RKC Forum
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]



                                     


Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 RADIO KRISHNA CENTRALE
 DOMANDE E RISPOSTE N. 02
 IMPERSONALISMO
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

RKC Mayapur
Amministratore

RKC

Estero


1961 Messaggi

Inserito il - 17/11/2003 : 12:26:14  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Carissimo Gokula Tulasi,

grazie mille per la risposta alla domanda che ti avevo fatto giorni fa, relativa all'energia elettrica, quello che mi hai risposto unitamente a ciò che d'altro hai scritto sul medesimo argomento mi hanno molto soddisfatto.

Ora sono di nuovo alla carica con una nuova domanda, mi dispiace farti domande una diversa dall'altra, so di saltare come si dice "di palo in frasca" e spero tanto che questo non ti disturbi, ma sai com'è, man mano che le domande affiorano alla mia mente io me le segno, poi alla fine mi trovo una lunga lista con tante proposte di argomenti molto divesri fra di loro.



Allora, leggevo nella Bhagavad Gita il ver 28 del capitolo 2:



"Tutti gli esseri creati sono in origine non manifestati, si manifestano nel loro stato transitorio e una volta dissolti tornano ad essere non manifestati. A che serve dunque lamentarsi?"



Letto così questo verso mi appare come una palese attestazione impersonalistica...mi pare una conferma di ciò che sostengono quelle teorie, quelle correnti filosofiche che sostengono il fatto per cui una volta nel Regno Spirituale noi ci troveremo appunto dissolti, privi della nostra identità, fusi nel divino.

L'interpretazione da darsi a queste Parole va in questa direzione oppure queste parole vanno lette in chiave diversa?



Grazie mille per la risposta che attendo con ansia,



Ciao Hare Krishna,



Stephan

RKC Mayapur
Amministratore

RKC


Estero


1961 Messaggi

Inserito il - 17/11/2003 : 12:34:17  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Caro Stephan, Hare Krishna, grazie molte dell'intervento.

Naturalmente non ha importanza se le domande sono diverse, ci fa sempre molto piacere parlare, per quanto ci e' possibile, di tutto cio' che riguarda la coscienza di Krishna.



Ora, in effetti il forum e' uno strumento un po' limitato, occorre parecchio tempo per scrivere e ottenere la risposta, che non potra' mai essere esauriente, percio' ti invito a chiamare qui in redazione, ci possiamo tenere in contatto telefonico (abbiamo una flat a tariffa fissa, proprio per poter contattare tutti gli interessati).

Soprattutto se hai molti argomenti di cui parlare (ottimo il fatto di tenere una lista, continuamente aggiornata), un dialogo vocale risultera' senz'altro piu' efficace.



E' cosi' che si avanza in coscienza di Krishna, facendo domande, risolvendo dubbi, diventando (quindi) fiduciosi, e in seguito impegnandosi con conoscenza nell'applicazione pratica del metodo, il bhakti yoga. Facilitare tutto questo e' uno dei nostri servizi, quindi spero di sentirti presto.



Veniamo adesso alla tua domanda, di cui ti ringrazio particolarmente perche' la Bhagavad-gita e' uno dei testi che preferisco: in effetti il concetto che Krishna espone nel verso 28 del 2° capitolo da te citato si avvicina molto alla teoria impersonalista. E' chiamata precisamente filosofia VAIBHASIKA. Srila Prabhupada spiega nel commento al verso 26 sempre del 2° capitolo, quindi poco prima, che anche se Arjuna avesse aderito a tale filosofia e avesse negato l'esistenza di un'anima distinta dal corpo, non avrebbe avuto alcun motivo di lamentarsi (perche' nessuno lamenterebbe la perdita di un'amalgama di elementi chimici).



Il verso 28 ripropone il medesimo concetto, con il preciso intento di convincere Arjuna della

inutilita' dei suoi lamenti (ricordiamoci che Krishna sta incitando Arjuna alla battaglia), anche se non credesse nell'esistenza dell'anima.

Non e' che Krishna stia sostenendo la filosofia Vaibhasika, la sta solo illustrando ad Arjuna per convincerlo da piu' punti di vista.



Spero di esserti stato utile, alla prossima, Haribol !



Tuo servitore

Gokula Tulasi das




Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
RKC Forum © RKC - tutti i diritti riservati Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,14 secondi. radiokrishna | TRKN | Snitz Forum