RKC Forum
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]



                                     


Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 RADIO KRISHNA CENTRALE
 DOMANDE E RISPOSTE N. 11
 Altruismo e Devozione
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

emanuele121212
Nuovo Utente



4 Messaggi

Inserito il - 24/03/2007 : 14:55:22  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Porgo innanzitutto i miei saluti a tutta la comunita' e mi scuso anticipatamente per qualsiasi affermazione, interrogativo o risposta che possa ledere il rispetto di qualcuno; prego, anzi, che mi venga fatto notare ogni mio sbaglio, in modo che ogni errore non si ripeta più.

Riguardo ad un'affermazione scritta in questa parte del topic http://padasevanam.mediarama.com/rkcforum/forum/topic.asp?TOPIC_ID=741
:
Citazione:
Questa verita’ e’ talvolta intuita dall’anima condizionata in questo mondo materiale, ma questa intuizione scaturita dalla mente incolta di uomini dall’intelligenza debole si concretizza nell’altruismo, nella filantropia, nel socialismo, e nel comunismo.

Questa tendenza a voler aiutare il prossimo in questo mondo al livello di una famiglia, di una collettivita’, di un popolo, di una societa’ o dell’umanita’ intera riflette [b]parzialmente[/b] il sentimento originale dell’anima pura, che trova la propria felicita’ nella felicita’ del Signore Supremo.

E’ dunque dovere di ognuno, adorare il Signore con tutto se’ stesso, praticando il bhakti yoga.

Come un raggio di sole inalterato possiede una grande potenza, cosi’ e’ per la pratica inalterata del bhakti yoga: il canto, l’ascolto e le altre attivita’ devozionali possono essere compiute da tutti, indipendentemente dall’interesse personale di ognuno.


...vorrei capire:
- cosa si intende per 'intelligenza debole' ?
- perche' l'altruismo da solo non basta a 'soddisfare il Signore'?
- Cioe' per quale motivo si dovrebbe adorare la 'personalità' del Signore?

Colgo l'occasione per chiedere cosa, nel caso in cui io riesca in questa vita a svolgere solo parzialmente le pratiche devozionali, in linea di massima (o secondo un vostro personale parere) potrebbe accadermi.

Chiedo ancora scusa per qualsiasi offesa che posso avervi arrecato involontariamente, spero non vi sia di troppo disturbo rispondere alle domande.

Grazie

Hare Krishna

RKC Mayapur
Amministratore

RKC


Estero


1958 Messaggi

Inserito il - 26/03/2007 : 04:49:04  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Caro Emanuele, Hare Krishna e grazie per le interessanti domande, che sono sempre benvenute ed anzi entusiasmanti, costituendo lo scopo principale del nostro servizio !

Il soggetto delle affermazioni che andremo ad analizzare e' descritto nel paragrafo antecedente a quelli che tu riporti, dal commento di Bhaktivedanta Svami Prabhupada, il nostro maestro spirituale, al verso 2.3.10 dello Srimad Bhagavatam, che recita:

"... Non avere desideri non significa dunque essere inerti come la pietra, ma significa essere coscienti della propria vera posizione e desiderare soltanto la soddisfazione del Signore Supremo. Bisogna dunque trovare la felicita’ unicamente nella felicita’ del Signore Supremo".

Le affermazioni successive sono dunque comparative della propria posizione di compagni del Signore, nell'ambito di una relazione eterna con Lui (sebbene ora l'abbiamo dimenticata), per questo si parla di "intuizione parziale" di tale verita', quando si cerca di sviluppare una relazione con qualunque altro soggetto, persona, famiglia, comunita' sociale, nazione eccetera eccetera, che pero', ahime', eterna non potra' mai essere.
Cio' significa appunto che l'intelligenza di coloro che non hanno ancora posto Dio, la persona suprema, come soggetto della loro relazione personale, non hanno ancora sviluppato completamente l'intelligenza, che percio' puo' essere definita "debole".

Quando questa intelligenza diventera' completa, studiando e riconoscendo la posizione del Signore come origine di ogni cosa e di ogni altra persona, e desiderando quindi risvegliare e riprendere la propria relazione con Lui, tale intelligenza sara' rafforzata nella conoscenza spirituale e ci potra' guidare verso la meta finale, il mondo spirituale, dal quale proveniamo.
Questo processo e' descritto nel verso 7.19 della Bhagavad-Gita, dove il Signore dice:

bahunam janmanam ante
jnanavan mam prapadyate
vasudevam sarvam iti
sa mahatma su-durlabhah

"Dopo molte nascite e morti, chi è situato nella vera conoscenza si sottomette a Me, sapendo che lo sono la causa di tutte le cause e sono tutto ciò che esiste. Un'anima così grande è molto rara".

Semplici atti di altruismo, compiuti verso qualunque essere vivente che non sia il Signore, infatti, non potranno mai farci raggiungere la stessa destinazione eterna, daranno soltanto benefici temporanei, destinati prima o poi alla distruzione, non permettendoci di raggiungere quella posizione di felicita' eterna a cui aspiriamo da sempre e che ci spetta di diritto, come anime spirituali, compagni eterni del Signore.

Per questo si dovrebbe adorare la Persona suprema, che essendo eterna, ci dara' il massimo beneficio ed un risultato permanente.

Per quanto riguarda le pratiche devozionali, infine, e' spiegato sempre nella Bhagavad-Gita (2.40) che:

nehabhikrama-naso 'sti
pratyavayo na vidyate
sv-alpam asya dharmasya
trayate mahato bhayat

"In questo sforzo non vi è perdita o diminuzione, e un piccolo passo verso questa via ci protegge dalla paura più temibile".

Quindi anche un minimo servizio devozionale, un piccola azione compiuta per il piacere del Signore, o dedicata comunque alla realizzazione spirituale, e' sempre di enorme valore, un valore eterno, che contera' moltissimo nell'ambito del nostro progresso, vita dopo vita (se proprio non volessimo praticare il semplice metodo della coscienza di Krishna, stabilito da Srila Prabhupada, che ci permette di raggiungere la meta finale, la piu' elevata, l'amore puro per Dio, anche in questa stessa vita).

Grazie ancora per le domande, sempre a tua disposizione, ti saluto con amicizia, Haribol !

Gualberto Berti
Gokula Tulasi das
Torna all'inizio della Pagina

emanuele121212
Nuovo Utente



4 Messaggi

Inserito il - 26/03/2007 : 22:18:45  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Hare Krishna,
Grazie infinitamente per aver risposto, e' un onore per me poter comunicare con te. Mi reputo personalmente un uomo presuntuoso, dall'intelligenza molto limitata e dalla scarca determinazione quindi considero la tua disponibilita' un onore che forse non mi merito. Voi devoti (se utilizzo il termine giusto) meritate il massimo del rispetto e spero che tu, quanto chiunque altro sia in grado di rinunciare piu' di quanto possa fare io in questa vita, possa raggiungere la meta ambita. Lo spero vivamente, che il Signore vi accolga nel suo regno.
(Chissa' comunque quale dei trei guna influenza attualmente cio' che dico...)

Se mi e' possibile sapere, volevo poterti fare altre domande, nella speranza che io non mi esprima offensivamente o che la discussione stessa sia offensiva o contraria alla volonta' tua o di qualcun'altro.
Cio' che ti volevo chiedere deriva dalle mie esperienze di vita e forse, perdonami la presunzione, e' necessario che te le comunichi per poterti far comprendere il punto della situazione.
Ma dimmi prima se sei favorevole all'ascolto di cio' e se cio' non ti procura alcun fastidio o ti svia dal percorso che ti eri preposto... e nel caso di un tuo assenso in che modo reputi piu' giusto poter affrontare la discussione (cioe' tramite email, pm, qui stesso o altro)


(ps, il mio nome o il nome attribuito al corpo che mi fa da involucro e' Emanuele, non Davide
Torna all'inizio della Pagina

RKC Mayapur
Amministratore

RKC


Estero


1958 Messaggi

Inserito il - 27/03/2007 : 03:21:21  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Caro Emanuele (ho corretto il nome, scusa l'imprecisione), Hare Krishna, grazie della risposta e della fiducia, l'onore e il piacere di parlare con te sono anche miei, naturalmente sono sempre a disposizione, tua e di chiunque altro voglia avvantaggiarsi del nostro umile servizio. Questa e' la vita che abbiamo scelto, e non ci procura certo alcun fastidio, altrimenti non la faremmo... :-) Anzi e' fonte di continua soddisfazione e felicita' !

Tuttavia su un forum pubblico non conviene parlare di argomenti troppo personali: infatti, a parte le domande generali, l'assistenza specifica alle persone interessate viene fornita prevalentemente via e-mail, o anche via telefono, in forma privata.

Ti invito quindi a scrivere sul forum soltanto domande che non richiedano di rivelare aspetti tuoi personali (anche per tua salvaguardia, naturalmente), ma che possano essere utili anche ad altri: per tutte le altre questioni puoi scrivermi all'indirizzo rkcfi@radiokrishna.com o contattarmi presso la redazione di RKC Pisa.

A presto, Haribol !

Gualberto Berti
Gokula Tulasi das
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
RKC Forum © RKC - tutti i diritti riservati Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,12 secondi. radiokrishna | TRKN | Snitz Forum