RKC Forum
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 RADIO KRISHNA CENTRALE
 DOMANDE E RISPOSTE N. 25
 Guru vicino, Guru lontano... ??
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Francis
Utente Master



228 Messaggi

Inserito il - 29/09/2014 : 20:46:24  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
HO conosciuto devoti che hanno preso iniziazione da Guru lontani (INdia) che vedono raramente, una volta l'anno se tutto va bene..

Altri hanno preso iniziazione da Guru italiani, che possono vedere quasi tutte le domeniche...

COsa cambia nella vita spirituale di queste persone? Avere un Guru con cui non si parla quasi mai, puo' penalizzare la crescita spirituale o no??

RKC Mayapur
Amministratore

RKC


Estero


1982 Messaggi

Inserito il - 05/10/2014 : 12:59:46  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Caro Francis, Hare Krishna, grazie per l'importante domanda.

Per come e' strutturata oggi la societa', possiamo dire che la massa in generale non puo' frequentare "fisicamente" il diksha-guru, il maestro spirituale iniziatore (visto che parliamo di iniziazione) piu' di tanto, se escludiamo le poche persone del suo seguito (attendenti, segretari ecc.). Poco importa che egli risieda in Italia, in India o altrove.

D'altra parte incontrare una persona, anche se fosse molto avanzata, esperta spiritualmente o perfino santa (insomma un puro devoto), solo per qualche ora una volta all'anno, al mese o alla settimana, si, puo' essere utile e certamente piacevole, sempre benefico spiritualmente, instaurare con lui un rapporto di servizio o di amicizia, ma questo incontro, in se' stesso non fara' poi una grande differenza, per chi e' gia' impegnato nell'ambito di un percorso di realizzazione spirituale come il bhakti yoga, che presuppone un impegno di coscienza per 24 ore al giorno, in un modo o nell'altro.

Infatti la funzione principale del diksha-guru, almeno nell'Associazione Internazionale per la coscienza di Krishna (ISKCON), non e' tanto quella di istruire i propri discepoli, quanto quella di liberarli dal karma precedente al momento dell'iniziazione, facilitando cosi' il loro progresso spirituale.

La conoscenza trascendentale, la filosofia e tutte le istruzioni necessarie saranno invece acquisite costantemente, ogni giorno, dal siksha-guru, Bhaktivedanta Svami Prabhupada, attraverso i suoi libri, lezioni, conversazioni eccetera.

La vibrazione spirituale non perde mai la propria potenza, nonostante l'apparente assenza di chi l'ha pronunciata, rimane valida per l'eternita'.

Ora, leggere i libri di Srila Prabhupada, che riportano le sue parole, o ascoltare le sue lezioni registrate ecc., equivale a beneficiare della sua presenza personale.

Quindi se lo frequentiamo sempre in questo modo, regolarmente e con costanza, tutti i giorni, la distanza fisica del diksha-guru (maestro spirituale iniziatore) sara' praticamente ininfluente, in relazione al nostro progresso spirituale.

Ripeto che ogni incontro col diksha guru sara' certamente utile, piacevole ed auspicabile, come se incontrassimo una persona cara, un devoto piu' avanzato che puo' aiutarci, e che ci ha aiutato considerevolmente, facendosi carico del nostro karma al momento dell'iniziazione, che a volte puo' anche darci delle direttive personali, se la situazione lo richiede (dipende dalle circostanze).

Infatti il diksha guru e' considerato importante quanto il siksha guru, nella vita spirituale del discepolo: tuttavia la sua funzione non e' quella di istruire costantemente, cosa che in pratica e' impossibile nella societa' odierna, specie in Occidente, come dicevamo.

Istruire e' compito del siksha-guru, ed anzi se qualche istruzione arrivasse anche dal diksha guru, questa deve essere perfettamente compatibile con gli insegnamenti di Srila Prabhupada, al 100%, senza aggiunte, modifiche o sottrazioni.

Percio' in uno studio comparato, e' assolutamente indispensabile stare in compagnia del maestro spirituale istruttore, ogni giorno, attraverso libri, lezioni ecc., mentre il disksha guru puo' essere frequentato piu' di rado, secondo le circostanze.

D'altra parte l'obbiettivo del movimento Hare Krishna (ISKCON) e' proprio quello di dare l'opportunita' a chiunque nel mondo, di stare in compagnia del maestro spirituale fondatore, istruttore (Srila Prabhupada, appunto), attraverso i suoi libri, lezioni, conversazioni eccetera, affinche' ognuno possa avanzare fino alla piu' alta perfezione spirituale, indipendente dalla propria ubicazione geografica, dallo stato sociale, familiare, lavorativo ecc. ecc.

Allo scopo, utilizziamo anche strumenti come internet, radio, televisione ecc., per raggiungere piu' persone possibile.

In questo modo chiunque, da casa propria, puo' progredire spiritualmente fino ai massimi livelli.

Chi desidera, poi, avvantaggiarsi al massimo di tutte le opportunita' offerte dall'istituzione fondata da Srila Prabhupada, che comprendono la possibilita' di essere iniziati da un diksha guru autorizzato dal movimento, per un piu' facile e rapido avanzamento spirituale, puo' avvicinare qualche tempio o maestro e frequentarli, come si diceva, una volta alla settimana, al mese, all'anno o quello che sara' stabilito, secondo le modalita' locali, ma questa frequentazione non e' necessariamente significativa nell'ambito del processo, che rimane quello stabilito da Srila Prabhupada per chiunque, indipendentemente dall'aver preso l'iniziazione diksha: www.radiokrishna.com/bhaktiyoga (citiamo il link al metodo per il beneficio dei lettori).

Forse, leggere queste discussioni in cui si parla dei vari tipi di iniziazione, potra' chiarirti ulteriormente l'argomento:

http://padasevanam.mediarama.com/rkcforum/forum/topic.asp?TOPIC_ID=1442

http://padasevanam.mediarama.com/rkcforum/forum/topic.asp?TOPIC_ID=1490

http://padasevanam.mediarama.com/rkcforum/forum/topic.asp?TOPIC_ID=1036

Eccetera, ne puoi trovare tante altre immettendo la parola chiave "iniziazione", "siksha" o "diksha", per esempio, nel motore di ricerca del forum, qui:

http://padasevanam.mediarama.com/rkcforum/forum/search.asp

Buon proseguimento e alla prossima, Haribol !

Gokula Tulasi das
(RKC Mayapur)

Torna all'inizio della Pagina

Francis
Utente Master



228 Messaggi

Inserito il - 05/10/2014 : 20:31:31  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Grazie... molto interessante... rileggero' con piu' calma, compresi i link segnalati...
Hare Krishna..
Torna all'inizio della Pagina

Francis
Utente Master



228 Messaggi

Inserito il - 06/10/2014 : 19:57:52  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
ho letto il primo link, ed ho un dubbio.. la Bhagavad Gita, non ricordo il punto preciso, dice che dobbiamo prendere un Guru, servirlo e fargli domande,.... seppure SRILA Prabhupada abbia lasciato tutto scritto, io nella mia ignoranza ed incomprensione mi troverei a dover richiedere chiarimenti o spiegazioni e non avere un riferimento.... a questo potrebbe sopperire il Guru iniziatore... ma si ritorna alla mia domanda iniziale,,,, se questi lo vedo una volta ogni uno o due anni, progrediro' meno di chi potra' invece vederlo ogni domenica?
Torna all'inizio della Pagina

RKC Mayapur
Amministratore

RKC


Estero


1982 Messaggi

Inserito il - 07/10/2014 : 11:31:43  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Hare Krishna Francis, no, volendo non e' indispensabile avere chiarimenti da altri maestri, basta continuare la lettura dei libri di Srila Prabhupada, ancora ed ancora, ripetutamente: cosi' avremo la risposta a qualsiasi domanda possiamo porre, e dissiperemo qualsiasi dubbio possa venirci in mente in materia di bhakti yoga.

Questa conoscenza non e' una semplice somma di nozioni come quella materiale a cui siamo abituati (a scuola, per esempio), ma e' una conoscenza trascendentale (divya jnana) e viene rivelata direttamente nel cuore, a patto di ascoltare con fiducia dal maestro spirituale (nel nostro caso, ascoltiamo Srila Prabhupada leggendo i suoi libri).

Non e' questione di quanti incontri, ne' della frequenza di questi incontri... E' questione di sincerita' e di desiderio di avanzamento spirituale.

Naturalmente gli incontri con persone gia' avanzate, per esempio i maestri diksha-guru di cui parlavamo, certamente aiutano e sono sempre auspicabili, per elevare la nostra coscienza e per incoraggiarci a continuare il nostro cammino (e' piacevole ed entusiasmante, e sempre utile, incontrare altre persone che seguono la nostra stessa via), ma la conoscenza trascendentale, divya jnana, di base viene data da Srila Prabhupada, infatti anche i diksha-guru devono ripetere i suoi insegnamenti, nel movimento Hare Krishna.

Perfino questi stessi diksha guru, come sono avanzati spiritualmente ?
Semplice, hanno letto i libri di Srila Prabhupada, ancora ed ancora, fino a dissipare tutti i dubbi, ed a saper rispondere (adesso) a tutte le domande. Non lo hanno mica incontrato personalmente... Forse una o due volte, ma piu' spesso, non lo hanno mai incontrato, fisicamente parlando.

Il vantaggio di incontrare un devoto piu' avanzato di noi, e di fargli domande, e' che ci puo' spiegare subito, quegli argomenti che noi ancora non abbiamo letto sui libri di Srila Prabhupada, o non li abbiamo ancora letti abbastanza volte, da averli compresi bene.

Se la possibilita' di questi incontri e' presente, benissimo, possiamo avvantaggiarcene, che sia una volta alla settimana, al mese o all'anno, ma la stessa comprensione possiamo acquisirla anche solo continuando a leggere i libri di Srila Prabhupada, ripetutamente, da soli.

In realta', teoricamente puo' bastare la lettura del solo nome di Krishna una sola volta, per diventare puri devoti, ma in pratica questo avviene solo in casi rarissimi.

Per noi, in generale per chi si avvicina alla coscienza di Krishna, si considera un buono standard di lettura da un'ora a tre ore al giorno, in base alla propria situazione e al desiderio di progredire.

Questo, servizio (sravanam, l'ascolto dal maestro spirituale, la lettura nel nostro caso) e' il piu' importante da offrire a Srila Prabhupada, soprattutto inizialmente. Piu' esso e' intenso e costante, piu' il nostro avanzamento spirituale e' garantito, nell'ambito del processo scientifico del bhakti yoga: perche' la lettura da sola, non e' sufficiente, ci sono altre attivita' e alcuni principi da seguire, affinche' la conoscenza trascendentale sia rivelata pienamente, in particolare il canto e la recita del maha mantra Hare Krishna.

Riportiamo il link alla guida pratica dell'intero metodo, per i lettori del forum: www.radiokrishna.com/bhaktiyoga


Haribol !

Gokula Tulasi das
(RKC Mayapur)





.
Torna all'inizio della Pagina

Francis
Utente Master



228 Messaggi

Inserito il - 08/10/2014 : 20:33:38  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
[quote]Se la possibilita' di questi incontri e' presente, benissimo, possiamo avvantaggiarcene, che sia una volta alla settimana, al mese o all'anno, ma la stessa comprensione possiamo acquisirla anche solo continuando a leggere i libri di Srila Prabhupada, ripetutamente, da soli. [\quote]

questo punto è molto importante... grazie..
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
RKC Forum © RKC - tutti i diritti riservati Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,14 secondi. radiokrishna | TRKN | Snitz Forum