RKC Forum
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 UTILITA'
 Guida alla Coscienza di Krishna
 L'importanza dell'ascolto
 Forum Bloccato
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Lakshmi Priya
Moderatore


Emilia Romagna


185 Messaggi

Inserito il - 22/03/2005 : 22:05:26  Mostra Profilo
Hare Krishna a tutti, oggi parleremo dell’importanza di ascoltare i discorsi che riguardano il Signore Supremo.

Nel verso 5.18.11 dello Srimad-Bhagavatam e’ scritto:

“ Nella compagnia di persone il cui unico interesse e’ il Signore Supremo, Mukunda, e’ possibile ascoltare le Sue potenti attivita’ e arrivare presto a comprenderle. Le attivita’ di Mukunda sono cosi’ potenti che e’ sufficiente ascoltarle per entrare immediatamente in contatto col Signore. Colui che costantemente ascolta con attenzione il racconto delle attivita’ straordinarie del Signore sentira’ la Verita’ Assoluta, Dio, la Persona Suprema, entrare nel cuore sotto la forma di queste vibrazioni sonore e purificarlo da ogni contaminazione. D’altra parte, sebbene il fatto di bagnarsi nel Gange diminuisca le contaminazioni e le infezioni del corpo, questa pratica, insieme con quella di visitare i luoghi santi, puo’ purificare il cuore solo dopo molto tempo. Qual’e’ dunque l’uomo sano di mente che non cerchera’la compagnia dei devoti per portare rapidamente alla perfezione la propria vita ?”.

Srila Prabhupada commenta che bagnarsi nel Gange puo’ sicuramente guarirci da numerose malattie infettive, ma non puo’ purificare una mente che e’ attaccata alle cose materiali e suscita ogni sorta d’impurita’ nell’ambito dell’esistenza materiale.

Tuttavia colui che sta in contatto diretto col Signore Supremo ascoltando il racconto delle Sue attivita’ libera la sua mente da ogni contaminazione e non tarda ad accedere alla coscienza di Krishna.

Suta Gosvami afferma nello Srimad–Bhagavatam 1.2.17:

“Il Signore Supremo, che risiede nel cuore di ogni essere, e’ molto soddisfatto quando una persona ascolta il racconto delle Sue attivita’, e personalmente purifica da ogni contaminazione la mente di colui che ascolta”.

L’esistenza materiale e’ causata dalle impurita’ che si trovano nella mente. Se qualcuno arriva a purificare la mente ritrova subito la sua posizione originale: diventato cosciente di Krishna, vede la sua vita coronata dal successo.

Per questo motivo tutti i grandi santi nella successione devozionale raccomandano molto fermamente la pratica che consiste nell’ascolto.

Sri Caitanya Mahaprabhu ha introdotto il canto pubblico e collettivo del mantra “Hare Krishna” al fine di dare a tutti la possibilita’ di ascoltare il santo nome di Krishna; infatti semplicemente ascoltando questo mantra:

Hare Krishna, Hare Krishna
Krishna Krishna, Hare Hare

Hare Rama, Hare Rama
Rama Rama, Hare Hare

ci si purifica. Questa e’ la ragione per cui l’attivita’ principale del nostro movimento per la coscienza di Krishna consiste nel cantare il mantra Hare Krishna nel mondo intero.


Grazie,

Loretta

(continua)

Lakshmi Priya
Moderatore


Emilia Romagna


185 Messaggi

Inserito il - 23/03/2005 : 15:24:47  Mostra Profilo
Hare Krishna a tutti, oggi continuiamo a parlare dell’importanza dell’ascolto. (Parte 2)

Quando la mente e’ purificata col canto del mantra Hare Krishna si arriva gradualmente alla coscienza di Krishna, e si leggono opere come la Bhagavad-gita, lo Srimad-Bhagavatam, il Caitanya-Caritamrta e il Nettare della Devozione.

In questo modo ci si libera sempre piu’ dalle contaminazioni materiali, come conferma lo Srimad–Bhagavatam (1.2.18):

“Ascoltando regolarmente lo Srimad-Bhagavatam e servendo i puri devoti del Signore, tutto cio’ che turba il cuore e’ completamente distrutto e il servizio d’amore al Signore Supremo, glorificato con inni trascendentali, vi si stabilisce in modo irrevocabile”.

Cosi’, per il semplice fatto di ascoltare le potenti attivita’ del Signore, il cuore del devoto diventa quasi completamente purificato da ogni contaminazione materiale e la sua posizione originale di servitore eterno del Signore, parte integrante della Sua Persona, diventa manifesta.

Mentre il devoto si consacra al servizio di devozione, la passione e l’ignoranza si dissipano a poco a poco in lui, permettendogli di agire solo sul piano della virtu’.

Egli diventa allora felice e continua a progredire nella coscienza di Krishna.

Tutti i grandi acarya insistono affinche’ si dia a tutti l’occasione di ascoltare i racconti che riguardano il Signore Supremo, perche’ allora il successo e’ assicurato.

Quanto piu’ liberiamo il cuore dal fango degli attaccamenti materiali, tanto piu’ saremo attratti dal nome, dalla forma, dalle qualita’ e dai divertimenti di Krishna.

Questa e’ l’essenza del Movimento per la coscienza di Krishna.

Krishna rappresenta la fonte originale di tutti gli esseri. Egli stesso lo conferma nella Bhagavad-Gita (15.7) quando dice:

“Gli esseri viventi, nel mondo delle condizioni, sono Miei frammenti eterni. Ma essendo condizionati lottano duramente contro i sensi, tra cui la mente”.

Tutti gli esseri viventi sono frammenti di Krishna, e quando ravvivano la loro coscienza di Krishna originale possiedono, in quantita’ infinitesimale, tutte le qualita’ del Signore.

Chiunque segua le nove pratiche del servizio di devozione, sravanam, kirtanam, (visnoh) smaranam, pada-sevanam, arcanam, vandanam, dasyam, sakhyam e atma-nivedanam qui spiegate:

1) sravanam : ascoltare cio’ che riguarda Dio

2) kirtanam : glorificare il Signore

3) amaranam : ricordarsi del Signore

4) pada-sevanam : servire i piedi di loto del Signore

5) arcanam : adorare il Signore

6) vandanam : offrire preghiere al Signore

7) dasyam : servire il Signore

8) sakhyam : legarsi d’amicizia col Signore

9) atma–nivedanam : abbandonarsi completamente al Signore

sente il cuore purificarsi e puo’ subito comprendere il legame che lo unisce a Krishna.

Ritrova allora la sua vera natura, che e’ quella di essere cosciente di Krishna.


Grazie,

Loretta
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Forum Bloccato
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
RKC Forum © RKC - tutti i diritti riservati Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,12 secondi. radiokrishna | TRKN | Snitz Forum