RKC Forum
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 RADIO KRISHNA CENTRALE
 DOMANDE E RISPOSTE N. 05
 in India
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione   

raffaele
Nuovo Utente


Lombardia


1 Messaggi

Inserito il - 29/12/2004 : 13:42:37  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
in questi giorni sto' ascoltando sempre la radio per i continui aggiornamenti delle vittime del maremoto, ci sono anche diversi microfoni aperti con gli ascoltatori ed ho notato che molte persone se la prendono con Dio per quanto accaduto! perché le persone non riescono ad analizzare + a fondo le cose che non sono solo materiali?perché ci si limita sempre al fatto in quanto tale e non si riesce invece a cercare dentro noi stessi la vera origine dei problemi di questo mondo e di questa era?

RKC Mayapur
Amministratore

RKC


Estero


1939 Messaggi

Inserito il - 29/12/2004 : 15:55:41  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Caro Raffaele, Hare Krishna, grazie molte per il messaggio.

Quello che dici e' corretto, le sofferenze che colpiscono l'umanita' sono provocate dal fatto che le leggi di Dio, emanate in precedenza (all'inizio della manifestazione cosmica materiale), sono violate.

Il disegno di Dio per l'uomo non e' quello di farlo soffrire senza motivazione, come apparentemente potrebbe sembrare, a causa dell'ignoranza di tale leggi.
Anzi, Dio crea questo mondo materiale e permette all'anima individuale che desidera venire quaggiu', di godere dei propri sensi materiali (in maniera regolata), e di tornare, se e quando lo desidera, nel mondo spirituale, in compagnia del Signore, da cui proviene, per riprendere la propria vita eterna piena di conoscenza e felicita' perfette.

Ma l'essere umano della nostra era non conosce il disegno di Dio ne' le Sue leggi, e quando le reazioni alle sue attivita' errate lo colpiscono, se la prende ingiustamente con Lui, pensando che Egli ne sia il responsabile.

In realta' il responsabile e' la stessa anima individuale che, con le proprie azioni non compatibili con l'ordine cosmico (il dharma), provoca reazioni del genere di quelle che vediamo in questi giorni, e molte altre (tutti e tre i tipi di sofferenze, sia a livello individuale che collettivo:
_adhyatmika, quelle che provengono dal corpo e dalla mente
_adhibhautika, quelle che provengono dagli altri esseri viventi
_adhidaivika, quelle che provengono dalle autorita' superiori, come le calamita', i terremoti, ecc.)

Fortunatamente grandi saggi del passato avevano previsto questo stato di cose, percio' hanno lasciato la conoscenza delle Leggi del Signore e del modo di evitare ogni sofferenza, del resto inutile per l'anima spirituale, anche se condizionata:

anarthopasamam saksad
bhakti yoga adhoksaje
lokasyajanato vidvams
cakre satvata-samhitam

"Le sofferenze materiali dell'essere vivente, che gli sono superflue, possono essere alleviate direttamente dal processo del servizio devozionale, ma la gente non lo sa.
Percio' l'erudito Vyasadeva ha compilato la letteratura vedica, che e' in relazione con la Verita' Assoluta". (Srimad Bhagavatam 1.7.6)

Purtroppo la maggior parte della gente preferisce ignorare le direttive del Signore e vivere senza alcuna sicurezza, prendendosela (inutilmente) con Lui quando i propri desideri non sono soddisfatti.

Percio' noi invitiamo tutti a prendere seriamente le informazioni e il metodo del servizio devozionale al Signore, la coscienza di Krishna, per essere capaci di vivere felici in questo mondo materiale e, volendo, di tornare a Dio, nella nostra dimora originale, alla fine della vita presente: questo metodo inizia con l'ascolto e la ripetizione del maha mantra

HARE KRISHNA HARE KRISHNA
KRISHNA KRISHNA HARE HARE
HARE RAMA HARE RAMA
RAMA RAMA HARE HARE

In seguito possiamo parlare degli effetti benefici di tale mantra sull'anima individuale e sulla societa' in generale.

Alla prossima, Hare Krishna.

Gokula Tulasi das
RKC Pisa
Torna all'inizio della Pagina

Francis
Utente Master



228 Messaggi

Inserito il - 01/01/2005 : 18:51:45  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Ho capito male, oppure dici che la colpa di questo disastro è da addebbitarsi al comportamento dell'uomo e non, come sembrerebbe, al movimento della falda terrestre?
Torna all'inizio della Pagina

RKC Mayapur
Amministratore

RKC


Estero


1939 Messaggi

Inserito il - 02/01/2005 : 00:31:14  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Hare Krishna, caro Francis, grazie della domanda.
Si, la tua conclusione e' corretta: quanto detto vale, purtroppo, non solo per questo ennesimo disastro, ma anche per tutti gli altri, passati, presenti e, speriamo non ce ne siano, futuri.

Il movimento della falda terrestre, ammesso che questa ne sia veramente la causa apparente, esterna, e' solo la conseguenza del fatto che, a priori, ignorando gli ordini di Dio, gli esseri umani commettono ogni sorta di infrazioni alle leggi cosmiche, e come risultato, la natura materiale mette in atto la sua vendetta, sottoforma di calamita' naturali ed altri tipi di sofferenza.
Si tratta semplicemente della famosa legge del karma.

In realta' la sofferenza non esiste, se le Leggi del Signore vengono seguite, come lo erano sull'intero pianeta fino a circa 5000 anni fa: nel regno di Maharaja Parikshit, la sofferenza era ancora in massima parte sconosciuta. Gradualmente, le sofferenze cominciarono ad apparire, a causa del sempre crescente numero di attivita' adharmiche (irreligiose) che venivano compiute sul pianeta, fino ad arrivare ai nostri giorni, dove la sofferenza e' all'ordine del giorno.

Ma non e' sempre stato cosi', tant'e' vero che, all'inizio del Kali-yuga, circa 5000 anni fa, appunto, molti grandi saggi si riunirono nella foresta di Naimisaranya, allo scopo di compiere sacrifici destinati ad eliminare la sofferenza che, come previsto dalle scritture vediche, sarebbe presto arrivata a disturbare gli esseri umani.

In quel contesto, fu deciso di ascoltare lo Srimad Bhagavatam, il purana immacolato, che parla delle attivita' del Signore Supremo, in quanto l'ascolto delle Sue attivita' ha il piu' grande potere purificatore ed e' in grado di alleviare ogni sofferenza.

Su questa stessa base, noi proponiamo a tutti lo stesso ascolto, attraverso la catena disciplica di maestri spirituali, sicuri che tale ascolto possa sortire l'effetto desiderato, eliminare le sofferenze di ogni genere dalla faccia della Terra.

Alla prossima, Haribol !

Gokula Tulasi das
Torna all'inizio della Pagina

Francis
Utente Master



228 Messaggi

Inserito il - 02/01/2005 : 09:47:56  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
anche io talvolta mi sono dato questa spiegazione... ovvero la sofferenza dell'uomo generata dalle colpe dell'uomo stesso.... chi lo chiama Karma, chi peccato originale o altro... Però si vede talvolta soffrire e morire prematuramente chi invece è molto religioso e buono.. mentre di contro si vedono persone corrotte e cattive che vivono molti anni ed anche negli agi......
Torna all'inizio della Pagina

RKC Mayapur
Amministratore

RKC


Estero


1939 Messaggi

Inserito il - 02/01/2005 : 15:40:19  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Si, questo e' normale, perche' il karma tiene conto di tutte le vite passate, che possono essere anche Migliaia, o addirittura Milioni o ancora di piu'.
Se inserisci questo parametro nelle tue spiegazioni vedrai che tutto torna.

Inoltre, e' normale anche proprio quello che tu dici, e cioe' che le persone influenzate in qualche modo dalla virtu', soffrano in questa stessa vita (significa che stanno scontando i "pochi", relativamente parlando, peccati che hanno fatto o fanno tuttora), perche' in seguito li aspetta una vita piu' confortevole. Per contro, invece, le persone deliberatamente "viziose", cioe' sotto l'influsso della passione e/o dell'ignoranza, apparentemente non subiscono le sofferenze dei primi, ma questo e' indice che al momento opportuno, forse dopo la morte, il destino che li aspetta e' veramente molto nero.
Infatti la legge del karma prevede normalmente che prima si goda degli eventuali atti pii compiuti (per questo a tali persone puo' andare anche piuttosto bene, materialmente parlando, nella vita attuale), e poi che si soffra di tutti gli atti colpevoli compiuti, e questa non e' una bella cosa.

Quindi riassumendo, nel vedere la situazione da te descritta, si puo' senz'altro acquisire ancora piu' fiducia nella giustizia divina, il karma.

Hare Krishna !

Gokula
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione   
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
RKC Forum © RKC - tutti i diritti riservati Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,16 secondi. radiokrishna | TRKN | Snitz Forum