RKC Forum
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]



                                     


Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 RADIO KRISHNA CENTRALE
 DOMANDE E RISPOSTE N. 12
 Servire Krishna quotidianamente
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

RKC Mayapur
Amministratore

RKC

Estero


1979 Messaggi

Inserito il - 18/10/2007 : 20:37:04  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
DALLA CORRISPONDENZA DI RKC PISA

... Ti scrivo per avere qualche tua preziosa parola d'aiuto, che mi permetta di capire meglio alcune cose.. In particolare: come si serve Krishna praticamente, nella vita di tutti i giorni?
La vita che conduco la sai già: studio della Bhagavad, canto dei Santi Nomi...

------------------------

Caro amico, Hare Krishna,
grazie della lettera e delle domande.

Sono contento che tu stia ascoltando le glorie
del Signore il piu' possibile, questo e' il metodo
raccomandato (sravanam kirtanam vishnu...)
per progredire spiritualmente, specialmente
nella nostra epoca.
Attenendoti al metodo scientifico che Srila
Prabhupada ci ha gentilmente dato, non avrai
alcun problema ad elevarti nella coscienza di
Krishna e a raggiungere la felicita' spirituale e
la conoscenza eterne, proprie dell'anima
individuale nella sua condizione originale di
servitore di Krishna.

Quelli che proviamo adesso (che tu descrivi come
"attimi di gioia") sono soltanto dei piccoli assaggi
dell'oceano di felicita' che permeano la vita di un
puro devoto di Krishna, percio' la nostra meta
dovrebbe essere quella di diventare perfettamente
puri, il piu' velocemente possibile (infatti finche' non
lo diventiamo, non potremo essere completamente
felici, e quindi stiamo in pratica soltanto perdendo
tempo).

Come saprai, per la promessa di Srila Prabhupada
stesso, e' possibile raggiungere la piu' alta perfezione
anche nel corso di questa stessa vita, a patto di seguire
con impegno e sincerita' le semplici regole che egli ci
ha dato, la recita del mantra (16 giri al giorno), i quattro
principi regolatori, e lo studio dei suoi meravigliosi libri,
che descrivono le glorie del Signore in modo perfetto.

Questo e' tutto cio' che ci necessita per diventare puri,
servendo Krishna nella nostra vita pratica di tutti i giorni.
La coscienza di Krishna consiste nel compiere sravanam,
principalmente, l'ascolto del santo nome e delle glorie del
Signore e dei Suoi devoti, quindi la recita del mantra Hare
Krishna e lo studio costante dei libri di Srila Prabhupada
(oltre alla Bhagavad-Gita egli stesso ha consigliato anche
il Libro di Krishna, il Nettare della Devozione, lo Srimad
Bhagavatam e, in seguito, come perfezionamento, la Sri
Caitanya Caritamrita) sono le uniche pratiche indispensabili,
e sufficienti, se supportati dai 4 principi regolatori, per poter
dire di essere impegnati seriamente in coscienza di Krishna.

Anche se inizialmente avessimo difficolta' nel seguire i principi,
il canto e lo studio ci aiuteranno a liberarci gradualmente dalle
nostre cattive abitudini, e a poterli seguire senza difficolta'.

In seguito, grazie al fatto di purificarci e di comprendere
la filosofia, Krishna ci dara' anche altri tipi di impegni, di
solito legati alla diffusione delle Sue glorie. Questo e' detto
kirtanam, la ripetizione di cio' che Lo riguarda, a beneficio
anche di altri. Questo puo' essere fatto in infiniti modi, con
la distribuzione dei libri di Srila Prabhupada, con incontri
al tempio o a casa, virtualmente via internet (come fanno
molti di noi, del gruppo di RKC Pisa), e moltissimi altri.

Inoltre, di solito un devoto e' contento di potersi associare
anche fisicamente con altri devoti, per festeggiare insieme
qualche evento spirituale e gustare la felicita' di servire Krishna
in compagnia di altri, e cio' e' possibile soprattutto nei templi e
nei centri per la coscienza di Krishna, quindi eventualmente
potresti frequentare qualcuno di essi. Tuttavia non e' una
necessita' impellente, e comunque ti suggerisco, prima, di
studiare bene la filosofia, in modo da non essere confuso
dalle varie opinioni che incontrerai, nel corso del tempo,
frequentando altri devoti (infatti ognuno e' al proprio livello
di coscienza di Krishna, e bisogna relazionare con tutti in
modo corretto, come e' descritto nel Nettare dell'Istruzione:
il devoto piu' elevato istruisce quello meno elevato, il devoto
meno elevato ascolta quello piu' elevato, e i devoti di pari
livello, si scambiano realizzazioni).

E' necessario percio' conoscere almeno le basi della coscienza
di Krishna per poter capire a che livello ci troviamo rispetto ad
altri, e relazionare con loro di conseguenza. Per questo bisogna
studiare con attenzione i libri di Srila Prabhupada, dove tutti
questi argomenti vengono spiegati perfettamente.

------------------------------------

meditazione davanti ad un quadretto di Krishna che ho appeso vicino al mio letto, mi sforzo di distaccarmi dal frutto delle mie azioni, di non essere soggetto ai sensi, di controllarli anzi (nel mangiare, nel godere dei piaceri di tutti i giorni...).... tutto ciò mi permette di dire che sto servendo (per lo meno che ci sto "provando") il mio signore Krishna?

--------------------------

Non so cosa intendi con "meditazione davanti ad un quadretto...",
ma non e' richiesto niente del genere.
Anche gli altri sforzi che descrivi non sono necessari, ne' possibili,
in quanto non e' la propria capacita' che permette di progredire
in coscienza di Krishna, bensi' soltanto la misericordia del Signore
e del maestro spirituale, che ci viene accordata quando seguiamo
con piena fiducia il metodo del servizio devozionale (descritto prima).

E' la pratica del bhakti yoga, che porta automaticamente la conoscenza
e il distacco (jnana e vairagya), e non viceversa, quindi non e' necessario
(ne' possibile) tentare di distaccarsi con i propri sforzi.
Meglio concentrarci su sravanam e kirtanam, il vero servizio devozionale,
secondo quanto detto da Srila Prabhupada.

Per quanto riguarda le altre attivita', mangiare, godere dei sensi, eccetera,
possiamo fare tutto, per il piacere di Krishna.
Mangiare prasadam, cibo vegetariano offerto a Dio, e' in se' stessa una
attivita' di controllo dei sensi, e cosi' similmente tutte le altre che possiamo
mettere al servizio di Krishna, nel senso che, se servono a mantenere questo
corpo, che stiamo impegnando nella coscienza di Krishna, sono anch'esse
considerate automaticamente spirituali, tutte.

Soltanto le attivita' peccaminose, che non rientrano nei 4 principi regolatori,
devono essere evitate. Tutte le altre sono spiritualizzate dal fatto di essere
(noi) seriamente impegnati nella coscienza di Krishna (Srila Prabhupada
dice che in tal caso, la materia si spiritualizza "come per assorbimento"
intorno a noi).

Quindi segui semplicemente il processo, ed il resto verra' da solo.
Soltanto in questo modo il progresso e' sicuro al 100%.

---------------------------

E poi: l'immagine che ho appeso al muro (Krishna che suona il flauto con vicino una mucca sacra...lo scaricata da internet) deve essere soggetta di particolari servizi? Devo porre fiori o cose simili davanti ad essa? Perdona la stupidità della domanda, ma preferirei fare le cose per bene...servire Krishna è già molto, ma se posso vorrei servirlo nel miglior modo possibile (nel limite ovviamente delle mie piccole e povere capacità e confidando sempre nella sua misericordia).

------------------------------------

Non e' una domanda stupida, anzi, e' intelligente ed indice di
sincerita', informarsi su come servire Krishna al meglio delle
nostre possibilita'.
Come dicevo, il servizio devozionale consiste principalmente
di sravanam e kirtanam, come attivita' indispensabili.
Tutte le altre possono essere eseguite o non eseguite, a piacere.
Non e' che dobbiamo adorare ogni immagine di Krishna che
vediamo, e' sufficiente rispettarla come Lui stesso e offrire
omaggi, anche mentalmente, se la situazione lo richiede (per
esempio di fronte ad altri che non possono capire cio' che
facciamo).

Se invece vogliamo, possiamo anche offrire adorazione, ma in
questo caso ci sono alcune regole da seguire.

Di solito si inizia con offrire incensi e fiori, mentre cantiamo le
preghiere del mattino, secondo il programma spirituale.
A questo punto pero' dovresti procurarti qualche altra foto,
ed allestire un piccolo altarino, davanti al quale svolgere le
tue pratiche quotidiane e comunque per tenerlo come punto
di riferimento, della nostra relazione con Krishna (se Lo
adoriamo sinceramente, Krishna Si stabilisce in casa
nostra, ed e' possibile percepirLo con grande intensita').

Oltre alle foto, volendo, si possono avere delle murti, le
statuette che raffigurano il Signore e i Suoi associati, a cui
e' possibile offrire servizio personale direttamente.
Cio' aumenta ancora l'intensita' della nostra relazione
con Krishna.

Queste attivita', pur non essendo indispensabili, sono pero'
un buon aiuto ed un incoraggiamento per continuare il
nostro progresso nel servizio devozionale, e specialmente
all'inizio, specialmente se siamo soli e lontani da altri devoti,
e dalle murti adorate nel tempio, sono raccomandate.

-------------------------

un'ultima cosa, la diretta da Medolago è attiva tutti i giorni dalle 4:30 del mattino?

-----------------------------

Se non ci sono guasti o problemi sulla
linea o altrove nel sistema, si.

Durante il programma puoi vedere in linea di massima le
attivita' da replicare a casa tua, di fronte al tuo altare.
Molto buono sarebbe avere anche una foto di Tulasi devi,
la pianta sacra, che e' utilissima per distruggere ogni
reazione alle attivita' peccaminose compiute.

Complimenti per la determinazione e buon proseguimento
in coscienza di Krishna, alla prossima, Haribol !

Tuo servitore
Gokula Tulasi das

Orlando
Utente Medio


Sicilia


21 Messaggi

Inserito il - 20/11/2010 : 22:19:56  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
[parte cancellata dal moderatore]

...
Adesso passo alla domanda.Ormai io non mi sento per niente portato ad avere e gestire un altare.Non ho nemmeno lo spazio per farlo.
L'unico mobile in cui teoricamente potrei fare un altare è facilmente accessibile ai miei animali domestici.

La mia domanda è:se proprio la mia indole non ne vuole sapere di avere e gestire un altare ma allo stesso tempo sono normalmente portato per le altre attività devozionali più essenziali(soprattutto il canto/recitazione del maha-mantra),ho motivo di costringermi a fare qualcosa(l'altare) per cui non mi sento portato?

Hare Krishna,
Bhakta Orlando.

Torna all'inizio della Pagina

RKC Mayapur
Amministratore

RKC


Estero


1979 Messaggi

Inserito il - 22/11/2010 : 14:05:29  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Caro Bhakta Orlando, Hare Krishna,

grazie dell'intervento, ho cancellato la prima parte perche' conteneva argomenti personali, non adatti ad un forum pubblico.
A riguardo di cio', puoi eventualmente scrivermi in privato via mail.

Per rispondere alla tua domanda, no, per avanzare spiritualmente e situarti su un piano trascendentale di esistenza non e' indispensabile svolgere altre attivita' devozionali, oltre a quelle stabilite dal maestro spirituale, Srila Prabhupada, e cioe' la recita o il canto di 16 giri del maha mantra Hare Krishna e la lettura di almeno 1 ora dei suoi libri ogni giorno, mentre segui i 4 principi regolatori del bhakti yoga, come e' spiegato nella nostra guida on line: www.radiokrishna.com/bhaktiyoga

Avere un altare con le forme del Signore a cui offrire una adorazione regolare e' utile e benefico, in quanto il nostro impegno nel servizio devozionale, in questo modo aumenta, tuttavia, se le condizioni esterne, fisiche o mentali al momento non lo permettono, ci si puo' dedicare ad altre attivita' piu' accessibili nella nostra situazione.

Si puo' scegliere tra infiniti servizi, da dedicare al Signore per la Sua soddisfazione, grazie alle linee guida che li descrivono abbondantemente nei libri di Srila Prabhupada: si possono distribuire libri e/o cibo offerto a Krishna (prasada), tenere incontri pubblici o anche scrivere articoli... Insomma aiutare in qualche modo nella diffusione della coscienza di Krishna, affinche' anche altri abbiano la possibilita' di seguire lo stesso metodo di purificazione, grazie al quale noi siamo felici sulla strada di ritorno a Dio, la persona suprema, nel Suo regno spirituale.

Scegliamo, in base alle nostre attitudini e desideri, qualcosa che sia soddisfacente ed entusiasmante anche per noi, ma che allo stesso tempo soddisfi Krishna secondo quanto ci insegna il maestro spirituale, Srila Prabhupada, nei suoi libri ecc. (lezioni, lettere, conversazioni...)


Buon servizio, Haribol !

Gokula Tulasi das
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
RKC Forum © RKC - tutti i diritti riservati Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,14 secondi. radiokrishna | TRKN | Snitz Forum