lasciato, perche' l'avanzamento spirituale non viene mai cancellato, ma prosegue vita dopo vita.
Tuttavia Srila Prabhupada ci ha fornito strumenti, metodo ed informazioni complete su come evitare ogni caduta accidentale, scientificamente parlando.
Seguendo tutte le sue indicazioni, non c'e' possibilita' di caduta involontaria. Inoltre, per una persona sincera, Krishna e' sempre li', pronto ad aiutare e a rettificare gli errori, non bisogna aver paura.

Hare Krishna !

Gokula Tulasi das
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
RKC Forum © RKC - tutti i diritti riservati Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,23 secondi. radiokrishna | TRKN | Snitz Forum