RKC Forum
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]



                                     


Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 RADIO KRISHNA CENTRALE
 DOMANDE E RISPOSTE N. 15
 Nuovo stile di vita
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c':
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

ghisirds
Nuovo Utente



1 Messaggi

Inserito il - 13/12/2008 : 22:48:30  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Salve,
dopo aver visto numerosi video con maltrattamenti d'animali, mi sono definitivamente stancato di contribuire a queste scempio e sto quindi gradualmente passando allo stile vegano, ovvero il vegetariano che per non mangia carne animale ne tanto meno i loro prodotti e derivati.
La rete piena di siti che spiegano e approfondiscono i grossi vantaggi nel passare a questo stile di vita contrapposti agli svantaggi derivanti dallo stile di vita classico nostro (maltrattamento animali, effetto serra, disboscamenti, spreco dacqua potabile, fame nel mondo ecc.) ma quello che non mi riesce di trovare sono i lati negativi del diventare vegan.
Qualcuno ne conosce, ammesso che ne esistano?
Mi pare inspiegabile che non si adoperi quasi nessuno per cambiare stile di vita se non vi sono consistenti e reali svantaggi ma invece solo vantaggi per tutti.
Grazie

RKC Mayapur
Amministratore

RKC


Estero


1963 Messaggi

Inserito il - 15/12/2008 : 04:31:16  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Gentile amico/a, Hare Krishna, grazie della domanda, a cui abbiamo gia' risposto (forse parzialmente) in quest'altra discussione del forum:
http://padasevanam.mediarama.com/rkcforum/forum/topic.asp?TOPIC_ID=1043

Mi preme solo ricordare qui, che un cambiamento di abitudini operato in un ambito esclusivamente materiale, sebbene possa essere virtuoso, moralmente elevato e quindi sempre auspicabile, non e' pero' sufficiente in se' stesso a liberarci dalle pesanti reazioni che la natura ha in serbo per coloro che ne violano le leggi (che si conoscano o meno, ha poca importanza, agiranno ugualmente, anche a nostra insaputa, come dimostrano i continui disagi a cui siamo sottoposti nella forma di guerre, violenze, epidemie, problemi, crisi, cataclismi e cosi' via): occorre piuttosto trasformare l'azione da materiale a spirituale, per evitare veramente ogni problema intrinseco all'uccisione di altri esseri viventi, che siano animali o vegetali (anch'essi anime individuali).

Se tu dovessi diventare vegetariano o vegano quindi, il nostro suggerimento e' principalmente quello di offrire il cibo a Krishna, Dio, la persona suprema, in modo da agire sul piano trascendentale, senza pericolo di dover subire reazioni karmiche, grossolane o sottili, e anzi, prendendo cosi' anche un grande beneficio a livello spirituale.

Informazioni utili su come fare l'offerta del cibo sono qui:
http://padasevanam.mediarama.com/rkcforum/forum/topic.asp?TOPIC_ID=1086

Un caro saluto, Haribol !


Gualberto Berti - Gokula Tulasi das
(RKC Pisa)
Torna all'inizio della Pagina

Francis
Utente Master



228 Messaggi

Inserito il - 16/12/2008 : 23:19:37  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Carissimo Gokula Tulasi Prabhu,
volevo fare questa riflessone.. cio' che dici giusto, pero' le persone normalmente stentano a farsene una convinzione, in quanto questa conseguenza diretta non sempre visibile... Le guerre, i cataclismi, e le altre cose che tu citi, quando vengono colpiscono chiunque, sia esso retto, materilista, spiritualista, devoto o meno... ecco, non c' diciamo questa distinzione.. un po', scusa l'analogia, come il fumo delle sigarette.. noi sappiamo che fa male, ma la gente fuma lo stesso e spesso lo fa dicendo che il nonno, o il bisnonno ha fumato per 90 anni ed morto in salute, mentre un qualcuno che non fumava morto giovane...
non so se mi sono spiegato quale il punto che volevo sottolineare... a quest'ora non sono lucidissimo..
Torna all'inizio della Pagina

RKC Mayapur
Amministratore

RKC


Estero


1963 Messaggi

Inserito il - 17/12/2008 : 03:56:49  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Hare Krishna Francis,
puo' sembrare che le guerre e i cataclismi colpiscano indiscriminatamente, ma non e' affatto cosi'. C'e' una dettagliata pianificazione dietro tutto quello che accade agli esseri umani, da parte degli esseri celesti, che ne gestiscono le reazioni karmiche.

Giusto per farti un esempio, esiste un'interessante statistica che riguarda i deragliamenti dei treni (ne hanno parlato tempo fa in un documentario televisivo): quando succede qualche incidente del genere, si scopre che il numero dei viaggiatori su quel treno, era nettamente inferiore alla media.
E' evidente che soltanto le persone a cui doveva capitare l'incidente, per karma, vengono veramente coinvolti. Gli altri, in qualche modo ne restano fuori, e cio' non e' casuale, bensi' pianificato sistematicamente dagli esseri celesti, che applicano le reazioni karmiche in modo perfetto.

Il fatto di ignorare le reazioni che ci spettano, per le attivita' materiali commesse in questa vita o nelle precedenti, non significa che potremo evitarle.
A questo proposito si fa il solito esempio della Legge di uno Stato qualsiasi: anche se la ignoriamo, la dimentichiamo o non le prestiamo attenzione, non importa, ne siamo comunque soggetti e se commettiamo qualche infrazione saremo multati o puniti ugualmente, nonostante le nostre proteste.

Allo stesso modo, le reazioni karmiche continuano ad arrivare, individualmente e collettivamente: il problema e' che la societa' di oggi non conosce nemmeno l'esistenza, del regno di Dio e delle Sue Leggi, percio' le viola regolarmente, sottoponendosi cosi' alla punizione della natura materiale.

Per quanto riguarda la scelta di danneggiare il proprio corpo deliberatamente (con il fumo di sigaretta, per esempio), e' una questione di libero arbitrio.
Il corpo umano possiede una certa energia e una certa intelligenza, ha una durata di vita e puo' essere usato in diversi modi. C'e' chi lo sfrutta appieno e si dedica alla realizzazione spirituale, chi si accontenta di imitare le attivita' animali (mangiare, dormire, accoppiarsi e difendersi), e chi lo danneggia volontariamente assumendo sostanze tossiche (accorciandone cosi' la gia' breve durata).

Cio' dipende dalla scelta individuale, dal proprio libero arbitrio.
Una volta fatta questa scelta pero', dovremo subirne le conseguenze, positive o negative.

Chi si dedica alla spiritualita', sara' felice adesso ed otterra' tutti i vantaggi possibili in futuro, chi si comporta come un animale, sara' a volte felice (per modo di dire) e a volte sofferente, ed otterra' un corpo animale nella prossima vita, e chi tratta il corpo inappropriatamente, oltre a soffrire molto in questa vita, diventera' un fantasma nella prossima (poiche' non lo ha saputo utilizzare come si deve, quindi gli verra' tolto).

Queste sono le sottili Leggi della natura materiale, e come dicevamo, il fatto di ignorarle non permette di sfuggire loro: autorita' superiori (gli esseri celesti) le applicheranno comunque, cosa che possiamo vedere ogni giorno, basta non limitarsi a considerare la nostra breve vita come se fosse tutto cio' che esiste: l'anima e' eterna, solo il corpo e' temporaneo.

Si puo' forse far finta, di non essere colpiti dalle sofferenze imposte dagli esseri celesti, e vantarsi di vivere "in salute" magari per 100 anni (si fa sempre per dire, e comunque io vedo che di solito tutte le persone anziane si lamentano di qualche problema, che prendono tantissimi medicinali e che girano continuamente da un dottore all'altro, o da un ospedale all'altro), ma alla fine anche il fumatore piu' accanito dovra' morire, senza sapere la sua destinazione futura.

Quindi a cosa sara' servito vivere "bene" una certa vita, la cui brevissima durata, di 100 anni al massimo, non e' che un lampo, un bagliore nell'eternita' dell'anima ? Sara' stata soltanto "fortuna" (cioe' buon karma), ma se non lo usiamo correttamente, questa rara opportunita' di vivere in un corpo umano risultera' sprecata.

Il vero obbiettivo della forma di vita umana e' riprendere il nostro corpo spirituale originale e di vivere nel regno assoluto, senza alcuna sofferenza o difficolta', eternamente in piena conoscenza e felicita', non certo quello di porre rimedio ai problemi del mondo materiale, cosa d'altronde impossibile, illudendosi di vivere o di aver vissuto una vita "tranquilla" o con pochi problemi, relativamente ad altre persone: cio' e' dovuto soltanto all'ignoranza della nostra reale natura di anime spirituali eterne.


Haribol !

Gokula Tulasi das
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
RKC Forum © RKC - tutti i diritti riservati Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina stata generata in 0,12 secondi. radiokrishna | TRKN | Snitz Forum