RKC Forum
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]



                                     


Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 RADIO KRISHNA CENTRALE
 DOMANDE E RISPOSTE N. 13
 delucidazione [sul canto del mantra, ndr]
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c':
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Frank
Utente Medio



14 Messaggi

Inserito il - 04/09/2008 : 15:14:58  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Hare Krishna!!! Una breve domanda forse un p ingenua e banale:ho fatto,tempo fa,un piccolo quadretto con l'immagine della murti Radha-Krishna (che avevo ritagliato dalla Bhagavad-Gita di Srila Prabhupada)e quando recito il mantra mi rivolgo devotamente a quell'immagine.E'un atteggiamento corretto oppure no?...Inoltre,anche se il miglior orario per praticare il mantra al mattino presto (fra le 5 e le 6) possibile,se ci sono impegni,praticarlo in un momento di "libert" durante la giornata?...Fiducioso in una risposta invio a tutti i miei pi cari saluti.Haribol!

RKC Mayapur
Amministratore

RKC


Estero


1963 Messaggi

Inserito il - 05/09/2008 : 15:12:21  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Caro Francesco, Hare Krishna, grazie delle domande, tutt'altro che banali.
Informarsi su come praticare correttamente la coscienza di Krishna e' molto favorevole al nostro progresso spirituale.

L'attenzione durante il canto del maha mantra dovrebbe essere concentrata sulla vibrazione sonora, perche' in kali yuga (la nostra epoca) questo e' l'unico metodo di meditazione veramente efficace; la visualizzazione invece, metodo adatto in epoche precedenti, attualmente non e' efficace perche' i rigorosi principi richiesti per praticarla, non possono piu' essere seguiti, in generale.

Infatti nel Brihan-naradiya Purana e' detto:

harer nama harer nama
harer namaiva kevalam
kalau nasty eva natsy eva
nasty eva gatir anyatha

"In questa et di discordia e d'ipocrisia [kali yuga], l'unico modo per raggiungere la liberazione il canto dei santi nomi del Signore. Non c' altro modo. Non c' altro modo. Non c' altro modo."

In una sua lezione, il maestro spirituale fondatore del movimento Hare Krishna, Bhaktivedanta Svami Prabhupada, disse che la frase "non c'e' altro modo" ripetuta 3 volte sta a significare che ne' il karma (il compimento di sacrifici vedici), ne' il jnana (la speculazione filosofica), ne' altri tipi di yoga (meditazione sulla forma del Signore eccetera) permettono di realizzarsi spiritualmente ai giorni nostri. L'unico metodo praticabile e' il bhakti-yoga, che inizia con il canto e la recita del Santo nome del Signore.

Questo a causa della grande efficacia della vibrazione sonora trascendentale, il mantra Hare Krishna appunto, che proviene direttamente dal mondo spirituale, Goloka Vrindavana (golokera prema-dhana, hari-nama-sankirtana).

Durante il processo del bhakti yoga, gradualmente, partendo dalla concentrazione sul nome del Signore, si manifesteranno automaticamente anche gli altri Suoi attributi, cioe' la forma, le qualita' e i passatempi, in questa esatta sequenza (nama-rupa-guna-lila e' infatti l'ordine di realizzazione degli attributi di Krishna nel corso normale del processo che stiamo eseguendo).

Naturalmente se ci e' di aiuto a mantenere la mente assorta nell'ascolto del mantra, recitandolo si possono tenere vicine delle immagini di Krishna, del maestro spirituale o altre, purche' l'obbiettivo rimanga quello di concentrarsi sulla vibrazione sonora.
In questo caso non ci sono controindicazioni.

La mia esperienza personale in tal senso, e' che all'inizio molti devoti usano questo metodo, e piu' tardi lo abbandonano, appena la mente e' in grado di rimanere concentrata sul suono trascendentale anche senza "aiuti esterni".


Per quanto riguarda la seconda domanda, certamente il mantra Hare Krishna puo' essere recitato in qualunque momento o situazione, ed e' sempre molto potente per il fatto che il Signore Sri Caitanya Mahaprabhu (una manifestazione di Krishna apparsa circa 500 anni fa in India, per iniziare il movimento del Sankirtana) lo ha reso efficace indipendentemente dalle condizioni esterne in cui viene cantato.

Tuttavia Srila Prabhupada ha stabilito un'orario ideale per recitare il mantra: durante il programma spirituale che inizia alle 4.30 del mattino (come avviene nei templi ISKCON), la sua efficacia e' massima.
Puoi trovare i dettagli e gli orari tipici del programma sul nostro forum, dove e' possibile anche ascoltare, vedere e scaricare esempi audio e video registrati, o seguire il programma in diretta via internet dai templi di Bergamo e Roma, qui: http://padasevanam.mediarama.com/rkcforum/forum/topic.asp?TOPIC_ID=599

Percio' se vogliamo ottenere il piu' grande beneficio dalla nostra recita del mantra, dovremmo cercare di organizzare la nostra vita in modo da eseguire il programma spirituale a quell'ora, riposando magari in altri momenti della giornata.
L'energia spirituale, la stabilita' nell'esecuzione, la tranquillita' psicofisica, l'effettivo avanzamento spirituale e le realizzazioni cosi' ottenute saranno infatti nettamente superiori rispetto a quelle che otterremmo in altri orari.

Buon proseguimento, Haribol !

Gokula Tulasi das
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
RKC Forum © RKC - tutti i diritti riservati Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina stata generata in 0,12 secondi. radiokrishna | TRKN | Snitz Forum