RKC Forum
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]



                                     


Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 RADIO KRISHNA CENTRALE
 DOMANDE E RISPOSTE N. 22
 Silo (e paradigma vedico, n.d.r.)
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'č:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Hara.das
Utente Medio


Lombardia


31 Messaggi

Inserito il - 26/05/2011 : 11:13:49  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Hari bool !
Ho un collega seguace di silo, me ne ha parlato , ma credo di aver capito sia un movimento impersonalista quindi non adatto all'anima.
Cosa ne pensi Gokula ? Conosci questo movimento ?
mi ha passato anche un libro posso leggerlo o meglio evitare ?
č bello poter contare su qualcono di davvero affidabile come voi dell' ISKON i miei rispettosi omaggi.

RKC Mayapur
Amministratore

RKC


Estero


1961 Messaggi

Inserito il - 28/05/2011 : 12:43:40  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Caro Hara das, Hare Krishna, grazie della domanda e della fiducia.

Non conosco la persona a cui ti riferisci ne' il suo movimento, inoltre non rientra negli scopi di questo forum discutere di una o dell'altra organizzazione (e ne esistono innumerevoli :-), ma posso darti dei suggerimenti generali da utilizzare in ogni caso, se vuoi avvalerti della guida di Srila Prabhupada per avere una chiara visione di tutte le varie filosofie di vita che puoi incontrare.

In questo modo potrai facilmente comprenderle, e quindi relazionare correttamente con i loro seguaci.

Esiste un modello di riferimento preciso per capire immediatamente se una certa filosofia provenga da una fonte spirituale autentica, rivelata da Dio, o se sia invece creata, inventata o modificata in qualche modo dall'uomo.

Questo modello e' chiamato PARADIGMA VEDICO, ed e' una "maschera di confronto" con cui si puo' distinguere una scienza spirituale autentica dalle altre.

Per essere considerata trascendentale, una filosofia deve contenere chiari riferimenti ai seguenti 3 concetti:

1) SAMBANDHA, l’eterna relazione tra il "jiva", l’anima individuale (noi) e Dio, la persona suprema.
2) ABHIDEYA, il processo che puo' risvegliare tale relazione e permetterci di agire in accordo ad essa.
3) PRAYOJANA, il risultato finale delle azioni compiute nell'ambito di tale relazione, cioe' l’amore per Dio.

Solo le scritture e le filosofie che comprendono almeno parzialmente lo studio di tali concetti, possono essere considerate autentiche e valide ai fini di un reale avanzamento spirituale, altrimenti rimarranno nell'ambito della natura materiale e quindi temporanee, in definitiva inutili, rispetto all'eternita' dell'anima (se vuoi leggere altro sul paradigma vedico, ne abbiamo parlato spesso sul forum, per esempio in queste discussioni:
http://padasevanam.mediarama.com/rkcforum/forum/topic.asp?TOPIC_ID=1512
http://padasevanam.mediarama.com/rkcforum/forum/topic.asp?TOPIC_ID=671
ma anche in molte altre, le puoi trovare con il motore di ricerca del forum).

Come sai, Srila Prabhupada ha spiegato perfettamente la scienza della realizzazione spirituale nei suoi numerosi libri, approfondendo tutti e tre gli aspetti del paradigma vedico, con molti dettagli e sotto numerosi punti di vista diversi, percio' ti bastera' avere una solida conoscenza di base, per esempio della Bhagavad Gita e dello Srimad Bhagavatam, mentre pratichi il bhakti yoga, per riconoscere immediatamente se ti trovi di fronte ad una filosofia realmente spirituale o meno.

La pratica giornaliera e' importante perche' questa scienza dev'essere acquisita e anche realizzata, non semplicemente studiata alla maniera accademica, come accumulo di nozioni, altrimenti non avra' un effetto significativo sulla nostra vita (ne cito qui una breve guida, a beneficio degli altri lettori: www.radiokrishna.com/bhaktiyoga ).

Col tempo e l'esperienza, ti sara' facile comprendere ogni cosa senza pericolo di rimanere confuso. Se ancora non ti senti sicuro nel leggere o ascoltare filosofie incerte, ti suggerisco di aspettare finche' avrai una conoscenza profonda della coscienza di Krishna, continuando la pratica e la lettura dei libri di Srila Prabhupada.

Arriverai infatti ad un punto in cui automaticamente, senza bisogno di conferme da altri, saprai analizzarle e catalogarle nella loro corretta posizione, in modo preciso.

Questo e' uno dei risultati della pratica del bhakti yoga, confermato da Krishna Stesso nella Bhagavad-Gita 2.52, che dice al Suo amico Arjuna:

yada te moha-kalilam
buddhir vyatitarisyati
tada gantasi nirvedam
srotavyasya srutasya ca

"Quando la tua intelligenza avra' superato la densa foresta dell'illusione, diventerai indifferente a tutto cio' che hai ascoltato e a tutto cio' che potrai ancora ascoltare".

-------------------------

Si intende qui che un devoto del Signore, il bhakti yogi, che pratica la coscienza di Krishna e ne ha compreso la scienza, non verra' piu' confuso o reso dubbioso da argomenti inerenti a qualunque filosofia materiale, che sia edonistica, impersonale ecc. ecc., ma anzi potra' contrastarne tutte le errate o imperfette conclusioni con facilita', usando la vera conoscenza spirituale, la logica e il buon senso.

Per informazioni piu' specifiche sul caso di cui parli, eventualmente scrivimi in privato via mail, ma in generale, ti bastera' proseguire con la pratica del bhakti yoga e la lettura dei libri di Srila Prabhupada.


Haribol !

Gokula Tulasi das
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
RKC Forum © RKC - tutti i diritti riservati Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina č stata generata in 0,11 secondi. radiokrishna | TRKN | Snitz Forum