RKC Forum
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 RADIO KRISHNA CENTRALE
 DOMANDE E RISPOSTE N. 15
 daiva netra (e destino, n.d.r.)
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c':
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

amara
Utente Medio



17 Messaggi

Inserito il - 04/02/2009 : 18:27:26  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Hare Krishna!
un devoto mi ha parlato del Daiva-Netra dicendomi che una sorta di destino...potreste spiegarmi meglio, e poi vorrei sapere cosa s'intende per destino nei Veda.
Grazie mille
Hare Krishna

RKC Mayapur
Amministratore

RKC


Estero


1985 Messaggi

Inserito il - 05/02/2009 : 13:11:35  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Caro Amaranath, Hare Krishna, grazie per le domande.

Per "destino" di un essere vivente si intende il proprio karma, l'insieme delle reazioni alle attivita' che ha compiuto, buone o cattive, in questa vita e nelle precedenti.
Il karma di ognuno determina le condizioni del nostro presente e futuro (cio' che e' comunemente detto "destino").

Il "daiva-netra" e' l'autorita' superiore (i deva, gli esseri celesti) che applica il karma nella pratica, sotto la direzione del Signore come Anima Suprema nel cuore di ognuno.

Lo Srimad Bhagavatam (3.31.1) usa infatti l'espressione "karmana daiva-netrena" per illustrare come un essere umano ordinario sia sottoposto al controllo di queste autorita' superiori, che agiscono in qualita' di agenti del Signore nel mondo materiale, facendovi rispettare le Sue leggi.

Vediamo alcune spiegazioni di Srila Prabhupada in proposito:

1)
"... Poiche' Citraketu era un devoto del Signore, non fu affatto disturbato dalla maledizione di madre Parvati. Sapeva molto bene che ognuno soffre o gode dei risultati delle proprie azioni passate, come ordinato dal "daiva-netra", autorita' superiori, gli agenti della suprema personalita' di Dio". [...]
(Dallo "Srimad Bhagavatam" 6.17.17)

2)
"... Come e' affermato nello Srimad Bhagavatam (3.31.1): karmana daiva-netrena.
Un'entita' vivente agisce in modo pio o empio, e talvolta in entrambi i modi. Tutte le sue azioni sono registrate, e all'entita' vivente e' offerto un nuovo corpo dai suoi superiori". [...]
(Dallo "Srimad Bhagavatam" 4.28.28)

3)
"... Non e' che un brahmana sia uguale ad un cane, ma quel brahmana e' un'anima spirituale, e anche il cane e' un'anima spirituale. Noi siamo condizionati in accordo ai nostri differenti corpi, che ci sono dati da forze superiori. Yamaraja offre all'entita' vivente un corpo, in base al suo proprio karma. Karmana daiva-netrena.

Abbiamo gia' discusso il punto che i corpi sono assegnati in accordo alle qualifica di ognuno: se acquisiamo le qualita' di un brahmana e agiamo come un brahmana, diventeremo un brahmana. Se agiamo come un cane, diventeremo un cane. [...]

Appena la natura chiama, noi muoriamo e abbandoniamo il nostro posto. Poi dobbiamo prendere il posto di un cane, di un gatto, di un essere celeste, di un essere umano o qualunque altro. Adesso ci e' stata data la forma di vita piu' elevata, cioe' quella di essere umano, ma se non agiamo di conseguenza, dovremo prendere un corpo meno elevato. Questo e' "karmana daiva-netrena".

Dovremmo percio' stare molto attenti in questa forma umana, che ha lo scopo di farci diventare devoti del Signore Krishna. Questa e' la via della liberazione". [...]
(Dagli "Insegnamenti del Signore Kapila", verso 21)

-------------

E' importante sapere che il karma (o destino) di un devoto pienamente impegnato nel servizio devozionale, non e' piu' gestito in accordo alle proprie attivita' precedenti, come accade per le persone ordinarie, ma direttamente dal Signore.

Infatti il proprio destino puo' essere cambiato, a patto di seguire un metodo autentico di realizzazione spirituale, per esempio il bhakti yoga.

Cio' e' confermato da Krishna Stesso nella Bhagavad-Gita (10.10), quando dice:

tesam satata-yuktanam
bhajatam priti-purvakam
dadami buddhi-yogam tam
yena mam upayanti te

TRADUZIONE
"A coloro che Mi servono sempre con amore e devozione, do' l'intelligenza con la quale potranno venire a Me".

Nelle note supplementari allo Srimad Bhagavatam 10.1 (Canto 10, Capitolo 1), citando questo verso Srila Prabhupada spiega infatti:

"Al devoto che la desidera, il Signore concede l'intelligenza per capirLo e tornare a Lui.
Agli altri, i non-devoti, il Signore dice "mrityuh sarva-haras caham...", "Io sono la morte inevitabile, che tutto divora". [...]
Il Signore agisce dunque in due modi, gettando alcune sulla via delle nascite e morti ripetute, e concedendo ad altri di tornare a Dio, nella loro dimora originale".
---------------

Esiste quindi una grande differenza tra il destino di una persona ordinaria e quello di un devoto. Per poterci liberare dal karma predestinato, e' sufficiente impegnarsi nel processo del bhakti yoga, descritto qui: www.radiokrishna.com/bhaktiyoga

Anche la piu' piccola azione devozionale, permette di liberarsi da tante reazioni karmiche, come spiega ancora Krishna, sempre nella Bhagavad-Gita (2.40):

nehabhikrama-naso 'sti
pratyavayo na vidyate
svalpam asya dharmasya
trayate mahato bhayat

TRADUZIONE
"In questo sforzo non vi perdita o diminuzione, e un piccolo passo verso questa via ci protegge dalla paura pi temibile".


Haribol !

Gokula Tulasi das
Torna all'inizio della Pagina

amara
Utente Medio



17 Messaggi

Inserito il - 05/02/2009 : 20:39:29  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Non ho capito, i deva applicano il karma basandosi sul tipo di karma che possiede un jiva, o lo applicano secondo le direttive di Krishna?
Grazie
Hare Krishna
Torna all'inizio della Pagina

RKC Mayapur
Amministratore

RKC


Estero


1985 Messaggi

Inserito il - 06/02/2009 : 13:23:16  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Hare Krishna Amaranath,

i deva applicano la legge del karma, che e' una direttiva di Krishna: Lui ha stabilito questa legge, che vige in tutta la creazione materiale, ma non si occupa di gestirla personalmente, bensi' attraverso gli esseri celesti (che fungono da Suoi agenti).

Tuttavia e' ancora Lui, nella forma di Anima Suprema (Paramatma), la Sua espansione plenaria che risiede nel cuore di ogni essere vivente, a prendere ogni decisione a riguardo: i deva mettono semplicemente in pratica la Sua volonta', ed in particolare e' Yamaraja che lo rappresenta in tale funzione, come spiega Srila Prabhupada nello Srimad Bhagavatam 6.1.48:

manasaiva pure devah
purva-rupam vipasyati
anumimansate 'purvam
manasa bhagavan ajah

TRADUZIONE
"Il potentissimo Yamaraja, che eguaglia il signore Brahma [...], osserva mentalmente le attivita' passate di un'entita' vivente e capisce come essa agira', nelle vite future".

SPIEGAZIONE di Srila Prabhupada
"Non si dovrebbe considerare Yamaraja un essere vivente ordinario. Egli vale tanto quanto Brahma.
Yamaraja gode della piena collaborazione del Signore supremo, situato nel cuore di ognuno, e percio', per la grazia dell'Anima suprema [il Paramatma, n.d.r.], puo' vedere il passato, presente e futuro di un essere vivente, internamente.
La parola "anumimansate" significa che egli puo' decidere consultandosi con l'Anima suprema. "Anu" significa "seguire".

Le decisioni che riguardano le prossime vite degli esseri viventi sono prese in realta' dall'Anima suprema, e Yamaraja le porta a compimento".

------

Questo per quanto riguarda le persone ordinarie.

Invece, il karma (o destino) di una persona che segue un processo di realizzazione spirituale come il bhakti yoga, e che quindi e' situata su un piano trascendentale di esistenza (brahma bhuta), non e' soggetto alla giurisdizione di Yamaraja, ma viene gestito in maniera piu' diretta da Krishna, attraverso il Paramatma (proporzionalmente al livello spirituale raggiunto).


Haribol !

Gokula Tulasi das
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
RKC Forum © RKC - tutti i diritti riservati Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina stata generata in 0,22 secondi. radiokrishna | TRKN | Snitz Forum