RKC Forum
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 RADIO KRISHNA CENTRALE
 DOMANDE E RISPOSTE N. 23
 bosone di Higgs
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Ste87
Utente Medio


Lombardia


19 Messaggi

Inserito il - 10/07/2012 : 11:09:12  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Hare Krishna
vorrei sapere cosa ne pensate del famoso "Bosone di Higgs" recentemente individuato dal Cern di Ginevra.
Grazie per la disponibilità del vostro servizio.
Haribol

RKC Mayapur
Amministratore

RKC


Estero


1982 Messaggi

Inserito il - 15/07/2012 : 16:10:54  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Caro Ste, Hare Krishna, piacere di risentirti !
Grazie per la domanda.

Srila Prabhupada chiarisce in molti punti delle sue opere la posizione della scienza materiale, per esempio nello Srimad Bhagavatam 2.6.46, spiegazione:

“[…]
La scienza materiale, e in piccola parte i mezzi materiali grossolani che essa offre all’uomo, favoriscono l’azione materiale, ma i materialisti hanno ancora da scoprire una forma di progresso piu’ sottile che si basa sulle vibrazioni degli inni vedici.

La scienza che tratta della materia grossolana non puo’ sostituirsi al vero scopo della vita umana.
Puo’ tutt’al piu’ creare nuovi bisogni artificiali, senza pero’ risolvere i problemi dell’esistenza.

Il materialismo ha dunque l’effetto di orientare la civilta’ verso un ideale nefasto.

Poiche’ lo scopo ultimo dell’esistenza e’ la realizzazione spirituale, Sri Caitanya raccomanda di invocare direttamente il santo nome del Signore, come abbiamo gia’ detto. Gli uomini del nostro tempo possono facilmente trarre beneficio da questa pratica che, per la sua semplicita’, puo’ adattarsi anche alle strutture sociali piu’ complesse.

[…]”
--------------------------------------

In realta’ quella materiale non e’ nemmeno una vera e propria scienza, piuttosto e’ una sorta di ricerca, le cui nuove “scoperte” mettono continuamente in discussione, modificano o annullano le precedenti, ritenute valide fino a quel momento, nel corso del tempo. Questo accade in particolare ai nostri giorni, in cui si moltiplicano ad infinitum le teorie e le speculazioni sull’origine della vita e della materia.

La possibile rilevazione del “bosone di Higgs” da parte dei fisici del CERN di Ginevra, di cui e’ stata data notizia recentemente, fa parte di questo sistema, in quanto si tratta soltanto della possibile conferma (o meno) di una teoria, postulata da tale Peter Higgs nel 1964, relativa ad un modello atomico “standard”, a cui la comunita’ “scientifica” mondiale vorrebbe giungere.

Sorvoliamo innanzitutto, sui Miliardi di Euro spesi per la messa in pratica di questi esperimenti (strumentazione, logistica, gestione del personale ecc. ecc.), e sui quasi 50 anni di tempo occorso per tentare (ripeto, semplicemente tentare) di dimostrare la validita’ o meno della teoria del bosone di Higgs.

Trascuriamo pure, il fatto che esistono moltissime teorie alternative a quella di Higgs nell’ambito della stessa “scienza” materiale.

Perdoniamo, per cosi’ dire, i numerosi errori, piu’ o meno clamorosi, che spesso impregnano tali esperimenti, come per esempio quello relativo ai neutrini “piu’ veloci della luce”, a carico proprio del CERN, accaduto solo poco tempo prima (chiaro segno dell’imperfezione di tutto il sistema).

Ammettiamo a questo punto, che sia stato veramente scoperto l’ipotetico “bosone di Higgs”, chiamato anche “particella di Dio”, perche’ in grado di conferire massa alle particelle (sempre secondo tale teoria).

Domandiamoci ora, quale sara’ il beneficio di questa scoperta ?

Approfondiremo l’argomento nei prossimi articoli.

Haribol !

Gokula Tulasi das



(CONTINUA)

Torna all'inizio della Pagina

RKC Mayapur
Amministratore

RKC


Estero


1982 Messaggi

Inserito il - 17/07/2012 : 20:14:12  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Bene, possiamo dire intanto che, pur ammettendo la scoperta di questa particella “speciale”, che darebbe massa alle altre, secondo questa teoria, ancora non sappiamo nulla di chi o cosa abbia creato (ne’ in che modo), TUTTE le particelle, compreso questo cosiddetto bosone di Higgs, dal NIENTE.

Come si e’ giunti dal niente, alla particella che, secondo i ricercatori moderni, starebbe all’origine della massa fisica, qualunque essa sia (sia pure il bosone di Higgs) ?

Tutti gli sforzi fatti finora non rispondono in alcun modo a questa semplice domanda, quindi e’ evidente che tale ricerca parte sempre da un punto intermedio, presupponendo gia’ l’esistenza di un “qualcosa”, che sia energia, che sia massa, che sia particella o altro, ancora da “scoprire”.

Ma chi ha creato questo “qualcosa” da cui i ricercatori partono, per condurre i loro complicati studi ? Come si e’ passati inizialmente, dalla non-esistenza, cioe’ dal nulla, all’esistenza di una qualsivoglia particella, o elemento primordiale ?

Questa pur banale domanda mettera’ in imbarazzo praticamente tutti gli “scienziati” dei nostri giorni, molto indaffarati ad elaborare teorie a non finire sull’interazione tra le particelle sub-atomiche, ma incapaci di rendersi conto che la loro ricerca rimane comunque incompleta, perche’ parte sempre da un punto di vista intermedio, e non da quello iniziale.

Ma andiamo oltre: come abbiamo visto nel commento al verso dello Srimad Bhagavatam menzionato sopra, questo tipo di ricerca, esclusivamente materiale, basato sul tentativo di scoprire l’origine della vita o della creazione con i propri sforzi, in definitiva e’ condotto per soddisfare i propri sensi, o quelli dei propri familiari, della societa’ o dell’Umanita’ (nella migliore delle ipotesi), al fine di “migliorare” le condizioni di vita in questo mondo, ma alla fine porta in realta’ risultati sfavorevoli, come ci spiega Srila Prabhupada per esempio nel commento al verso 2.9.20 dello Srimad Bhagavatam:

“[…]
Esistono due tipi di austerita’: l’una mira al piacere dei sensi, l’altra alla realizzazione spirituale. Molti falsi yogi compiono severe austerita’, ma con uno scopo interessato, mentre altri cercano, con la loro ascesi, di soddisfare i sensi del Signore. Le austerita’ che hanno portato alla scoperta delle armi nucleari, per esempio, non faranno mai piacere al Signore perche’ non approdano ad alcun risultato positivo. Tutti gli esseri devono incontrare la morte, questa e’ la legge della natura, ma le austerita’ che mirano ad accelerare questo processo di distruzione non contribuiscono affatto alla soddisfazione del Signore. Il Signore desidera che ognuna delle Sue parti integranti torni al regno divino per godere eternamente di un’esistenza di felicita’; questo e’ il vero significato della creazione del mondo materiale.
[…]
--------------------------------------

Oggi, specialmente dopo il disastro di Chernobyl e di Fukushima (non ancora terminato), quello del Golfo del Messico (idem) e chissa’ quanti altri, pubblici o meno, che si susseguono in particolare da qualche decennio a questa parte, “grazie” alle scoperte e alle applicazioni della “scienza”, vediamo bene quanto precise ed attuali siano le affermazioni dei testi vedici come lo Srimad Bhagavatam.

E’ lecito quindi, supporre che anche la scoperta del bosone di Higgs, non portera’ a niente di buono, in ultima analisi. Certamente si tratta di uno spreco enorme di tempo, denaro ed energia vitale, tutti elementi che dovrebbe invece essere impiegati per la realizzazione spirituale, vero ed unico scopo dell’esistenza.

Haribol !

Gokula Tulasi das

(CONTINUA)

Torna all'inizio della Pagina

RKC Mayapur
Amministratore

RKC


Estero


1982 Messaggi

Inserito il - 18/07/2012 : 15:42:43  Mostra Profilo  Rispondi Quotando

Concludiamo questa discussione dicendo che quindi, nonostante da queste ricerche possano senz’altro scaturire molte invenzioni ritenute in qualche modo “utili”, allo stile di vita materiale cui siamo abituati di questi tempi, tuttavia la loro controparte dannosa non manchera’ di influenzare l’ambiente e le persone che ne fanno parte, accellerando l’arrivo della sofferenza e della morte per tutti.

Inoltre da questo tentativo non otterremo alcun risultato, veramente utile in maniera definitiva.
Una ricerca seria e sensata dovrebbe condurre alla fine di ogni malattia, della vecchiaia e della morte, le quali invece, colpiscono tuttora con piena potenza l’intera Umanita’, compresi gli “scienziati” del CERN (e chiunque altro), percio’ e’ palese che questo modo di procedere non abbia alcun valore reale.

Si tratta soltanto di una specie di “miraggio”, dell’illusione che continuando i nostri sforzi in questa direzione, scopriremo un modo per vivere eternamente felici e in pace (cosa a cui tutti giustamente aspirano, di base). Intanto pero’, tutti muoiono ancora, al 100%, ed anche il cosiddetto supporto moderno alla malattia e alla vecchiaia, e’ molto opinabile, per chi conosce stili di vita ben superiori, quali quelli che esistevano ai tempi in cui la cultura vedica era in auge sul pianeta (fino a 5.000 anni fa).

Percio’ non dovremmo dare molta importanza a queste ricerche, e dovremmo piuttosto concentrarci su un metodo autorevole di realizzazione spirituale come il bhakti yoga, l’unico in grado di portarci veramente al di la’ del ciclo di nascite e morti in questo mondo materiale.

Nulla vieta in tal caso, che si possano utilizzare a nostro vantaggio anche le eventuali invenzioni moderne, purche’ siano intese come strumenti per praticare il servizio di devozione al Signore.
Altrimenti, queste rimarrebbero simili a degli ornamenti posti su un cadavere, come ci spiega Srila Prabhupada nel commento al verso 2.9.36 sempre dello Srimad Bhagavatam:


[…]
“Anche i grandi scienziati, filosofi, pensatori, politici, industriali, riformatori restano impotenti davanti ai problemi che tormentano continuamente questo mondo materiale. Essi ignorano che per conoscere il segreto del successo bisogna penetrare il mistero del bhakti-yoga, come rivela il nostro verso. La Bhagavad-gita (7.15) dichiara a questo proposito:

na mam duskritino mudhah
prapadyante naradhamah
mayaya ‘pahrita-jnana
asuram bhavam asritah

Immersi nella confusione dell’energia esterna del Signore, i cosiddetti dirigenti della societa’ ignorano la grande scienza del bhakti-yoga e si dedicano continuamente ad attivita’ ignobili che mirano al piacere dei sensi; si ostinano nella loro ribellione contro la supremazia di Dio e non accettano mai di abbandonarsi a Lui.
[…]
Anche se si rivelano molto istruiti dal punto di vista materiale, restano i piu’ grandi sciocchi, perche’ a causa dell’influenza della natura materiale, dell’energia esterna, tutta la cosiddetta conoscenza che hanno accumulato diventa del tutto inutile. Nelle circostanze attuali, questi cani e gatti che litigano per garantirsi il piacere dei sensi fanno cattivo uso del progresso della conoscenza, sprecando cosi’ tutto il sapere acquisito nel campo della scienza, della filosofia, delle belle arti, del nazionalismo, dello sviluppo economico, della religione e di altri importanti settori di attivita’; e alla fine questo sapere serve solo a decorare dei cadaveri. Gli ornamenti che si pongono su un cadavere sono completamente inutili; servono tutt’al piu’ a fare un buon effetto su un pubblico ignorante. Lo Srimad-Bhagavatam sottolinea piu’ volte che ogni attivita’ si risolve in un fallimento totale se l’uomo non giunge al livello del bhakti-yoga.

Nello Srimad-Bhagavatam (5.5.5) si trova il seguente verso:

parabhavas tavad abodha-jato
yavan na jijnasata atma-tattvam
yavat kriyas tavad idam mano vai
karmatmakam yena sarira-bandhah

Finche’ l’uomo resta insensibile alla ricerca spirituale, le sue attivita’ materiali, per quanto importanti siano, sono altrettanti fallimenti, perche’ sono inutili e indesiderabili, e non servono allo scopo della vita umana. La forma umana e’ fatta per liberarsi dalla schiavitu’ materiale, ma finche’ l’uomo rimane assorto nell’azione interessata, i suoi pensieri continueranno a essere presi nel vortice dell’energia materiale, e cio’ lo rendera’ prigioniero, vita dopo vita, di innumerevoli corpi materiali. Il Bhagavatam dichiara (5.5.6):

evam manah karma-vasam prayunkte
avidyayatmany upadhiyamane
pritir na yavan mayi vasudeve
na mucyate deha-yogena tavat

E’ la mente che genera i differenti corpi di cui l’essere dovra’ rivestirsi per subire le diverse forme di sofferenza materiale. E’ chiaro, dunque, che finche’ il pensiero sara’ volto verso l’azione interessata, l’uomo restera’ immerso nell’ignoranza; a causa di questo condizionamento sara’ condannato a subire la schiavitu’ della materia rivestendosi di corpi diversi, vita dopo vita, finche’ non sviluppera’ un amore spirituale per Dio, Vasudeva, la Persona Suprema. Infatti, quando ci si concentra sul nome, sulle qualita’, sulla forma e sulle attivita’ del Signore, Vasudeva, il pensiero si eleva dalla materia alla conoscenza assoluta; si apre allora la via della realizzazione spirituale, cessa la schiavitu’ della materia e la continua prigionia in differenti corpi materiali”.
[…]
------------------------------

Srila Prabhupada continua, sempre nello stesso commento, presentando una semplice ma efficace soluzione per coloro che, con intelligenza, vogliano sfuggire a questa situazione materiale di sofferenza e temporaneita’, condizioni non adatte all’anima spirituale eterna:

[…]
“Srila Jiva Gosvami Prabhupada spiega, in relazione con l’espressione sarvatra sarvada, che i principi del bhakti-yoga, del servizio di devozione offerto al Signore, sono sempre opportuni, qualunque siano le circostanze. In breve, il bhakti-yoga, consigliato in tutte le Scritture rivelate e praticato da tutte le autorita’ spirituali, mantiene sempre tutto il suo valore, qualunque siano le circostanze di tempo e di luogo. Jiva Gosvami cita a proposito delle Scritture rivelate questo passo dello Skanda Purana relativo a Brahma e a Narada:

samsare ‘smin maha-ghore
janma-mrityu-samakule
pujanam vasudevasya
tarakam vadibhih smritam

Il mondo materiale e’ pieno di pericoli, tenebre e angosce, a cui si aggiungono la nascita e la morte, e l’unico modo per sfuggire al suo terribile ingranaggio consiste nel prendere la via del servizio d’amore assoluto offerto alla Persona Suprema, Vasudeva. Cio’ e’ riconosciuto dai filosofi di tutte le scuole”.
[…]
------------------------------

Per la sua intercessione, questo metodo e’ ora conosciuto praticamente ovunque sulla Terra, a disposizione di chi voglia avvantaggiarsene, per rendere la propria vita felice e di successo: www.radiokrishna.com/bhaktiyoga

Buona pratica, un caro saluto, Hare Krishna !

Gokula Tulasi das



Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
RKC Forum © RKC - tutti i diritti riservati Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,16 secondi. radiokrishna | TRKN | Snitz Forum