RKC Forum
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]



                                     


Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 RADIO KRISHNA CENTRALE
 DOMANDE E RISPOSTE N. 18
 L Anima e l azione
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

alfoncelen
Utente Medio



Campania


43 Messaggi

Inserito il - 14/09/2009 : 13:12:19  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Hare krishna a tutti!

Mi puoi umilmente chiarire il concetto dell anima come non autrice delle azioni del corpo?

Haribol!

Alfonso

RKC Mayapur
Amministratore

RKC


Estero


1978 Messaggi

Inserito il - 17/09/2009 : 21:32:54  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Caro Alfonso, Hare Krishna, grazie della domanda.

Come dice Krishna nella Bhagavad-Gita (3.27, qui: www.harekrsna.it/libri_on_line/la_bhagavad_gita/capitolo_03_cont.asp ), in realta' l'anima spirituale non agisce direttamente, ma e' interfacciata con la materia tramite il falso ego (l'ahankara), uno degli 8 elementi che costituiscono l’energia inferiore (o materiale, appunto) del Signore:

prakriteh kriyamanani
gunaih karmani sarvasah
ahankara-vimudhatma
kartaham iti manyate

TRADUZIONE
“Sviata per l'influenza del falso ego, l'anima spirituale crede di essere l'autrice delle proprie azioni, che in realtà sono compiute dalle tre influenze della natura materiale”.

SPIEGAZIONE di Bhaktivedanta Svami Prabhupada
"Due persone, una situata in coscienza di Krishna, e l'altra in una coscienza materiale, che lavorino allo stesso livello, possono apparire sulla stessa piattaforma, ma in realtà c'è un abisso, tra le loro rispettive posizioni. La persona con una coscienza materiale è convinta, sotto l'influsso del falso ego, di essere la causa di ogni azione che compie. Ignora che il corpo è un meccanismo prodotto dalla natura materiale, che agisce sotto la direzione del Signore Supremo. Il materialista non si accorge di essere, alla fine, sotto il controllo di Krishna. La persona sviata dal falso ego è convinta di agire in modo indipendente, ed è questa la prova della sua ignoranza. Non sa che il corpo grossolano e quello sottile sono creati dalla natura materiale, sotto la direzione della Persona Suprema, e che per questo motivo deve mettere ogni sua attività fisica e mentale al servizio di Krishna, nella coscienza di Krishna. L'uomo ignorante dimentica che un altro nome di Krishna è "Hrisikesa", il maestro dei sensi. Per troppo tempo ha fatto cattivo uso dei sensi cercando continuamente nuovi piaceri, perciò ora si trova sviato dal falso ego che lo rende dimentico della sua eterna relazione con Krishna".

--------------------

Poiche' l’anima spirituale si identifica erroneamente con il corpo materiale che riveste, crede soltanto, di essere l'autrice delle proprie azioni, ma in realta' esse sono compiute dalle tre influenze della natura materiale.

In altre parole, l'essere vivente non ha minimamente a che fare con alcun elemento materiale, infatti lo spirito non si mischia mai con la materia, come l’olio non si mischia mai con l’acqua: a questo proposito puoi leggere le qualita’ dell’anima spirituale nel capitolo 2, sempre della Bhagavad-Gita, dal verso 17 in poi, dove e' spiegato che, tra le altre cose, l'anima spirituale e' immortale, onnipresente, insolubile, indistruttibile, ecc. ecc. (qui: www.harekrsna.it/libri_on_line/la_bhagavad_gita/capitolo_02_cont.asp ).

L'anima condizionata e' addormentata nel mondo spirituale, e sogna di agire in questo mondo materiale, ora in un corpo, ora in un altro, in base al proprio karma (le reazioni alle attivita’ compiute), ma il suo vero corpo spirituale, la “svarupa siddhi”, non ne e’ per niente influenzato, come il corpo di una persona che sogna, rimane disteso sul letto e non e’ influenzato dalle attivita’ compiute, o dai corpi impersonati nel sogno.

Se ti interessa approfondire l’argomento, comunque, ne abbiamo gia’ parlato in diverse discussioni sul forum, per esempio qui:

http://padasevanam.mediarama.com/rkcforum/forum/topic.asp?TOPIC_ID=1152

e qui:

http://padasevanam.mediarama.com/rkcforum/forum/topic.asp?TOPIC_ID=1083


Haribol !

Gokula Tulasi das
Torna all'inizio della Pagina

alfoncelen
Utente Medio



Campania


43 Messaggi

Inserito il - 19/09/2009 : 06:48:48  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Hare Krisna

Tutte le Glorie ai devoti di SRI KRISHNA.......ma,se l anima in realtà non compie nessuna azione,perchè deve subirne le conse guenze,in che modo l anima è responsabile dell azione?
Torna all'inizio della Pagina

RKC Mayapur
Amministratore

RKC


Estero


1978 Messaggi

Inserito il - 19/09/2009 : 12:19:11  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Hare Krishna Alfonso, buona domanda.

Ma in realta' l'anima spirituale non subisce alcuna reazione: rimane sempre pura e libera da ogni legame materiale, poiche' (appunto) non viene mai toccata dalla materia, proprio come il corpo di un'uomo che sogna rimane sempre lo stesso, disteso sul letto, e non viene toccato da cio' che avviene nel proprio sogno.

Pero' l'anima ha una coscienza (la coscienza e' una funzione dell'anima), ed e' questa coscienza che si contamina, quando viene a contatto con la natura materiale. Srila Prabhupada fa l'esempio dell'acqua pura contenuta in un recipiente, che diventa scura quando vi si getti dell'inchiostro nero: similmente, la coscienza pura dell'anima spirituale, che corrisponde alla coscienza di Krishna, diventa contaminata quando viene a contatto con le tre influenze della natura materiale.

A causa di questa contaminazione, l'anima viene ricoperta da un corpo materiale, grossolano e sottile, e diventa responsabile delle azioni compiute da quel corpo, per la legge del Signore (dharma). Ed e' il corpo, che subisce le reazioni alle proprie attivita' (karma), non l'anima.

Infatti questo "sogno" della manifestazione cosmica materiale, obbedisce a delle leggi ben precise, che vengono fatte rispettare imparzialmente dagli agenti del governo supremo, per ordine del Signore: non e' quindi esattamente un sogno, come quelli che facciamo di notte, ma e' paragonato ad un sogno "mistico" (in sanscrito "yoga nidra") messo in atto da Maha Vishnu, l'avatara di Krishna che Si occupa della creazione, emanando gli Universi materiali dai pori della Sua pelle.

Quindi per effetto di questo sogno mistico, in cui vigono le leggi del Signore, finche' l'anima si identifica erroneamente con i corpi materiali che assume in questo "sogno", e vi agisce nel tentativo di godere dei propri sensi materiali, ne' subira' in qualche modo le reazioni corrispondenti, e godra' o soffrira' in modo simile a quello in cui si gode o soffre in un sogno.

Durante il sogno crediamo veramente di farvi parte a tutti gli effetti, e siamo colpiti da quello che vi succede: per esempio, se stiamo sognando che una tigre ci insegue per sbranarci, avremo davvero molta paura, magari grideremo aiuto...

Ma quando ci svegliamo, capiamo che non c'e' nessuna tigre e ogni nostra paura svanisce immediatamete: "Ah, meno male, era solo un sogno", diciamo.

Allo stesso modo, quando ci risvegliamo alla nostra coscienza originale, la coscienza di Krishna, e cominciamo la nostra vera vita, quella spirituale, capiamo che l'esistenza materiale e' simile ad un sogno, pero' un sogno "mistico", con delle precise leggi a cui attenersi (il dharma), percio' agiamo in modo da non dover subire conseguenze spiacevoli: il metodo piu' sicuro e definitivo per farlo, e' praticare il bhakti yoga, agendo unicamente per la soddisfazione dei sensi del Signore, e non per quelli del nostro corpo materiale.

Cosi', saremo sempre situati su un piano trascendentale di esistenza e saremo liberi dal karma. Questo processo e' descritto qui: www.radiokrishna.com/bhaktiyoga


Haribol !

Gokula Tulasi das

Torna all'inizio della Pagina

alfoncelen
Utente Medio



Campania


43 Messaggi

Inserito il - 20/09/2009 : 08:48:25  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Hare Krisna, e' giusto affermare quindi, che la causa principale della nostra permanenza nel mondo materiale, è dovuta al falso ego?

Haribol!

Alfonso
Torna all'inizio della Pagina

RKC Mayapur
Amministratore

RKC


Estero


1978 Messaggi

Inserito il - 20/09/2009 : 12:01:02  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Si, ma il falso ego e' stato causato dalla nostra decisione di abbandonare la nostra posizione originale, nel mondo spirituale in compagnia di Krishna.

Dovuto a quella decisione, abbiamo sviluppato il falso ego e, conseguentemente, siamo stati mandati nel mondo materiale, dove si agisce con un'errata identificazione del se'.

Altrimenti, se non avessimo voluto sperimentare una vita senza Krishna, "lontano" da Lui, non avremmo avuto bisogno del falso ego: quando siamo nel mondo spirituale, agiamo con una reale identificazione del se', come servitori e compagni eterni del Signore (il nostro vero ego).

Il falso ego appare quando abusiamo della nostra parziale indipendenza, pur vivendo nel mondo spirituale, come ci spiega Srila Prabhupada nel commento allo Srimad Bhagavatam 3.26.23-24:

"All'inizio, dalla coscienza pura, cioe' la pura coscienza di Krishna, appare la prima contaminazione, il falso ego, ossia l'identificazione del corpo con il se'.
L'essere vivente esiste nel suo naturale stato di coscienza di Krishna, ma possiede un'indipendenza marginale, e questa gli permette di dimenticare Krishna.

In origine, egli vive nella pura coscienza di Krishna, ma se fa un cattivo uso della propria indipendenza marginale, c'e' la possibilita' che si dimentichi di Krishna. [...]".
----------------

E' logico dedurre quindi, che possiamo riprendere la nostra posizione originale, per agire col nostro vero ego, nel mondo spirituale, usando correttamente la nostra piccola indipendenza (per praticare il bhakti yoga, www.radiokrishna.com/bhaktiyoga ).


Haribol !

Gokula Tulasi das

Torna all'inizio della Pagina

RKC Mayapur
Amministratore

RKC


Estero


1978 Messaggi

Inserito il - 04/10/2009 : 11:15:15  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Hare Krishna, a completamento di questo articolo citiamo qui il verso dello Srimad Bhagavatam 2.5.19, che spiega come ognuno sia responsabile delle proprie azioni in questo mondo, e per quale motivo:

"Le tre influenze della natura materiale [virtu', passione ed ignoranza, n.d.r.], che si manifestano in seguito come materia, conoscenza ed attivita', pongono l'entita' vivente eternamente trascendentale [l'anima spirituale, n.d.r.] sotto condizioni di causa ed effetto, e la fanno diventare responsabile di tali attivita'".

Nel suo commento a questo verso, Srila Prabhupada spiega che e' a causa del suo falso senso di dominio sull'energia materiale, che l'anima spirituale viene sottomessa da tale potenza, e condizionata dalle tre influenze della natura.

In altre parole, poiche' l'anima spirituale desidera dominare l'energia materiale del Signore, ma non ne e' capace (poiche' non e' Dio, ma soltanto una Sua parte infinitesimale), quando ci prova ne viene soggiogata, e diventa cosi' responsabile delle azioni compiute dai corpi che assume nel mondo materiale, durante questo suo tentativo.

Questi corpi quindi, dovranno subire le reazioni alle proprie azioni, dettate dai desideri dell'anima spirituale.

Haribol !

Gokula Tulasi das

Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
RKC Forum © RKC - tutti i diritti riservati Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,16 secondi. radiokrishna | TRKN | Snitz Forum